Utente 281XXX
Salve, tempo fa avevo avanzato la mia domanda su questo sito. La domanda era relativa a un problema che persiste. Preferisco precisare il tutto partendo dall'inizio.
Il 30 luglio 2012 sono stato operato per varicocele di 4 grado al testicolo sinistro. Operazione andata a buon fine, effettuata con taglio sull'anca e legatura della vena. Per il primo mese nessun fastidio escludendo quelli relativi ai punti e preciso che non ho fatto sforzi fisici intensi ma normale attività come camminare, bicicletta a velocià turistica tanto per intendere lo sforzo e nuoto leggero. A settembre ho ricominciato l'attività sportiva vera e propria (gioco a pallacanestro). Attività cominciata con la preparazione atletica, che per le prime due settimane non ha arrecato problemi. Con il passare del tempo ho notato un ingrossamento del testicolo sinistro, all'apparenza era gonfio e pesante con leggero dolore. Mi sono recato allora dall'urologo il quale ha notato una epididimite. Perciò ciclo di antibiotico con Ciprofloxacina per 7 giorni e riposo per circa due settimane. dopo il riposo riprendo a giocare ma la situazione non cambia perciò decido di recarmi dal medico che mi ha operato il quale tramite ecografia ha notato una infiammazione del didimo e epididimo. Quindi di nuovo ciclo antibiotico con ciprofloxacina per 7 giorni. Ha detta del medico che mi ha operato l'attività fisica non era una circostanza aggravante che a parere mio invece c'entra eccome! Allora su fiducia del medico ho ripreso l'attività ma a dicembre preso dal nervoso ho deciso di ripresentarmi da un urologo diverso (il primo che mi visitò nella cronostoria). Il dottore tramite ecografia vide che l'epididimite diagnosticata a settembre non c'era piu e come disse lui focolai di infiammazioni non c'erano seppur il testicolo fosse leggermente infiammato. Come terapia non mi ha prescritto nulla ma il semplice riposo per due mesi. Ora arrivato al primo mese di riposo dolori acuti non ne ho ma al tatto la sacca del testicolo sx appare normale come quello dx ma se provo con il dito a premere sul testicolo sento una netta differenza tra i due. Ossia che il destro è ''morbido'' diciamo, e il sinistro è leggermente piu duro e il tatto o la pressione mi arrecano fastidio, inoltre in termini di grandezza il testicolo sx è piu grosso cosa notata anche dall'ultimo urologo che mi ha visitato il qualche ha detto che un leggero idrocele dopo tale operzione è normale averlo.
Non so darmi una spiegazione forse l'aver fatto attività cosi a lungo ha reso la situazione ancora piu delicata e quindi essa richiede piu tempo di riposo. Spero che mi possiate dare una delucidazione.
Ps: non so se può servire ma a giugno ho avuto un rapporto protetto da profilattico con una prostituta. Rispettando il periodo finestra di 3 mesi per le varie potenziali malattie dalle analisi è risultato tutto negativo. L'ho voluto precisare perché potrebbe venire utile

Grazie
Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
diffuicile dare parere via internet su una situazione "complicatella" del genere in cui vi sono stati una infezione ed un intervento. personalmente farei un ecodoppler con studio delle arterie testicolari e della irrorazione epididimo.-didimaria, e poi visita da esperto collega. Che da come la descrive da qua potrenbbe sembrare un modesto idrocele (raccolta di acqua) ma meglio essere cauti viste le vicissitudini.
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore. Comunque il riposo ritiene che sia utile? E infine, l'eiaculazione puo gravare sulla mia situazione?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Di controlli ne ha già fatti, uno in più non guasta. L' eiaculazione non fa nulla.
[#4] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Carissimo Dottore, volevo chiederle in merito alle informazioni date se per caso tutto possa essere dovuto alla Clamidia dato che come le ho indicato ho avuto un rapporto protetto con prostitua.
Grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Orpo che clamidiona!. Traduzione: difficile pensarlo.