Utente 691XXX
Salve mia figlia 17 enne sono quasi due anni che ha il disturbo delle orecchie chiuse.
All'inizio il disturbo si presentava solo dopo una camminata e durante la lezione di ginnastica, ora anche quando è tranquillamente a riposo. Sono andata da vari specialisti ma in realtà non riuscinano a capire la causa anzi si meravigliavano di tale disturbo. L'ultimo specialista non riuscendo a capire bene ha consigliato di usare l'otovent palloncini. Gli esami sono ok. Non accusa dolori solo orecchio chiuso.
I palloncini non hanno risolto nulla. Vorrei sapere cosa può essere la causa e cosa posso fare. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Garo
24% attività +24
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, il sintomo "orecchio chiuso", o fullness auricolare come lo definiamo noi addetti ai lavori, in alcuni casi è indicativo di una reale patologia otoiatrica, quale per esempio uno squilibrio a carico dei liquidi circolanti all'interno del labirinto-orecchio interno, oppure nei casi di congestione tubarica (la tuba di Eustachio mette in comunicazione l'orecchio medio con la parte posteriore delle cavità nasali-rinofaringe). Ora il fatto che tale sintomatologia si manifesti soltanto dopo attività fisiche potrebbe indicare una causa meno "impegnativa", se non nessuna causa!!! Tutto ovviamente per fare un breve ragionamento e non una diagnosi via internet, evidentemente improponibile. Ne ridiscuta con uno specialista della Sua città, che tra l'altro vanta due ottimi reparti di Otorinolaringoiatria. Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Garo - San Remo (Im).
[#2] dopo  
Dr. Gianluca Capra
28% attività +28
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gentile Signora,
come le è già stato detto dal collega di San Remo è difficile poter arrrivare ad una diagnosi "via internet",poichè lei non ha citato gli esami eseguiti, l'unico suggerimento che potrei darle sono una serie di esami strumentali che farei (ammesso che non gli abbiano già fatti i colleghi che l'hanno visitata):
esame impedenzometrico con prove di funzionalità tubarica,
esame audiometrico tonale,
fibroscopia nasale,
misurazione dei prodotti di distorsione (DPOAEs).
L'importanza delle DPOAEs è evidenziata dalla loro capacità di identificare una minima quantità di idrope non rilevata attraverso l'audiometria tonale pura.
Un tentativo di terapia ulteriore potrebbe essere un ciclo di insufflazioni endotimpaniche.
Cordiali saluti

G Capra
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Nicolò Frau
24% attività +24
0% attualità +0
0% socialità +0
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Le cause prevalenti dell'ovattamento auricolare sono principalmente di tre tipi: Disfunzioni della tuba di eustachio che permette il riequilibrio pressorio dell'orecchio; Disfunzioni della dinamica di ricambio dei liquidi dell'orecchio interno (cosìdetta idrope endolinfatica) e cali improvvisi dell'udito (in genere monolaterali). Gli esami che le sono stati già suggeriti e un'attenta visita possono permettere una diagnosi differenziale e una terapia adeguata che può essere molto diversa a seconda della causa ipotizzata.
Distinti saluti