Utente 229XXX
Gentile Dottore, sono un settantenne in buona salute che svolge discreta attività fisica in terapia con Enalapril 20 mg. Amlodipina 5mg.una cp. al di ( con valori pressori nella norma) e simvastatina 20 mg. una cp. al di con valori di colesterolo cattivo 250 e buono 66.- Da qualche anno mi è stato diagnosticato una Dilatazione del bulbo aortico, stabile nel tempo.- Un recente esame Eco (color) dopplergrafia cardiaca ha evidenziato: " Ventricoli normali per cinesi segmentaria, dimensioni e spessori,ipertrofia del SIV medio-basale senza evidenza di ostruzione all'efflusso del VS. Funzione VS (FE 66% ) e VD conservata (TAPSE 23mm) Cavità atriali di dimensioni nei limiti ( area AS 18,8; ad 13,5cmq.) Degenerazione fibrocalcifica della sigmoidea aortica condizionante lieve rigurgito e lieve gradiente ( Picco21, medio 11 mmHg).Profilo flussimetrico doppler transmitralico diastolico adeguato all'età?? Note di aterosclerosi. Stabilila dilatazione della radice aortica ( diametro pianovalvolare 32mm; seni di Valsava 42mm; giunzione sinutubulare 34mm; arco ascendente 38mm a 4,8cm. da piano valvolare, arco medio 26mm). Pressione sistolica polmonare derivata nei limiti (28mmHg) Setto interatriale apparentemente integro. Non versamento pericardico. La ringrazio per la cortese attenzione e per il rilascio di un Suo autorevole parere in particolare riferito alla terapia in corso basata, per quanto riferitomi dal medico curante, su calcio antagonista al posto di betabloccante.- Gianni

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile signore,

se io avessi la sua età e un ecocardiogramma come il suo sarei soddisfatta. C'è una dilatazione del bulbo e dell'aorta ascendente, ma non è preoccupante, soprattutto se stabile nel tempo.
Per evitare che peggiori, è importante mantenere la pressione arteriosa ai valori più bassi da lei tollerati (comunque possibilmente <135/85). I farmaci che si possono usare sono diversi. L'Enalapril va bene perché ha anche un effetto protettivo sulla parete delle arterie e sul cuore. L'amlodipina va bene perché riduce le resistenze periferiche.

Quanto al fatto di usare un betabloccante, un calcioantagonista o entrambi, la scelta può essere influenzata anche da altri parametri: il betabloccante è sconsigliato in caso di frequenza cardiaca bassa (e consigliato invece se è alta) e può dare impotenza come effetto collaterale. I calcioantagonisti possono dare edemi alle caviglie, soprattutto in presenza di varici alle gambe. Talvolta è preferibile usare piccole dosi di più farmaci, altre volte un solo farmaco a dosaggio pieno... la scelta va adattata al singolo paziente. Anche considerando la funzionalità epatica e renale e quindi la possibilità che un farmaco venga metabolizzato poco. Quindi -se lei sta bene e la sua pressione è ben controllata, stia tranquillo.

Quello che mi lascia invece perplessa è il suo colesterolo. Immagino che 250 sia il colesterolo totale, non quello cattivo (LDL), altrimenti la situazione sarebbe grave! Comunque 250 è sempre troppo. Potrebbe aumentare la simvastatina a 40 mg, passare a rosuvastatina 20 (è più potente) o all'associazione simvastatina/ezetimibe (l'ezetimibe inibisce l'assorbimento del colesterolo a livello intestinale, la simvastatina la sua trasformazione nel fegato, quindi hanno effetto sinergico). Ma questa scelta va fatta dal suo medico tenendo conto anche di altri fattori (metabolismo epatico in primis).
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Gent.ma d.ssa Lestuzzi, con gioia manifesto la mia gratitudine per la chiarezza e competenza e sollecitudine con cui mi ha tranquilizzato. Mi scuso nel confermare che il valore 250 si riferisce, naturalmente , al colesterolo totale.
Mi è stata di grande utilità e dialoghero' con il mio medico.-