Utente 278XXX
Gentili dottori, premetto che lunedi mi recherò dal mio medico curante per esporre la questione, ma mi piace ascoltare più pareri e quindi scrivo anche a voi.
Ho notato solo ultimamente, perchè fino ad ora non lo avevo ritenuto importante, di avere un valore di gammaglobuline sempre superiore alla normalità, riscontrato praticamente in tutti i referti di esami del sangue che ho conservato, dal 2006 ad oggi. I miei valori oscillano sempre sui 19-21% o in media 1,50 g/ml. Non sono valori esageratamente elevati, ma, comunque farò un'indagine più dettagliata per capire di quale classe fanno parte quelle in eccesso.
Ho associato questo valore elevato ad altre "caratteristiche" che mi riguardano: una temperatura corporea sempre fissa sui 37-37,2, una storia di intestino irritabile, con gonfiori e alvo prevalentemente stitico, e il riscontro recente di sangue sulla carta igienica quando vado in bagno. In più per un paio d'anni ho presentato sintomi ascrivibili ad una gastrite con reflusso gastroesofageo, curata con antiacidi (non presento più sintomi da un anno). Si potrebbe pensare ad una malattia infiammatoria dell'intestino?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto
48% attività
16% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
gentile utente
questo aumento delle gammaglobuline va inquadrato bene con esami specifici,potrebbe essere dovuta a cause varie come infezioni croniche,autoimmuni,ed altro ancora.Il tutto deve essere inquadrato da un ematologo.Per la presenza di sangue sulla carta igienica ,deve necessariamente chiarire se il sangue proviene dalle vie urinarie-genitali o se dall'ano o dal retto.Nel primo caso trattasi di ematuria ,nel secondo di ematochezia.quindi fare tutti gli esami del caso.Se è sangue rosso vivo non può essere dovuto allo stomaco.Il sanguinamento gastrico determina melena,cioè feci nere ,con sangue digerito.Anche l'ipotesi di una MICI(malattia infiammatoria cronica intestinale) deve essere presa in considerazione.Si attivi per eseguire tutte le indagini consigliate,facendosi guidare dal suo medico curante
cordiali saluti