Utente 155XXX
Buongiorno, all' eta' di 5 anni, adesso ne ho 41, ho avuto un tumore nella parte sinistra del collo curato con chemioterapia e forti dosi di radioterapia in quanto non asportabile, adesso avendo perso i molari superiori a sinistra vorrei fare un impianto con rialzo del seno mascellare in quanto privo di osso, ne ho gia' fatto uno a destra circa un anno fa ed e' andato tutto bene ma ora il mio dubbio e' che la zona interessata e' stata in parte trattata da radioterapia e chiedevo se ci potessero essere particolari problematiche oltre a quelle dell' intervento vero e proprio, il mio dentista che mi segue da molti anni e' favorevole a farlo.
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente se lo studio radiologico non evidenzia condizioni a rischio,non sussistono elementi sfavorevoli all'intervento.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Penso che lei sia guarito in tutto e per tutto.
Normalmente la radioterapia oltre una certa dose è una controindicazione assoluta all'implantologia.

Ma essendo stata eseguita, se non ho capito male, quando lei aveva 5 anni, e l'organismo era in completa evoluzione, la biologia ha ricostruito tutto e non dovrebbero esserci problemi.
[#3] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, la radioterapia l' ho cominciata a 5 anni e l' ho terminata a 9 anni ma siccome non era operabile hanno dovuto farla ad ampio spettro ed a dosi massime, il dubbio che ho e' che andando a trattare quella zona possa riformarsi qualche altro tumore.
Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Paolo Diotallevi
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il problema non è rappresentato dalla radoterapia in se, ma dalle modificazioni che tale trattamento potrebbe aver indotto nell'osso spongioso (talvolta osteonecrosi).
Premetto che il suo caso può essere valutato solo ed esclusivamente da chi conosce bene lei e il suo quadro radiologico (basti pensare che noi consulenti MI non siamo a conoscenza nemmeno del tipo di tumore che l'ha colplita da bambino: linfoma? Sarcoma? Epitelioma branchiale?).
Comunque, considerati i consigli del suo dentista, immagino che le zona del seno mascellare non sia stata coinvolta dal campo di trattamento e che in ogni caso l'osso appaia strutturalmente normale, con indennità della mucosa e assenza di essudato. Se questi presupposti sussistono (e sei lei non è attualmente in terapia con bifosfonati) non dovrebbero esserci problemi riguardo l'inserimento di impianti.
Quanto ai suoi timori di recidive tumorali indotte da impianti, la tranquillizzo completamente.
[#5] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, la sua risposta e' molto buona, il tumore che mi ha colpito e' un rabdomiosarcoma, il mio dentista mi ha fatto la lastra in 3D, il problema e' che l' osso non c'e' e che devo fare un rialzo del seno mascellare per poter poi fare l' impianto.
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Continuo a non vedere problemi, sempre con buona funzionalità del turnover osseo e della coagulazione.
[#7] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Purtroppo bisogna conoscere volumi e dosi di trattamento prima di pronunciarsi. Di solito, pur non essendoci linee guida chiare in merito, si attende un minimo di 1-3 anni prima di potere effettuare interventi dentari come estrazioni o protesi. Uno studio radiologico adeguato, in assenza di radionecrosi evidente, potrebbe consentire quanto programmato dall'ontoiatra.
[#8] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, di anni ne sono passati quasi 30 da quando ho finito la radioterapia io per quanto concerne la presenza di radionecrosi non me ne intendo ma penso e spero che dalla radiografia in 3d si evidenzi o meno la presenza della stessa.