Utente 285XXX
Buongiorno dottori , vi espongo il mio problema , da anni ho un cordone grosso come una matita e duro , in zona inguinale che arriva fino al testicolo , questo mi provoca dolore al testicolo dopo un rapporto sessuale , premetto che circa dieci anni fa ho subito un'operazione di ernia inguinale durante la quale i medici mi avevano detto di aver trovato una "VENA" trombizzata e in seguito hanno provveduto a legarla , presumo si trattasse dello stesso cordone in oggetto dato che dallo stesso perdiodo più o meno mi sono accorto della sua presenza . Ho fatto due o tre visite da specialisti i quali però mi hanno sempre parlato di epididimite e mi hanno prescritto antibiotici , i quali non hanno mai sortito alcun beneficio ,in quanto questo cordone è sempre tale e quale !
A questo punto vi chiedo è possibile che non si tratti di epididimite e quindi non sia il dotto deferente il problema , ma una vena appunto come i medici mi avevano detto durante l'operazione di ernia ? Possibile che si siano sbagliati nel capire di cosa si trattasse ed avessero confuso una vena con il deferente ?

Vi ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se due o tre colleghi la hanno vista dal vivo senza sortire grande effetto, direi che non è delle cose più facili sapere qualche cosa da qua. personalmente le consiglio ecodoppler scrotaòle e dinamico del seme e spermiogramma e poi ulteriore controllo. Qualche cosa in più si dovrebbe chiarire.