Utente 263XXX
Sono una ragazza di 25 anni.
Purtroppo ho bevuto alcool tutte le sere ininterrottamente per 3 anni. Saranno stati pochissimi i giorni in cui non ho bevuto, si contano sulle dita di una mano.
Secondo voi il rischio di contrarre una grave malattia è elevato? Oppure se d'ora in poi resto astemia è probabile che non debba preoccuparmi? Cosa mi conviene fare? Ho paura di essermi danneggiata in modo irreversibile...
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

se ha deciso di smettere di assumere alcol ha già preservato la Sua salute.

Per fugare ogni dubbio, concordi col Suo Curante "in primis" un esame del sangue per la valutazione degli indici epatici ed effettui un'ecografia epatica.

Se vuole, mi aggiorni pure.


Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto. Aggiungo una domanda: può essere pericoloso (le ricordo dopo aver assunto alcol tutte le sere per 3 anni) smettere di colpo? Corro qualche rischio come il delirium tremens o altre patologie? Oppure se l'eccesso è "limitato" ai 3 anni non devo preoccuparmi più di tanto?
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Di nulla!

Le problematiche conseguenti all'assunzione di alcol non dipendono soltanto da quanto tempo lo si assume ma, soprattutto, dalla quantità giornaliera assunta.

Per il momento non metta "il carro davanti ai buoi"...e faccia gli esami consigliati.


Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
La mia quantità giornaliera è stata abbastanza "pesante", nel senso che ogni sera sono arrivata ad assumere il quantitativo di quasi due bottiglie di vino oppure 4-5 birre da 66 cl. Spesso anche a stomaco vuoto...
Peso 52 kg e sono alta 1,60 m.
Adesso sto seriamente cercando con tutte le mie forze di resistere e spero non sia troppo tardi...
Le farò sapere l'esito delle analisi; a proposito: mi conviene aspettare almeno una settimana senza bere dall'ultima "bevuta"? Questa potrebbe influire sui valori? Oppure posso farle anche subito?
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

la quantità alcolica assunta quotidianamente e per un così lungo periodo è eccessiva!

Questo è uno dei motivi per il quale deve effettuare gli esami di controllo; dopo una settimana di astinenza è più che sufficiente.

Con l'occasione, faccia anche valutare dal Suo Curante se è necessario darLe un supporto farmacologico e/o psicoterapeutico per evitare possibili "ricadute".

Da parte mia, sarò ben lieto di ricevere Suoi aggiornamenti e mi rendo disponibile sin da ora per ogni ed eventuale contributo.

Non molli!!


Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Allora le farò sapere degli aggiornamenti! Ho proprio bisogno di qualcuno che mi segua nel tempo...
Intanto vorrei porle un'altra domanda, se non la disturbo...: negli ultimi 20 giorni, dopo aver bevuto la sera precedente in quelle quantità, per quasi l'intera giornata ho avuto una tachicardia fortissima che io lì per lì associavo a un attacco di panico (motivo che mi ha portato a eliminare forzatamente l'alcool nonostante la mia forte dipendenza); per farle un esempio, un giorno ho misurato la pressione e avevo la massima a 150 e la minima a 80, mentre i battiti per minuto a 120. Volevo assolutamente andare in ospedale ma non mi hanno voluto portare pensando si trattasse di un attacco di panico.
Può essere dovuto a una compromissione del fegato, per cui di conseguenza viene intaccato il cuore? In quei casi cosa bisogna fare per placare quello stato di tachicardia, ansia, tremori, sudore freddo e svenimento?
In ogni caso, la terrò aggiornata con i risultati delle analisi non appena le farò!
[#7] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
E' molto probabile che si sia trattato di una sovrapposizione tra quantitativo di tasso alcolico in circolo e forte stato ansioso. Un attacco di panico non è da escludere!

A maggior ragione si renderà necessario anche il consulto e supporto specialistico Psicologico/Psicoterapeutico.


Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Con dispiacere le comunico che questi ultimi 3 giorni sono stati fallimentari: ho di nuovo bevuto tutte e 3 le sere, per cui prima di fare le analisi preferisco aspettare. In che guaio mi sono cacciata...
[#9] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Questo era prevedibile ed è necessario non aspettare!

Attui al più presto quanto già consigliato nei precedenti post: ne parli al più presto col Suo Curante!! Il supporto Psichiatrico/Psicoterapeutico è inevitabile.


Cordialmente.
[#10] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Sono appena tornata con la prescrizione, come le dicevo volevo aspettare che passasse un po' di tempo dall'ultima bevuta...
Il dottore mi ha prescritto il LEXOTAN da prendere la sera prima di andare al letto e poi le analisi del sangue quasi complete (credo), tra cui anche l'alcolemia.

