Utente 101XXX
Salve dottore sono un ragazzo di 29 anni ed ho dei problemi prostatici da diversi anni circa 9 , dopo aver avuto problemi con un'infezione ad un rene poi cmq risolti dopo tante visite, ricoveri e controlli, ma cmq la prostatite mi è comparsa in concomitanza all'infezione delle vie urinarie ma poi risolta del tutto anch'essa. 2 mesi fa mi ritrovo di nuovo dopo anni di guarigione con una prostatite acuta , febbre e difficoltà nell' urinare fastidi inguinali , senso di pesantezza, causata sicuramente dalla mia alimentazione scorretta alcool principalmente ed una vita molto sedentaria. L'ho curata con con antibiotici topster, cioè ho seguito il percorso diagnostico di un medico urologo primario, mi sentivo bene, tutte le analisi erano negative tranne la spermocoltura Batterio Coli positivo e quindi di nuovo antibiotico ciproxin relativo all'antibiogramma per 6 giorni. Improvvisamente una recidiva soliti fastidi , bruciore e una febbre bassa circa 37 ho preso una tachipirina mangio in modo leggero sono passati 2 giorni e sto già meglio. Dottore come devo fare a risolvere? Ho notato quando corro miglioro tantissimo. Ho notato che alla fine della minzione resta un pò di urina che gocciola e devo impegnarmi per far uscire tutto probabilmente si forma un pò di ristagno che crea problemi, l'urologo ha scritto prostata moderatamente aumentata di dimensione, sarà questo. Lei cosa mi consiglia? Sono spaventato per la fertilità, e per altri problemi a lungo termine, cmq il PSA era 3,60 quindi un pò fuori range. Grazie Mille Cosa ne pensa di Permixon integratori alle erbe?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
In presenza di una prostatite batterica la terapia antibiotica dovrebbe essere protatta per almeno tre settimane . Le consiglio di modificare il suo stile di vita visto che l'attività fisica le procura un certo beneficio.Ovviamente un prostata flogistica provoca dei disturbi minzionale come quelli che lei sta sperimentando,nel tempo e con alti e bassi frequentemente il problema tende ad attenuarsi, ma l'evoluzione purtroppo non è prevedibile .
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Dott. mi conviene ripetere le analisi? finora ho usato solo tachipirina e qualche supporta di Topster.