Utente 139XXX
Salve,
ho attraversato un periodo di forte stress legato alla scomparsa di una persona cara in seguito ad un tumore. Premesso questo da circa un anno e mezzo soffro spesso di fastidio al centro della mia schiena, lateralmente. Il medico di base mi fece fare un rx rachide da cui il risultato era scoliosi destro convessa a corto raggio del rachide dorsale, asimmetria del bacino per sollevamento dell'ala iliaca sinistra di circa 4 mm.
Da qualche mese presento dolore sotto l'ultima costola destra premendo in posizione supina. Da una quindicina di giorni però il dolore si è accentuato e ogni tanto sento fastidio anche in piedi. Il dolore si presenta differentemente nei vari giorni. Giorni più accentuato di altri. Sono andata dal medico di base, che visitandomi dice che è il legamento costo diaframmatico ed è dovuto alla postura e al fatto di prendere in braccio il mio bimbo.
Vorrei sapere da voi se lasciare le cose come sono o indagare ulteriormente. Potrebbe essere il tutto di natura somatica visto che spesso sento anche fastidi di stomaco o pancia?

Ringraziando dell'attenzione porgo i più cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

mi sembra da quanto esposto che le raccomandazioni ricevute dal Suo Curante siano più che sufficienti a tranquillizzarLa.

Una deviazione della colonna vertebrale (scoliosi) e posture forzate come quella di prendere in braccio Suo figlio depongono verosimilmente per una condrocostalgia.

Un prolungarsi della sintomatologia potrebbe favorire un ulteriore accertamento con un'ecografia addominale superiore.

Cordiali saluti.