Utente 268XXX
Salve.. è da più di un anno che mi ritrovo ad affrontare un problema di salute che ancora oggi non sono riuscita a capire cosa sia e come fare per curarlo.. chiedo qua perchè credo che un consiglio di uno specialista cardiologo possa servirmi.. parto dal presupposto che ho diversi sintomi che mi preoccupano... Sono soggetta a continui giramenti di testa,sensi di debolezza, vertigini e senso di svenimento ,tutto accompagnato ogni volta da battito cardiaco accellerato ed è capitato spesso che sia stata colpita da forte tachicardia con difficoltà respiratorie che sembra quasi che mi stesse venendo qualcosa ... credo sia opportuno aggiungere che comunque io in questo anno ho sofferto di pressione bassa... ho effettuato 3 volte le analisi del sangue con risultati perfetti. visita della tiroide altrettanto, in piu mi è stato fatto un ECG risultato buono e da qualche mese ho fatto una visita dall otorino da dove è uscito che soffro di una rinite cotonale e otite cotonale (che sto curando ).. la cosa che mi preoccupa è che comunque non ci sono situazioni particolari in cui capita ma ogni cosa che io faccia sia accompagnata da questa tachicardia..a volte anche dal nulla capita che mi senta malissimo...vorrei capire se puo essere un qualcosa collegato appunto a un possibile problema al cuore o se sia la possibile ansia che tutti pensano che io abbia compreso il mio medico..(anche se per me non lo è)...personalmente essendo una ragazza di 20 anni inizio a preoccuparmi e vorrei che tutto questo finisse il prima possibile..anche perchè questa cosa ha influito del tutto sulla mia vita obbligandomi a privarmi di molte cose.. e per una ragazza di 20 anni come me è un qualcosa di veramente brutto.. grazie mille per le eventuali risposte che mi vengono date... vi saluto..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' difficile stabilire se nasce prima l'uovo o la gallina....Mi spiego meglio... L'ansia può essere causa di accelerazione dei battiti e dell'intero corteo di sintomi che lei descrive, ma è altrettanto vero che un'accelerazione immotivata dei battiti, come può verificarsi in caso di aritmie cardiache, innesca il meccanismo dell'ansia e il resto dei sintomi. Va anche detto che abbassamenti di pressione possono inserirsi nel contesto delle cosiddette crisi vaso-vagali, anch'esse responsabili dei suoi sintomi e di accelerazioni secondarie del battito. Come vede è meno semplice di quanto si possa pensare riuscire a fare diagnosi in casi come il suo ed è bene giungere a etichettare le persone come ansiose solo se altri problemi non vengono dimostrati. Le consiglio pertanto di rivolgersi ad un cardiologo all'altezza del problema.
Cordialità