Utente 284XXX
Buonasera,

scrivo qui per chiedere informazioni circa il mio problema. A metà novembre ho subito un trauma alla mano dx la cui diagnosi dopo rx è stata: frattura composta alla base del 3° metacarpo. Mi è stato applicato l'apparecchio gessato per 30 gg e alla sua rimozione 3 settimane fa mi è stato detto comunicato che il callo osseo si stava formando correttamente e l'unico tipo di fisioterapia che mi è stato prescritto è quello classico con pallina di spugna. Tuttavia la mia mano presenta alcuni problemi: innanzitutto provo ancora dolore ad effettuare alcuni movimenti semplici; ho una specie di rigonfiamento osseo sul dorso della mano e la nocca del terzo dito della mano fratturata riamane come infossata quando chiudo la mano a pugno. Infine ho come l'impressione che l'articolazione del dito medio sia più fragile nel senso che quando lo muovo con l'altra mano sembra più "molle" senza contare che l'articolazione stessa scrocchia molto frequentemente.

Volevo quindi chiedervi, pur nei grossi limiti del consulto online, se mi devo preoccupare o se devo armarmi di molta pazienza e aspettare ancora qualche tempo prima della guarigione completa.

Grazie in anticipo per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

il rigonfiamento è del tutto normale: si tratta del callo osseo.

Un certo dolore sotto sforzo è anche esso normale per qualche mese.

Deve avere pazienza ancora un pò.
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno dottor Leccese e grazie per la tempestiva risposta.
Vorrei chiederle informazioni i merito al fatto che l'osso sembra come essersi inclinato tanto che la nocca del terzo dito non è più sporgente come prima ma più bassa e incavata, non so se mi spiego. Al di là del mero danno estetico pensa che questo possa crearmi dei problemi? Le chiedo questo perché nessuno dei medici si era preoccupato e mi sembra di essere l'unico a preoccuparmi. Inoltre volevo chiedere se mi consiglia qualche seduta dal fisioterapista.

Grazie in anticipo
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
No, non deve affatto preoccuparsi: non ci sarà alcun deficit funzionale residuo.

E' sufficiente aprire e chiudere le dita; non serve alcuna fisioterapia particolare.

Buona giornata.
[#4] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera dottore,

ho un'ultima domanda per lei. Ho notato che quando stringo il dito medio e il pollice (tipo effetto pinza per intenderci) sento male lungo l'avambraccio fino al gomito e la mano mi trema parecchio. Questo è normale per via della frattura al metacarpo o in teoria non dovrebbe esserci?

Grazie e buona serata
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non costituisce alcun problema, ma è meglio evitare questo movimento.