Utente 279XXX
E' vero che un uomo con una lieve incompetenza veno occlusiva dei corpi cavernosi o lieve fuga venosa non trae beneficio da cialis 5mg assunto ogni giorno???
Ho letto da qualche parte che quando cialis 5mg funziona bene non c'è una fuga venosa perchè altrimenti il farmaco non avrebbe effetto.

Io ho: rigiscan nella norma, buona risposta al cialis 5mg, lieve incompetenza veno occlusiva risultante da ecodoppler penieno dinamico. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Alla Sua età (22 se non sbaglio) la diagnosi di fuga venosa deve per forza prevedere un difetto anatomico congenito. Ciò è altamente improbabile pertanto la diagnosi è quasi certamente "eccessiva". La diagnosi di fuga venosa è inoltre molto indaginosa e richiede conferme con esami approfonditi. Una fuga rilevata al Color doppler è quasi sempre un artefatto dovuto alle condizioni del paziente (stress da esame ecc) o dalle modalità di esecuzione del test diagnostico. Infine una vera fuga venosa è poco o nulla sensibile all'so dei farmaci che Lei assume. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
Ho 22 anni. Non è un problema congenito perchè non soffro di deficit erettile dalla nascita ma esso è nato in un secondo momento. Nell'esito del doppler c'è scritto anche risposta in parte di tipo ansiogeno.

Praticamente ho avuto dopo l'iniezione un erezione parziale anche meno rispetto a quella che ottengo a casa senza farmaci
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

anche a 22 anni il sistema veno occlusivo cavernoso può non funzionare bene e determinare problemi erettili.
Il cialis aumentando l'afflusso arterioso tende a compensare la problematica venosa e quindi può consntire erezioni valide e sicure. Certo non esiste una terapia delle problematiche venose, ad oggi
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
Senza farmaci è capitato in casi eccezionali che sono riuscito a raggiungere valide erezioni, se il meccanismo veno occlusivo non funzionasse bene può capitare che senza farmaci si possono ottenere buone erezioni?
[#5] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Desidero sottolineare che la fuga venosa che Le è stata attribuita, come si evince dal referto che Lei ha postato in seconda battuta, non è la causa primitiva del Suo problema. Ogni disfunzione erettile (tranne quella da deficit arterioso) che si evidenzia con pene di rigidità ridotta, permette di osservare un gradiente di fuga venoso, ma questo deve essere tenuto ben distinto dal concetto di fuga venosa PRIMITIVA, intesa come causa di Disfunzione erettile di per sè.

Con ogni probabilità il Suo è un problema che origina dala sfera emotiva. Ovviamente in casi del genere ed in pazienti giovani la compensazione con farmaci è semplice. La domanda è se questo stato di fatto durerà indefinitamente o no. Su questo non vi è risposta che Le si possa offrire, migliore di quella che i Suoi curanti possono darLe attraverso la conoscenza diretta della persona.
[#6] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
Quindi lei sostiene che ogni disfunzione erettile in cui non si ha pene ben eretto evidenzia fuga venosa, cioè se ho capito bene se ero ansioso durante l'ecodoppler penieno non si è avuta eccezionale risposta e quindi si vede un fuga venosa che di per sè non esiste ma è conseguenza dello stato emotivo???


Grazie
[#7] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Cerchero' di essere molto semplice nella spiegazione di un fatto che invece è molto complesso.
Nei casi in cui il pene non è perfettamente eretto e si può escludere una deficit arterioso (di alimentazione!) c'è per forza una scarsa capacità di trattenimento del sangue all'interno dei corpi cavernosi.
Questo può dipendere da alterazioni microstrutturali del pene (come nel diabete o nell'uomo anziano), da alterazioni biochimiche (tra le quali rientrano poi anche quelle su base emotiva!), più raramente su base anatomica (per esempio nella induratio penis plastica) e occasionalmente da anomalie vascolari venose congenite.
Quale che sia la causa, l'effetto è sempre quello di avere un pene poco eretto, come un pneumatico con un forellino che per quanto lo si gonfi ha sempre una perdita. La perdita è appunto una fuga di sangue venoso. Chiaro no? Spero di avreLe dato una visione d'insieme sufficientemente esaustiva. Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio di tutto

Quindi se ho capito bene. questa perdita di sangue venosa nel mio caso non avendo nè diabete nè sono anziano nè ho problemi di altro genere, dovrebbe essere emotiva. Cioè la mia psiche produce questa fuoriuscita di sangue dalle vene che di per sè non hanno nulla. Ho capito bene?

L'unico problema fisico accertato che ho è un varicocele di primo grado al testicolo sx che non crea problemi al liquido seminale.

Inoltre rispondendo bene al cialis 5mg che è un dosaggio piuttosto basso dovrebbe essere la conferma che non c'è un problema vascolare o sbaglio?

Di nuovo grazie
[#9] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Le Sue affermazioni sono fino a prova contraria del tutto corrette. Il mio punto di vista Le è certamente chiaro. Ancora cordiali saluti