Utente 284XXX
BUON GIORNO DOTTORE,
MI STO CURANDO PER UNA PROSTATITE CHE OLTRETUTTO NON MI DA GROSSI PROBLEMI.
STO FACENDO UNA CURA DI LEVOXACIN 500 2 PASTIGLIE AL GIORNO.
ATTUALMENTE NON HO PROBLEMI DI EREZIONE,
VOLEVO SAPERE SE MI POSSONO VENIRE IN FUTURO.
POI VORREI SAPERE CHE RELAZIONE C'E' TRA PROSTATITE E DEFICIT ERETTILE, L'UROLOGO CHE MI CURA MI DICE CHE E' LEGATO AI SINTOMI E CHE SENZA SINTOMI NON C'E' RELAZIONE. VOLEVO SAPERE LEI COSA NE PENSA. GRAZIE IN ANTICIPO

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore
,la cura che ci descrive è congrua per una prostatite batterica sostenuta da germi sensibili alla levofloxacina.
La principale relazione tra prostatite e difficoltà erettile risiede nella difficoltà di rilasciare completamente la muscolatura del pene, a causa della "tensione" della regione del perineo, dovuta alla prostatite.
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
grazie per la risposta
volevo chiederle se ritiene ancora attuale una sua risposta che ho trovato su medicinali
http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/265433-x_dott_edoardo_pescatori.html
che rapportava il dolore al deficit

grazie
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Si
[#4] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
grazie per la risposta
volevo chiederle ancora due cose e spero veramente in una sua risposta, in quanto mi toglierebbe un dubbio che mi affligge e precisamente:
1) la prostatite asintomatica può essere causa di deficit erettile? le faccio questa domanda in quanto ho trovato questi due articolo che adesso riporto su meline:
ASSOCIATIONS BETWEEN ASYMPTOMATIC PROSTATITIS AND
ERECTILE DYSFUNCTION IN AGEING MALE
K. Ausmees1,∗, M. Zarkovski 2, G. Timberg 3, P. Korrovits 1, M. Punab1
1 Andrology Centre, Tartu University Hospital, Estonia, 2 Clinic of Surgery, Tartu University Hospital,
Estonia, 3 West-Tallinn Central Hospital, Tallinn, Estonia
E-mail address: kristo.ausmees@kliinikum.ee (K. Ausmees).
Backround: Asymptomatic inflammation as new category of prostatitis is often found
during evaluation of other reproductive and sexual disorders. The aim of this study was
to determine the associations between asymptomatic prostatitis and erectile dysfunction
(ED) in ageing male.
Methods: A total of 132 men (mean age 58.9±6.7 years) undergoing health screening
were investigated for prostate-specific symptoms and sexual function, white blood cells
(WBC) in expressed prostatic secretion (EPS) and post-prostatic massage urine specimen,
total prostate volume, urinary flow rate and for certain organ-specific, hormonal and
biochemical markers. Men with clinical symptoms of prostatitis were excluded. Subjects
were divided into 3 groups: men without leukocytes in EPS (<0.2 x 106 WBC/mL,
group 1), men with moderate (0.2—1 x 106 WBC/mL, group 2) and significant (>1 x 106
WBC/mL, group 3) counts of white blood cells in EPS.
Results: We found statistical difference in International Index of Erectile Function-5
(IIEF-5) score for all investigated groups (p = 0.048). The prevalence of erectile dysfunction
(IIEF-5 score<22) was 72.7%, 73.8% and 85.4% for group 1, 2 and 3, respectively.
The IIEF-5 score showed a positive correlation with maximum flow rate (r = 0.331,
p = <0.001) and a negative correlation with WBC count in EPS (r = -0.24, p = 0.006) and
PSA level in serum (r = -0.225, p = 0.01).
Conclusion: Our preliminary results suggest that asymptomatic prostatitis may be one
of the risk factors for ED and other sexual disorders.
However, the future research should directly define the relationships between
(asymptomatic) prostatitis and erectile dysfunction as well as examine the effect of
treatment in ageing male with prostatitis and sexual problems.
doi:10.1016/j.jomh.2009.08.080
83
E DEL SEGUENTE
Prevalence of asymptomatic inflammatory prostatitis in
ageing male with lower urinary tract symptoms
K. Ausmees1 *, M. Z´ arkovski2, G. Timberg3, P. Korrovits1,
M. Punab1. 1Tartu University Hospital, Andrology Centre, Tartu,
Estonia; 2Tartu University Hospital, Clinic of Surgery, Tartu,
Estonia; 3West-Tallinn Central Hospital, Clinic of Surgery, Tartu,
Estonia
Introduction and Objectives: Asymptomatic inflammation as
new category of prostatitis is often found during evaluation of
other reproductive and prostate disorders. The aim of this study
was to determine the prevalence of asymptomatic prostatitis in
ageing male with lower urinary tract symptoms (LUTS).
Material and Methods: A total of 132 men (mean age 58.9±6.7
years) with LUTS (mean I-PSS 10.4±6.4) were investigated for
white blood count (WBC) in expressed prostatic secretion (EPS)
and post-prostatic massage urine specimen. Subjects with any
clinical symptoms of inflammation were excluded. Total prostate
volume, urinary flow rate and certain organ-specific, hormonal
and biochemical markers were measured as well. Subjectswere divided into 2 groups: men without leukocytes and with
moderate WBC count in EPS (<1×106 WBC/mL, group 1) and
men with significant (>1×106 WBC/mL, group 2) counts of white
blood cells in EPS.
Results: The prevalence of asymptomatic inflammatory
prostatitis according to WHO guidelines (greater than 1×106
WBC/mL) was 29.5% (n = 39). When we used a lower threshold
(greater than 0.2×106 WBC/mL) the prevalence was 61.4%
(n = 81). There was statistically significant difference in PSA
level (p = 0.004) and I-PSS irritative subscore (p = 0.048) for
investigated groups. The WBC in EPS showed a positive
correlation with PSA in serum (r = 0.331, p &#8804; 0.001) and I-PSS
irritative subscore (r = 0.215, p = 0.014) for all investigated men.
Conclusions: Our preliminary results suggest that NIH
category IV prostatitis is quite prevalent in ageing male with
LUTS and may be a risk factor for prostate pathologies


