Utente 263XXX
salve sono un ragazzo di 23 anni che ha commesso una sciocchezza, avevo una strana ossessione libidinosa che mi perseguitava da tempo, e che purtroppo ho messo in atto con tentativo (poi riuscito) di far si che questa strana per cosi dire perversione anzichè eccitarmi mi avrebbe disgustato e sarebbe svanita dalla mia mente. Era da tempo che mi girava questa strana idea di andare con un transessuale e anzichè curare questo disturbo da un sessuologo che oramai mi assillava la fantasia e dunque la masturbazione, ho deciso irresponsabilmente di provare. Come risultato direi che ci sono riuscito a farmela passare, ma sono stato uno stolto non solo per averlo fatto ma per non aver usato nemmeno i giusti mezzi di prevenzione. Non ho avuto rapporti anali, (solo con un dildo per un istante) ma ho praticato una fellatio senza preservativo a questo transessuale il quale mi ha eiaculato in bocca a mia insaputa. tralasciando lo schifo per ciò che ho commesso, posso dirle che il liquido era poco denso, duvuto dal fatto che chissà quante volte aveva già eiaculato quel giorno. Non ho ingerito nulla, la mia bocca era al momento del fattaccio in ottimo stato, ed ho piu volte riscuaquato con del listerine continuando a sputare per almeno un paio d'ore senza mai deglutire. Ho fumato solo un paio di sigarette dopodichè sono andato in stato di shock a letto. non sapevo che si potesse prendere l'hiv in questo modo, e sopratutto non sapevo esistessero tutte queste malattie sessualmente trasmissibili, sono stato uno sciocco ed irresponsabile. due giorni dopo ho provato a richiedere una profilassi post esposizione ma come immaginiate mi è stata negata. sono stato pure al centro mst della mia città i quali mi han detto di prendere appuntamento per un esame che farò tra tre mesi. Spero solo che almeno per quanto riguardi l'HIV i medici non si basino solo su i casi accertati di trasmissione orale ma anche da dei test di laboratorio, perchè sennò sarebbe inutile dirlo ma poche persone che si mettono a rischio praticano solo ed esclusivamente fellatio, dunque non lo troverei un dato ovvio per negare una profilassi sopratutto a un giovane ragazzo come me che seppur maggiorenne e che non ha mai avuto rapporti a rischio ha commesso una tale baggianata. ora è passato quasi un mese, inutile dire che sia che io stia bene o meno devo aspettare di fare il test riguardo l'HIV. è solo che ho un piccolo dubbio, mi sono accorto (e questo già qualche mese dopo il fattaccio) di avere nella guancia interna come un rigonfiamento che segue la linea di mezzo dei denti, col tempo si è leggermente gonfiata, è indolore, leggermente tendente sul bianco, potrebbe essere un infezione da qualche malattia oppure me la sono procurata io magari essendo nervoso incosciamente con i denti? ce l'ho anche dal lato opposto sempre interno guancia sempre tra la linea dei denti superiori e inferiori solo che non segue tutta la dentatura ma è solo in un piccolo punto, potrebbe essere candida? già dopo 4\5 giorni?
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

Le consiglio di farsi controllare dallo specialista delle malattie sessualmente trasmissibili, quale il Venereologo.
Questo è l'unico modo per fare chiarezza sul suo stato e donarle la serenità che ricerca. Credo che tutto il resto lei lo abbia già compreso, compresi i rischi che ha corso.
per ulteriori informazioni può leggere un articolo targato medicitalia su:

http://www.medicitalia.it/luigilaino/news/1330/Decalogo-di-prevenzione-sul-rapporto-sessuale-orale-non-protetto-il-terrore-dell-HIV-Co

saluti cari