Utente 269XXX
Salve mi chiamo Di Tonno Mike e ho 30 anni.pratico calcio a livello agonistico e ho incominciato nel 1992.dopo 5 anni che praticavo calcio mi vengono scoperte delle extrasistole,il mio medico per darmi l'idoneità calcistica ha voluto che facessi degli esami.nello specifico ho fatto due risonanze magnetiche al cuore con mezzo di contrasto,prova da sforzo su bici con sondino in gola posizionato vicino al cuore,ecocuori e holter.tutto risultato sempre negativo,infatti ancora oggi pratico regolarmente calcio.è solo che agli inizi di marzo scorso,mia madre è stata colpita da emorragia celebrale e queso mi ha cambiato profondamente.mentre giocavo a calcio mi venivano attacchi di panico e di conseguenza dolori al petto,paura di infarto etc... per questi motivi avevo deciso di prendere una pausa finchè la mia testa non sarebbe tornata a posto.quindi da settembre per mia scelta non avevo più praticato calcio.martedi scorso,dopo appunto quattro mesi di inattività sono andato a fare una partita con amici in una campo da calcio e sinceramente ero molto contento perchè non avevo avuto nessun problema,avevo giocato tranquillamente.il giorno dopo appena mi sveglio,mi accorgo di avere alcune exstrasitole..all'inizio mi sono detto tra me e me..sono solo poche ti passano d'altra parte le hai sempre avute..ma mi continuavano a venire anche più frequentemente e mi sono spaventato...e diciamo ogni cinque battiti c'e n'era una...il pomeriggio chiamo il mio medico che mi dice di prendere lo xanax per vedere se era una cosa nervosa..im casa non avevo xanax e ho preso del lexotan..in effetti dopo averlo preso mi sono calmato e le extrasitole sono diminuite...il giorno dopoo appena svegliato il mio prima pensiero è stato sentire se avevo extrasitole..e alla prima che mi sono sentito,via un'altra volta come il giorno prima..quindi altro lexotan e tutto come prima..oggi lo stesso ma sinceramente meno...il fatto è che quando mi vengono sono molto fastidiose e me le sento in gola..si sò che è solo l'effetto...ma mi fà spaventare...la mia domanda dopo tutta questa enorme premessa è : è normale che magari dopo quattro mesi di inattività eho fatto questa artita il cuore possa avere reagito in questo modo allo sforzo? dopo tutti gli esami anche molto dettagliati che o fatto posso stare tranquillo e continuare l'attività fisica o è meglio che mi faccia controllare da un cardiologo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Con tuti gli esami che ha fatto puo' dormire tra due cuscini.
Penso che il suo disturbo da attacchi di panico stia riaffiorando.
Ne parli anche con il suo medico
arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
dottore la ringrazio molto.ma c'è qualche cosa,farmaco che potrei prendere...che sò per aiutare il cuore..perchè sono molto fastidiose.o lei ritiene non ci sia bisogno..al momento stò prendendo del magnesio,nello specifico il mag2.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il MAg2 fa molto bene al suo farmacista, non certo a lei.

Se i disturbi continuassero le consiglieri, come le ho gia' detto , di valutare con il suo medico di intraprendere una terapia ansiolitica o cobntro i DAP.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
perdoni la mia ignoranza ma cosa sarebbero i DAP ?
cmq ho finito da meno di un mese una cura antidepressiva con il daparox,non sò se lo conosce.