Mi ha detto di farle in settimana... La mia ultima bevuta è stata ieri sera (4 birre da 66 cl di cui due doppio malto).
Alla fine vado già domani o mi conviene aspettare (con il rischio che ricada nell'alcool)? Il medico mi ha detto di fare come reputo opportuno, ma io non saprei quanto e se aspettare...

Aggiungo anche che al momento ho un po' di raffreddore e una specie di bronchite: questo può interferire con l'esito delle analisi?
[#11] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Nella Sua situazione...aspettare ancora non serve a nulla.

Faccia gli esami al più presto e non sottovaluti il supporto Psichiatrico/Psicoterapeutico per iniziare un percorso di disassuefazione dall'alcool.

Buona serata.
[#12] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, dopo 4 giorni senz'alcool questa mattina mi sono recata a fare le analisi del sangue, avrò l'esito tra 9 giorni.

Ho letto su Internet che per il valore <alcolemia> la zona del braccio dove viene effettuato il prelievo non andrebbe disinfettata con alcool, ma nel mio caso è stato fatto. Può compromettere eventualmente i risultati?
[#13] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

dal momento che l' alcol denaturato non è più utilizzato da tempo per la disinfezione cutanea, ritengo si sia trattato di un disinfettante con principio attivo differente.


Buona giornata.
[#14] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
le comunico che sono disponibili i risultati dei miei esami!
Domani le manderò le scansioni tramite link...
[#15] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

mettiamo a disposizione dell'utenza tutta la nostra disponibilità e Professionalità, ma Le ricordo che esistono in questo sito delle Linee Guida a cui noi tutti (Medici, Psicologi ed utenti) non possiamo contravvenire.

Come potrà Lei stessa verificare, non è consentito "inviare immagini diagnostiche e non allegare link a immagini o documenti esterni al sito: non possono essere fatte valutazioni via internet di esami diagnostici."

http://www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp


Comunichi innanzitutto l'esito degli esami al Suo Curante.


Cordiali saluti.


[#16] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Chiedo scusa...

Le allego un link <<interno al sito>> in cui tempo fa avevo fatto una cosa simile (ero registrata con un altro nome utente) e non mi è stato detto nulla:

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/220563-esito_analisi_del_sangue_dopo_abuso_alcol_ogni_giorno_per_un_anno.html

In ogni caso allora le scrivo qualche valore delle analisi che può risultare utile perché tutti sono troppi, son 4 pagine. Accanto metto i valori di riferimento:
-TRIGLICERIDEMIA: 90 mg/dL......< 170
-AST (G.O.T.): 15 U/L..................< 40
-ALT (G.P.T.): 13 U/L...................< 50
-GAMMA GT: 16 U/L....................9-36
Quindi almeno questi non indicano una sofferenza epatica, giusto?


Mentre i valori fuori dai limiti sono:
-COLESTEROLEMIA TOTALE: 217 mg/dL...............< 200
-BILIRUBINEMIA TOT E FRAZ (Met. Colorimetrico):
Bilirubina totale 1.92 mg/dL....................................0.20 - 1.20
Bilirubina diretta 0.63 mg/dL...................................< 0.50
Bilirubina indiretta 1.29 mg/dL................................0.10 - 0.70
[#17] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

i risultati riportati risultano essere nei range normali, tranne quelli relativi alla bilirubinemia totale e frazionata meritevoli di un approfondimento diagnostico da parte del Curante.

Il lieve aumento del Colesterolo totale, invece, può essere indicativo di un regime alimentare disordinato e carente sia di fibra alimentare che di attività motoria.


Buona giornata.
[#18] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Ok, ma potrebbe esserci un problema al fegato anche se le transaminasi risultano basse? In ogni caso speriamo in bene... Questa sera porterò i risultati al medico di base.
Grazie!
[#19] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
E' ipotizzabile e resta tale possa trattarsi della Sindrome di Gilbèrt...ma, come già detto, un approfondimento diagnostico è consigliabile.


Attendo gli sviluppi del colloquio.


Cordialità.
[#20] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Gentile medico,

mi sono poi rivolta al medico di famiglia dopo aver eseguito le analisi del sangue. Ha detto che dalle analisi risultava tutto ok e che quindi eventualmente le avremmo ripetute dopo un po' di tempo.

Dopo vani tentativi di smettere di bere ho deciso di rivolgermi al sert della mia zona, presso cui ho già fatto due visite: una con una assistente sociale e l'altra con una dottoressa. Al termine della visita, tra ecografia e aver palpato l'addome la sentenza è stata: fegato grasso e steatosi epatica...

Spero sia un deterrente a non bere più. Mi sono veramente spaventata, d'ora in poi cerco di cambiare il mio stile di vita...
[#21] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Glielo auguro!

A questo punto è proprio indispensabile per la sicurezza della Sua salute e per se stessa.


