Utente 130XXX
Cari dottori,
sono un ragazzo di 21 anni e abito a Roma per studio, vi scrivo per avere un consiglio e saper come meglio affrontare il mio problema.
Circa 10 anni fa son caduto sul mento urtandolo dalla parte di sotto dove si è formato un taglietto di circa 1cm di cui conservo ancora la cicatrice.
Poi, non so se sia una coincidenza o una vera e propria conseguenza, ma nei mesi a seguire si è andato formando lentamente un rigonfiamento tra il labbro e il mento e ormai sono almeno 7 anni che non muta dimensioni.
Perciò mi son deciso a fare un'ecografia per tessuti molli giovedì prossimo e una successiva visita dermatologica col referto se necessaria per prescrivere un eventuale intervento chirurgico.
Queste sono alcune foto che rappresentano il mento:
http://s13.postimage.org/jewcoktlj/Immag0994.jpg
http://s9.postimage.org/x2u2i7alr/Immag1002.jpg
http://s7.postimage.org/x8zylvvtn/Immag1003.jpg

Vorrei sapere gentilmente se è corretta la prassi e se potreste darmi alcuni consigli e informazioni su come è meglio agire e cosa comporta l'intervento chirurgico nel caso si tratti di o un grumo di sangue, o una cisti o un'altra formazione possibile (nel caso quale).

Vi ringrazio molto,
auguri di buon anno.

Cordiali saluti,
Lorenzo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig. Lorenzo,
è difficile poter fornire un parere a distanza avendo a disposizione solo delle fotografie.
Dalle immagini si potrebbe sospettare una formazione angiomatosa ma conviene attendere l'esito dell'ecografia, correttamente indicata, nonchè della visita specialistica.
Sarà lo stesso sanitario a suggerirLe eventuali ulteriori esami e/o consulenze.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Miotti,
la ringrazio molto per il veloce intervento, domani appena ricevuto scriverò l'esito dell'ecografia.
Ho fatto qualche ricerca su internet sul termine da Lei usato, e mi chiedevo se prima della visita specialistica con in mano solo il referto dell'ecografia fosse meglio per la focalizzazione del problema presentarsi anche col referto di una risonanza magnetica, in modo che nella stessa seduta si possa inoltre stabilire l'intervento necessario per la rimozione.

La ringrazio,
cordiali saluti

Lorenzo
[#3] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
L'indicazione all'esame è opportuno venga posta dallo specialista, per non rischiare di sottoporsi ad un esame inutile.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Salve,
ecco il referto dell'esame ecografico:
A carico del piano cutaneo si apprezza area ipoecogenea di mm 4 disomogenea.
Nulla da segnalare a carico del tessuto adiposo sottocutaneo e del profilo corticale dell'osso. Si consiglia exeresi chirugica.

La dottoressa che mi ha visitato inoltre ha chiamato gentilmente un dermatologo il quale si è espresso dicendo che è un neo fibromatoso che andrebbe esportato con un intervento di chirurgia plastica.
Volevo sapere se è meglio fare comunque una visita dermatologica per sentire il parere di un altro dermatologo.

Essendo poi un intervento al volto mi chiedevo se i metodi utilizzati potessero lasciare un eventuale cicatrice o una non corretta crescita della barba in quella zona (attualmente più fitta in quel punto) e i tempi di convalescenza, in modo da valutare se rimandare l'intervento a dopo il periodo esami universitari.

Nel mio caso, qual'è il miglior tipo di intervento? Cosa devo comunicare al medico curante per avere una corretta ricetta?

Inoltre, dato che sono un pò preoccupato (è il mio primo intervento), potreste consigliarmi qualche bravo collega a Roma, clinica privata o meglio pubblica?


Vi ringrazio, attendo vostri consigli.

cordiali saluti,
Lorenzo
[#5] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Miotti,
sono appena tornato dalla visita dermatologica nella quale la dottoressa mi ha scritto una ricetta per "visita chirurgia plastica (neoformazione mento)".

Dunque, essendo un intervento al volto, sono molto preoccupato e volevo sapere se poteva consigliarmi i migliori reparti, sia come strumentazione innovativa che come competenza/ricerca per interventi al viso, sul territorio nazionale.

Ciò che importa non è il costo, ma l'ottima riuscita dell'intervento a tutti gli effetti, in modo che non si notino cicatrici o cambiamenti nella crescita peluria.

Spero chiunque legga possa aiutarmi,
grazie mille!

Cordiali saluti,
Lorenzo