SI TRATTA DELLO STESSO STUDIO? PUO ESSERE UNA PROSTATITE ASINTOMATICA SENZA LUTS CAUSA DI DEFICIT ERETTILE?O DEVE ESSERE ACCOMPAGNATA DAI LUTS

PUO LA PROSTATITE SENZA SINTOMI CAUSARE EIACULAZIONE PRECOCE?

SPERO VIVAMENTE IN UNA SUA RISPOSTA
LA RINGRAZIO INFINITAMENTE PER LA DISPONIBILITà.

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
-Si tratta dello stesso studio;
-"PUO ESSERE UNA PROSTATITE ASINTOMATICA SENZA LUTS CAUSA DI DEFICIT ERETTILE?O DEVE ESSERE ACCOMPAGNATA DAI LUTS?" E' più frequente con i LUTS, ma non si può escludere l'evenienza anche in assenza;
-PUO LA PROSTATITE SENZA SINTOMI CAUSARE EIACULAZIONE PRECOCE? Si, ma non frequentemente.
[#6] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
MA LA PROSTATITE ASINTOMATICA SENZA LUTS CREA DEFICIT ERETTILE SU BASE ORGANICA OPPURE SOLO PSICOLOGICA, IN QUANTO LIMITA LA LIBIDO? QUAL'E' IL MECCANISMO? E' LEGATA ALL'ETA?
SCUSI SE LA DISTURBO, SPERO IN UNA SUA RISPOSTA
GRAZIE INFINITAMENTE
[#7] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
poi ho trovato delle risposte su medicitalia che dicono che la prostatite asintomatica non crea deficit erettile, se non con luts
http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/258886-x_dott_e_conti.html
il cui dottore riporta la seguente frase:
La leggenda metropolitana della prostatite asintomatica e dei disturbi che causa all'erezione è invece come Moby Dick: ogni tanto affiora nel mare delle consulenze di Medicitalia e subito scompare scacciata dagli arpioni dei professionisti a bordo di agguerrite "navi da caccia alle stupidaggini".
Caro signore, non è che non voglia rispondere alle domande, ma ritengo di aver già chiarito (e lo ribadisco sperando di fare cosa utile) che senza sintomi di prostatite (o LUTS) non vi è una relazione con disfunzione erettile. Spero sia definitivamente convinto. Cordiali saluti

