Utente 284XXX
Gentile dottore, ho 25 anni, ho subito recentemente un periodo di forte stress a seguito del completamento di una laurea specialistica e di alcune vicende personali. Circa un mese e mezzo fa ho iniziato a sentire fastidiose extrasistoli, anche diverse decine nella stessa giornata, rilevabili anche al polso come un battito anticipato e uno successivo posticipato. Essendo molto ansioso ho sentito per settimane come un nodo all'interno dell'esofago. Parlandone col mio medico, mi è stato detto che erano legate all'ansia e che quel nodo in gola era definibile come bolo isterico. A tesi conclusa, appena stavo per rilassarmi ho sentito un dolore tra le costole e subito dopo sono andato in tachicardia. Ancor oggi non riesco a capire se si trattasse di un attacco di panico o vera tachicardia. Mi sono recato al PS e gli esami erano tutti regolari eccetto un valore alto del glucosio. L'ECG ha mostrato tachicardia sinusale ma con onda negativa in D3. Al che mi sono recato a fare un test da sforzo durato circa 30 minuti in cui non è stata rintracciata nessuna traccia di aritmia, nessuna extrasistole, nè nessun segno di cardiopatia ischemica. Il cardiologo mi ha detto di continuare l'attività sportiva regolarmente. Da quell'esame le extrasistoli sono diminuite in numero e in intenstà pur permanendo. Il nodo alla gola sembra scomparso. Tuttavia mi capita raramente durante lo sport di sentire queste extrasistoli, anche due o tre in successione che poi spariscono facendo tornare il ritmo perfettamente regolare. Questi sintomi non sono mai durati per più di pochi secondi. E' come se avessi un preavviso quando stanno per arrivare sentendo una scarica di adrenalina che mi percorre tutto il corpo. L'unica cosa che durante l'attività sportiva le avverto con molto più vigore e mi spaventano tantissimo.. Ultimamente l'ansia però sta prendendo il sopravvento al punto da consizionarmi le giornate e vivere con i classici mancamenti di fiato da panico, tensione nervosa alla gola, fiato corto. Sono in attesa di fare esami della tiroide, un ecocardiogramma e un holter 24 ore nella speranza di tranqillizzarmi.
Per completare il quadro clinico sottolineo che svolgo sport regolarmente (nuoto e mountain bike) per 3-4 volte la settimana, sono il leggero sovrappeso e ho un alimentazione vegetariana/vegana con un regolare consumo di acidi grassi.
Purtroppo il fattore ansiogeno è molto forte e non riesco a darmi pace in quanto ho sempre paura di un attacco di aritmia che non si fermi o sia fatale. A volte l'ansia è talmente forte da sentire un blocco nel descrivere i miei sintomi al medico. Le chiedo se le mie preoccupazioni sono sensate.
La ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È evidente un forte stato,ansioso in ciò che dice e in come lo dice.
Se ha effettuato un ECG sotto sforzo risultato negativo sia per ischemia che per aritmie sforzo- indicibili non vedo motivo di preoccupazione.
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Di conseguenza un test da sforzo che non presenta aritmie mi assicura che lo sport non può provocare altre anche se durante gli allenamenti le sento? Soprattutto se sento la sensazione che se spingo un po' di più si sta per innescare qualcosa?
Nel frattempo ho prenotato l holter e l eco per la metà di febbraio. Siccome il numero delle extra sta diminuendo ho paura che tali esami non registrino nulla ora di quella data. Posso comunque tranquillizzarmi? Il mio medico mi ha prescritto lexotan per calmare la sensazione di respiro a vuoto o fiato corto che mi viene, a suo avviso imputabile all ansia. Tale farmaco può aiutare a diminuire le extra? È necessario che intraprenda una terapia psicologica o qualche tecnica di rilassamento? Io sento di star male di cuore come se stesse sempre per partire un aritmia anche se ogni esame fatto fin ora lo nega.
Posso continuare l attività sportiva regolare a qualsiasi livello?
il famoso biancospino può aiutare?

La ringrazio!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il biancospino fa molto bene al suo farmacista.
Se un test da sforzo massimale risultasse negativo lei potrebbe stare statisticamente tranquillo
Cordialità
Cecchini
[#4] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore. Ho provato a non preoccuparmi per un certo periodo e la sintomatologia si sta riducendo, o perlomeno sto imparando a preoccuparmi di meno.

Tuttavia in alcune giornate sento anche 1/2 extrasistoli al minuto (e così sarebbero anche 3000/4000 al giorno!!!) , in modo continuo, altri giorni invece ne avverto solamente 3/4 durante l'intera giornata. A volte nulla fino a sera, poi mi perseguitano... ma non c'è giorno che non le senta. Poichè dopo 2 mesi e mezzo questo fenomeno non è ancora scomparso sto iniziando a preoccuparmi nuovamente. Ultimamente avverto anche problemi di stomaco.. come se il cibo non scendesse, o acidità costante.

Ricordo che fin ora il test da sforzo è risultato negativo per aritmie sforzo-inducibili e negativo anche per ischemia. Ho controllato la funzionalità tiroidea e risulta nella norma.
Sono in attesa di un ecocardiogramma e di un holter che farò nel prossimo mese. Nel frattempo sto continuando, con un po' di sforzo per non demoralizzarmi, a praticare nuoto.

C'è qualche rimedio a questo problema? Il numero di quelle che avverto è preoccupante?

