Utente 250XXX
Salve a tutti.
prima di descrivere i sintomi è d'obbligo una premessa.
Ho 24 anni, sono sicuramente ipocondriaco e da quando facevo le superiori sono convinto di avere problemi cardiaci. Questo perché qualche anno fa ebbi qualche episodio di tachicardia che il mio medico ha sempre attribuito ad uno stato passeggero di ansia.
Per un periodo avevo attacchi di panico mentre giocavo a calccetto con gli amici, non riuscivo a correre perché temevo di avere un infarto da un momento all'altro. Dopo un po' riuscii a superare questo e a ricominciare l'attività normalmente.

La cosa andava a periodi, poi verso i 20 anni ho deciso di intraprendere uno sport a livello agonistico, il calcio.
Così ho dovuto fare la preoccpunate (per me) visita medico-sportiva per l'ideneità (un vero trauma) da cui è risultato tutto ok!
Sollievo, finché un giorno di qualche mese fa ho accusato un malore in campo, era molto caldo e il lavoro intensissimo, mi sentivo svenire con gambe pesanti ed extrasistole. Poi mi è passato a ho proseguito a ritmo blando.
Sono così ricaduto totalmente nelle mie ansie, dopo pochi giorni sono ritornato dal mio medico dello sport il quale mi ha controllato con ecografia al cuore e elettrocardiogramma sotto sforzo. Tutto ok, e il consiglio di andare da uno psichiatra.

Dallo psichiatra non ci sono andato, la situazione dopo la visita è migliorata ma poco dopo ho iniziato nuovamente con le mie fobie e pian piano dopo gli allenamenti ho iniziato ad accusare un forte stato d'ansia con (a volte) battito alterato a 80/min circa, difficoltà ad addormentarmi ecc...e l'ansia c'è spesso anche il giorno successivo.

La stessa cosa mi succede ora anche se bevo troppo oppure se vado a dormire tardissimo. Insomma mi succede dopo che per qualche ragione anche fisiologica mi s accelera il battito (se fai sport o bevi..) oppure dopo situazioni stressanti.
Non so cosa mi succede, so solo che qualche anno fa, pur con le mie ansie, facevo sport e ero libero di bere (ogni tanto), oggi rischio di non fare più nulla, sport compreso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non si può avere moglie ubriaca e botte piena. Lei comprende perfettamente di avere una nevrosi d'ansia, ma non vuole andare da uno psichiatra. Scelga allora almeno uno psicologo, ma è inutile mettere la testa sotto la sabbia per non vedere...affronti il toro per le corna... e il toro non è il suo cuore.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Grazie
Si, probabilmente è l'unica soluzione anche se non è facile per me decidere di andarci.

Però sono consapevole che non posso continuare così, sto privandomi di vivere a pieno la vita.

Se anche secondo lei i miei sintomi sono di natura psicologica e non fisica, non posso comunque fare da me. Le visite mediche mi rassicurano, ma solo per poco tempo, poi torna tutto come e peggio di prima.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ne sono convinto. Provi a convincersene anche lei
[#4] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la consulenza