Utente 263XXX
A partire da marzo 2012 sono stato in terapia sostitutiva con nebid (tre iniezioni: inizio marzo, fine aprile e a metà agosto).
La terapia sostitutiva era stata avviata perché avevo lamentato calo della libido e prolungata astenia sessuale e a seguito degli esiti di ECD e dell’esame del sangue che riporto:
TT 4,34 ng/mL 3 – 10
Tfree 7,8 pg/mL 8 – 47
Prolattina 4 ng/mL 2 – 15
SHBG 62 nmol/L 10 – 70
A quattro mesi dall’ultima iniezione (prelievo di metà dicembre) ho avuto i seguenti esiti dall’esame del sangue:
TT 4,88 ng/mL 3 – 10
Tfree 13,5 pg/mL 8 – 47
Prolattina 5,5 ng/mL 2 – 15
SHBG 42 nmol/L 10 – 70
PSA 0,85 ng/mL < 4
TSH 0,72 microU/mL 0,25 – 4,5
FT3 3,0 pg/mL 2,0 – 4,0
FT4 12,3 pg/mL 7,0 – 17,0
Premetto che ho avvertito gli effetti della terapia sostitutiva su desiderio e qualità dell’erezione (anche documentati con ECD successivo) e ora, mi domando se è necessario proseguire la terapia sostitutiva, o se sono perseguibili altre terapie meno invasive. Come potete vedere da precedenti consulti nutro una certa perplessità verso questo tipo di approccio e quindi vi sottopongo questa domanda alla luce degli ultimi esami.

Grazie e cordiali saluti,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
imn generale la terapia sostitutiva non va mai sospesa, cauti tentatitivi possono essere fatti a seconda del quadro clinico dopo 6-12 mesi, ma per questo serve il suo andrologo dal vivo, non si capisce percè abbia dubbi: funziona, protegge da neoplasie (comprese quelle della prostata) e eventi vascolari acuti ed osteopotrosi. Poi è uniezione ogni 3 mesi circa. Tranquillo.