Cordiali saluti.
[#22] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Purtroppo ancora non sono riuscita a smettere del tutto, ma solamente a resistere per 4 giorni per poi ricadere.
So che ci vanno tempo e pazienza ed è impensabile di smettere da un giorno all'altro. Secondo lei, sinceramente, potrei essere in pericolo di vita dal punto di vista della salute, considerando che abuso di alcol da 3-4 anni in quantità eccessive? Intendo a livello salutare in generale, escludendo coma etilico... Se posso citare un esempio, anche se sembra fuori luogo, la cantante Amy Winehouse è morta per abuso di alcol... Se smettessi completamente nell'arco di un anno, in questo lasso di tempo il mio rischio di vita sarebbe comunque elevato oppure posso stare tranquilla? Intendo, potrei essere in pericolo di vita quasi immediato? Purtroppo questo pensiero mi scatena un sacco di ansia...
[#23] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

Lei continua a riproporre lo stesso quesito che ha dato inizio a questo thread e da parte mia rimane lo stesso parere!

Le ripeto che ha fatto benissimo a rivolgersi al Sert di zona. Segua le procedure adottate in codesta Struttura e s'impegni seriamente se desidera davvero uscir fuori dal tunnel dell'alcol!!


Buona giornata.
[#24] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Gentile medico,
ho da porle un'altra domanda. Mi chiedo se porla in questo thread, se dopo un po' di tempo vede ancora questi post (intendo, le arriva qualche notifica via email se io scrivo?)... Attendo, se non mi risponde vorrà dire che non ha visto il post! Se invece mi risponde porrò qui la domanda!
[#25] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

posti pure il Suo consulto.


Cordialmente.
[#26] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Alla fine ho aperto anche un nuovo topic nell'attesa, perché sono un po' preoccupata. Comunque glielo incollo qui, vorrei avere il suo parere!

I medici del sert mi hanno prescritto come trattamento due compresse di Sereprile al giorno, una alle ore 10 e una alle ore 18. Mi hanno detto che posso, anzi, che devo prenderlo anche quando bevo perché agisce a livello neuronale, nel senso che allontana gradualmente il piacere e la voglia di bere nel tempo: assumendolo nel periodo in cui si beve pare che tolga proprio il piacere di continuare a bere.

Io sono sempre un po' scettica e paurosa nell'assumere farmaci che non ho mai preso in vita mia, così mi son letta il bugiardino: oltre a essermi spaventata per le conseguenze addirittura fatali che si sono verificate in alcune persone, ho letto che l'assunzione concomitante di alcolici va evitata. Vi riporto la voce del bugiardino: "evitare l'assunzione di bevande alcoliche e di farmaci contenenti alcool.". Mi chiedo allora come mai mi sia stato prescritto questo farmaco e soprattutto come mai mi sia stato detto di prenderlo anche quando bevo! Secondo lei il medico si è sbagliato?
[#27] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

il principio attivo (tiapride cloridrato) è indicato per il trattamento delle forme di etilismo acuto o cronico e viene prescritto dallo specialista dopo attenta valutazione del paziente.

Quindi, il collega del SERT non ha sbagliato!

Per quanto riguarda gli effetti indesiderati, le interazioni, le controindicazioni...lette sul bugiardino rientrano tra quelli che sono gli obblighi del Produttore nel dettagliare minuziosamente la molecola utilizzata.

Il riferimento da Lei fatto <<evitare l'assunzione di bevande alcoliche e di farmaci contenenti alcool.>> è incompleto.

Se legge con maggior attenzione troverà scritto <<Alcool: l’alcool potenzia l’effetto sedativo dei neurolettici. Evitare l’assunzione di bevande alcoliche e di farmaci contenenti alcool>>

Quindi se Lei assume alcol non avvertirà soltanto una graduale voglia di non "bere" (come Le è stato già spiegato), ma potrebbe avvertire anche un effetto sedante.

Spero di essere stato chiaro.


Cordiali saluti.
[#28] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Ah ok... Grazie mille, molto gentile e chiaro!
Alla prossima,
cordiali saluti anche a lei.
[#29] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Gentile medico,
ne approfitto per porle un'altra domanda: da pochi giorni ho scoperto di essere incinta di 6 settimane. In tutto questo periodo ho sempre consumato alcol in maniera eccessiva, nonostante abbia sempre frequentato il sert.
Dopo quanto tempo si può capire se sono stati fatti dei danni al futuro bambino?
Ho anche sempre fumato una media di 20 sigarette al giorno.
L'uso dell'alcol in gravidanza fa male solo al feto o anche alla madre? Dico questo perché insieme al mio ragazzo sto prendendo anche in considerazione l'idea di interrompere la gravidanza, visto il mio problema con l'alcol. In tal caso, se fumo e bevo anche volendo interrompere, ciò può provocarmi dei danni irreversibili?
Il problema è che non è affatto facile smettere di colpo, anche essendo in gravidanza...