Utente 282XXX
Buonasera, volevo un parere in quanto sono un po' confusa. soffro di tachicardia sinusale con episodi di tachicardia sopraventricolare il cardiologo mi ha consigliato l'ablazione che per ora non voglio fare quindi mi ha dato dei betabloccanti che ho preso il primo periodo e poi ho smesso. Quindi per ora sto convivendo con la tachicardia, qualche giorno fa avevo la tachicardia più forte delle altre volte e oltre alla tachicardia avevo anche vampate di calore giramenti di testa e senso di svenimento, visto che mi trovavo in un ambulatorio mi aiutò un medico che mi fece diminuire la frequenza praticando il massaggio del seno carotideo, mi disse che sicuramente era un attacco di panico e che il tutto era dovuto all'ansia io gli dissi che ho sempre tachicardia e che mi avevano riscontrato delle aritmie al cuore e lui mi rispose che anche le aritmie come la tachicardia sopraventricolare può essere dovuta all'ansia e di andare da uno psicologo. ora sono un pò confusa perchè il cardiologo mi disse che avevo problemi di conduzione del cuore che mi portavano aritmie e ora questo medico mi ha detto che le aritmie possono dipendere dall'ansia, quindi ora non so cosa fare inoltre se dò retta al cardiologo e affronto l'intervento e poi ha ragione l'altro medico sul fatto dell'ansia? io non credo di essere ansiosa ma lui sostiene che chi ha l'ansia non se ne accorge. quindi come faccio a capire se le aritmie sono provocate dal cuore o dall'ansia? (ho anche cortisolo e acth alti l'ho detto al medico ma lui mi ha detto che non influiscono sul battito), vi ringrazio cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
sarebbe molto utile avere un tracciato nel momento di insorgenza della tachicardia
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore la ringrazio per la sua risposta, io ho fatto anche l'holter cardiaco da cui risulta che di base ho una tachicardia sinusale e spesso ho tachicardie sopraventricolari di 175 bpm e mi è stata consigliata l'ablazione, io non l'ho voluta fare, un medico mi ha detto che queste aritmie possono dipendere dal cortisolo alto, l'altro medico mi ha detto che può dipendere dall'ansia e il cardiologo dal cuore, come faccio a capire di chi fidarmi?. la ringrazio cordiali saluti.