Utente 285XXX
Salve. 40 giorni fa ho avuto un incidente al lavoro schiacciandomi con un pesante tubo di ferro la terza falange del terzo,quarto e quinto dito. mentre il mignolo non era grave (solo distacco dell'unghia e qualche punto di sutura) le falangi del medio e dell'anulare erano più compromesse,essendo praticamente scoppiate.il medio mi è stato ricucito e sono stato operato all'anulare con un lembo di pelle preso dal braccio per ricostruire. il referto dice "subamputazione della terza falange dell'anulare con perdita di sostanza". dalle radiografie non risultano danni ossei e non stati rilevati danni ai tendini. il dottore mi aveva detto che non mi sarebbero rimaste le dita più corte e la funzionalità sarebbe ripresa, tuttavia a 40 giorni dall'operazione mi sembra che il medio e soprattutto l'anulare siano più corti di diversi millimetri.essendo le ossa sostanzialmente intatte, devo aspettarmi che con il passare del tempo e la rigenerazione dei tessuti le dita riassumano la lunghezza originaria?per ora mi sta appena nascendo l'unghia sul medio mentre ancora nulla sull'anulare, anche se il dottore mi aveva detto che la matrice c'è ancora.sono un pò preoccupato dall'aspetto sensibilmente più corto delle due falangi (che si presentano ancora molto gonfie), ho speranza che essendo l'osso intatto possano tornare (più o meno )quelle di prima? Grazie per il consulto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

man mano che le cicatrici si assesteranno (entro 4-6 mesi), l'aspetto complessivo delle falangi potrebbe migliorare lievemente, ma non nel senso della lunghezza.

Mal che vada, è possibile chirurgicamente recuperare un minimo in lunghezza, ma questo va valutato solo alla fine e se ne vale realmente la pena.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
Ancora una cosa scusi il disturbo. Dato che pratico arrampicata sportiva e suono la chitarra, secondo lei in termini di funzionalità avrò grossi problemi?sto ricominciando a muovere le dita, ma per un'eventuale fisioterapia devo aspettare la completa guarigione delle ferite?Anche se sento dolore è meglio cercare comunque di muovere le dita il più possibile già da ora per evitare anchilosi?Grazie ancora,saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Deve attendere perchè solo con il tempo si potrà valutare il livello di sensibilità residua dei polpastrelli e l'eventuale dolore locale dovuto ai cosiddetti neuromi d'amputazione, che limiterebbero molto i suoi hobbies.