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/330821-psa_aumentato.html

Le prostatiti possono eserre causa di accelerazione dei tempi eiaculatori ma non sono causa di alterazioni del meccanismo eretico
Ripeto la prostatite specie se asintomatica non può creare disturbi erettili.
NON VOGLIO CREARE PROVOCAZIONI, MA VORREI SOLAMENTE CAPIRE QUESTA DIVERGENZA
DI OPINIONI.
SPERO IN UNA SUA RISPOSTA
[#8] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
spettabile dottore oggi ho effettuato una visita medica con un andrologo che oltretutto la conosce bene.
Mi ha confermato che l'unica relazione tra deficit erettile e prostatite e' sostenuta dal dal dolore che provoca la patologia. diverso e' il deficit associato ad ipertrofia prostatica che può' avere cause organiche. lo studio pubblicato si riferisce a persone che hanno una prostatite asintomatica ma che pero' sono presenti anche i luts. mi riferisce che la prostatite asintomatica in assenza di luts NON PUO!!essere accompagnata da deficit erettile ( oltretutto no esiste nessuno studio che attribuisca una relazione organica tra le due patologie se non il dolore che causa un problema psicologico). Mi dispiace trovare in questo forum delle mezze verità' che creano solamente paure ed insicurezza a persone che vivono questa patologia. Almeno alle volte un po di onesta ci vorrebbe anche da parte vostra...
[#9] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
non sono sorpreso che un Collega abbia delle opinioni diverse dalle mie, peraltro in un ambito così complesso come le interrelazioni tra prostatiti e problematiche sessuali. Ciò detto, lei in questo forum ha chiesto espressamente a me un'opinione in merito, e io questa le ho dato. Dissertazioni scientifiche e fisiopatologiche esulano dagli obiettivi di questo forum, che ha come scopo principale dare informazioni cliniche; ciò detto non mi voglio esimere dall'argomentarle la mia ultima risposta, che cioè non può essere del tutto esclusa una correlazione tra prostatiti asintomatiche ed eiaculazione precoce / disturbi erettili. Nelle prostatiti asintomatiche (categoria IV NIH) vi è frequentemente un innalzamento di interleuchine (citochine proinfiammatorie) (v. ad es Korrovitis, 2006). Orbene, esistono a loro volta associazioni significative tra elevati tassi di interleuchine e: sia eiaculazione precoce (Lotti, 2012), che problematiche erettili (Giugliano, 2004).
Concludo dicendole che se in un suo precedente post ho apprezzato la sua affermazione di non voler “creare provocazioni”, rimango perplesso nel leggere ora riferimenti a presunta poca onestà: in Medicina non esistono solo univoche certezze, ma (e molto più frequentemente) più possibili interpretazioni di uno stesso fenomeno, interpretazioni peraltro in continua evoluzione.
[#10] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
SPETT DOTTORE
IN RIFERIMENTO ALLA SUA RISPOSTA SONO ANDATO A LEGGERMI GLI STUDI DA LEI INDICATI E PRECISAMENTE
LOTTI 2012
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22897716
CONCLUSION:ED and PE are reported by one in six infertile patients. ED is mainly associated with depressive symptoms, while PEDT score is positively associated with prostatitis symptoms and signs, phobic anxiety, and cFT. IN CUI MI PARE CHE IL DISTURBO SULL' EREZIONE E' ASSOCIATO ALLO STATO DEPRESSIVO

E LO STUDIO DI (GIUGLIANO 2004)
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15505991

IN QUESTO STUDIO SI SI PARLA DI interleuchine, PERO' COSA IMPORTANTE CHE LE 80 PERSONE PRESE IN ESAME SONO OBESE!!! E MI PARE CHE L'OBESITA' SIA FATTORE DI RISCHIO....

PER CUI MI PARE DI AVER CAPITO CHE ATTUALMENTE NON ESISTE CON CERTEZZA UNA RELAZIONE TRA PROSTATITE ASINTOMATICA E DEFICIT ERETTILE.?
[#11] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Lotti - RESULTS: "PEDT score was positively associated with prostatitis symptoms and signs, such as sIL-8"
Giugliano: prendo atto che per lei l'aspetto importante è che il campione sia costituito da soggetti obesi; io ritengo importante la correlazione comunque tra livello elevato di interleuchine (comunque prodotte) e problematiche erettili.
Qui mi fermo.
[#12] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
mi pare comunque che siano solo delle ipotesi non confermate ne da un lato ne dall' altro