Utente 285XXX
salve a tutti... ho un dubbio che mi mette molta paura e vorrei chiedervi un parere... Innanzitutto devo specificare che non ho quasi mai avuto erezioni al mattino in vita mia, forse una volta o due in modo completo e gli altri sono tutti episodi di semplice tumescenza o allungamento. Ma il dubbio maggiore è che durante la masturbazione sento un lieve deflusso di sangue dalla vena sul pene e ho una paura tremenda che possa trattarsi di fuga venosa... fino a qualche tempo fa però sinceramente non ci avevo nemmeno fatto caso e tutto sembrava procedere a meraviglia... Chiedo dunque un vostro parere, vi ringrazio in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabrizio Gallo
24% attività
12% attualità
0% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Caro giovane paziente,
le erezioni mattutine, insieme a quelle notturne, fanno parte delle erezioni spontanee e sono un parametro che conferma l'integrità organica del complesso sistema che garantisce l'erezione. Il fatto che non vengano apprezzate sempre non vuol dire che esse non si verifichino. Il modo migliore per chiarire ogni dubbio è quello di eseguire un test di monitoraggio delle erezioni notturne (Rigiscan). La fuga venosa va invece sospettata in caso di deficit dell'erezione durante i rapporti o la masturbazione e difficilmete viene avvertita dal paziente come un "lieve deflusso di sangue sul pene". La fuga venosa va indagata con un altro esame, cioè l'ecocolordoppler penieno dinamico.
Tuttavia, se l'attività erettiva durante i rapporti o la masturbazione è normale non vi è motivo di eseguire questi accertamenti. In caso contrario, invece, consiglio di eseguire una visita andrologica preliminare ed eventualmente i suddetti esami.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

ci sono molti maschi assolutamente "potenti" che non osservano erezioni al risveglio.
E' normale che durante una erezione, masturbazione, stimolazione manuale si determini un aumentato afflusso di sangue arterioso che deve defluire attraverso il sistema venoso.
Superficialmente, sotto la cute sono chiaramente apprezzabili le vene dorsali superficiali che trasportano il sangue che defluisce dal glande e che si possono ingrossare e dare una percezione di fruscio.
Non si tratta di "fuga venosa". Le vene che fanno defluire il sangue dai corpi cavernosi sono collocate in profondità e non possono essere apprezzate al tatto
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
vi ringrazio di cuore per le vostre risposte che mi hanno confortato... Durante la masturbazione posso dire che la qualità va a periodi, mi spiego meglio, dopo questa mia paura ho iniziato ad osservarmi in modo eccessivo e ci sono delle volte in cui la rigidità è massima o giù di li e altre volte in cui magari lo faccio solo per controllare che tutto è a posto e li sorgono i problemi... Poi sarà una mia paranoia ma noto che appena cessano gli stimoli manuali l'erezione scema in modo rapido, forse perchè sono sempre lì a controllare che rimanga eretto e mi distraggo. è normale? Comunque ancora grazie per la vostra disponibilità