La ringrazio

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No non é preoccupante per bello sforzo non mostra extra sforzo indicibili. Sono certo che il suo Holter risulterà nei limiti.ci faccia sapere
Cecchini
[#6] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, molto rassicuramte. La terrò aggiornata non appena avrò gli esiti. Nel frattempo vorrei chiederle un ultimo consulto:questa mattina ho corso per 40 minuti sentendomi benissimo e con il frequnzimetro la fequenza era regolare tra i 155 e i 170.. poi nel pomeriggio, diverse ore dopo sentendomi il polso ho sentito un evento strano, diverso dalle abituali extrasistoli, ovvero due battiti molto ravvicinati, (come se un terzo battito si inserisse tra due) , poi un terzo e una lieve pausa compensatoria dove ho avvertito il tonfo al petto classico dei miei sintomi.. poi di nuovo tutto regolare per le ore successive.. anche questa è un extrasistole di natura come dice lei benigna?

Avverto inoltre forte tensione muscolare in zona del diaframma.. quasi dolorosa... esattamente come in seguito a un forte spavento.. è paura?
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi pare che lei passi troppo tempo cercando su internet eventuali patologie.
Ne riparliamo dopo l Holter.
Arrivederci
Cecchini
[#8] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore. Le devo dire che nell'ultima settimana sono molto più tranquillo a livello mentale dopo aver cambiato il mio lavoro, e sento molto meno il panico, il collo teso, il senso di nausea, la tosse nervosa. E sembra come per magia che queste extrasistoli siano diminuite drasticamente ( o perlomeno la sintomatologia, dato che sono riuscito a smettere di controllarmi il polso in modo ossessivo, più la facevo più mi venivano attacchi di tachicardia)! Attualmente sono ad un livello sopportapile! dall'essere costanti circa 1 o 2 al minuto, ora le sento la sera prima di addormentarmi, o quando sento che mi sta salendo il panico o un senso di sconforto generale.. purtroppo però queste compaiono in quegli istanti a gruppetti.. (1 poi qualche pattito normale, poi un altra, poi ancora normale.. ) qualche secondo e tutto torna alla normalità. La difficoltà è alzarmi al mattino senza che il mio pensiero però vada li.. (mi alzo sempre preoccupato che la giornata possa essere rovinata da questo disturbo)

Tra qualche giorno le comunicherò anche i dati del mio ecocolordoppler che esguirò in settimana.

La ringrazio
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le deve eseguire un Holter , non un ecococlordoppler.arrivederci
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Purtroppo le liste di attesa per l'holter sono di circa 250 giorni in media. Sono fortunatamente riuscito a prenotarne uno per metà marzo. Ma se nel frattempo questi disturbi scomparissero il risultato non sarebbe falsato? Il medico mi ha prescritto anche l'ecocolordoppler in ogni caso per essere sicuri che non ci siano altre patologie.
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
l holter è l esame pou importante
arrivederci
[#12] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Le riporto l esito dell ecocardio color doppler. Tra due giorni avrò anche quello dell'holter che sono riuscito ad anticipare. Le extrasistoli comunque sono diminuite drasticamente, quasi non ne avverto più!

Lieve prolasso della valvola mitrale. Live rigurgito della valvola aortica. Aneurisma interatriale senza shunt significativo. Il resto tutto nella normalità.

Il cardiologo che mi ha fatto l'esame mi ha detto di stare tranquillo, fare sport aerobico e tenere bassi livelli di colesterolo. Mi ha raccomandato dei controllo ogni 3 anni in ogni caso.
[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il cardiologo ha ftto bene a dirle quelle cose.
Esegua l' holter .
arrivederci
cecchini
[#14] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Riporto gli esiti dell'Holter:

BEV 36 isolati
No coppie, no bigeminismo, no r su t

BESV 4

PSVT 1 di 3,2 secondi

Frequenza media: 78
Battiti totali: 112482

Freq minima: 55 (ore notturne)
Freq massima: 148 correlata a sforzo fisico

Nessuna correlazione con gli attacchi di panico, le sensazioni di fiato corto e nausa descritte nel mio diario


Devo dire che il giorno dell'holter sono stato particolarmente bene, anche a livello emotivo. Così come tutta la scorsa settimana. Negli ultimi due giorni ho provato nuovamente ansia e malumore e le mie extrasistoli sono aumentate di nuovo. Alcune le sento molto più forti e lunghe delle altre, come se dovessi morire all'istante. E' normale tutto ciò? il Cardiologo che ha refertato mi ha ricevuto personalmente e mi ha detto di intraprendere una terapia psicologica in quanto io ho un grosso problema di testa e che fin ora ho fatto fin troppi esami rispetto alla mia età e ai sintomi che lamento. Cosa ne pensa?
[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Penso nuovamente che il suo CArdiologo abbia perfettamente ragione. Il suo Holter e' perfettamente normale
Arrivederci
cecchini
[#16] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Le chiedo gentilmente un ultima cosa: come mai ci sono giorni in cui le extrasistoli mi fanno impazzire (le giuro, anche una al minuto non appena ci penso) e altri giorni in cui sto bene come quello in cui ho messo l'holter? Perchè alcune le sento più forti di altre e mi fanno spaventare così tanto mentre altre sono un leggero fastidio?
E' possibile che quando io dicevo di sentirle l'holter non abbia registrato nulla mentre in altri momenti dove non sentivo nulla invece sono state trovate?
Come può la sola mente fare tutto questo?

La ringrazio davvero!
cordialmente la saluto
[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' ansia, attraverso le catecolamine, influenza notevolmente l'attivita' cardiaca.
Tenga presente che se fossero aritmie pericolose, in 24 ore di resgistrazione si sarebbero evidenziate.
Ci metta una pietra sopra
arrivederci
cecchini