Utente 264XXX
Salve dottore, sono un ragazzo di 28 anni, peso 81 kg, ex fumatore da 3 mesi e di mestiere faccio l'agricoltore.
circa 6 mesi fa, dopo una giornata di lavoro, ho avuto un'attacco di tachicardia con fastidio al petto e al braccio sx. Sono andato al pronto soccorso dove dopo un ecg e analisi del sangue mi hanno detto che era tutto ok e si trattava solo di una tachicardia sinusale. Da quel giorno ho iniziato ad avere sempre dolori al torace e al braccio. Ho eseguito un'altro ecg,un ecocardiogramma, un ecg sotto sforzo e un'holter cardiaco. Tutti i risultati dei test sono stati negativi,solo l'holter ha registrato una frequenza cardiaca media elevata (80 bpm), quindi il mio medico ha escluso problemi di cuore.Da altre ricerche fatte ho scoperto di avere un'ernia iatale e un'esofagite da reflusso che curo da circa 4 mesi ma con scarsi risultati. Ho ancora fastidio al petto e al braccio sx, ma la cosa che mi preoccupa di più è il dolore che mi viene dopo che faccio dei sforzi o a volte anche per una semplice passeggiata. Queto dolore mi viene sopra lo stomaco, sento come una morsa che stringe.A volte si irradia anche sotto il pettorale sinistro e al braccio.Infine ho notato negli ultimi giorni una diminuzione della frequenza cardiaca, a riposo infatti ho una media 55 bpm che tende ad abbassarsi la notte. La mia paura è che si tratti sempre del cuore, più precisamente di un'angina o ischemia. E' possibile? Cosa mi consiglia?
La ringrazio e la saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Visti i risultati delle indagini cardiologiche che ha già effettuato direi proprio che il cuore non ne è responsabile e che quindi può stare tranquillo. Forse l'ernia iatale della quale parla può giocare un ruolo nella genesi dei suoi disturbi.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per il consulto.
La cosa che mi allarma di più è come le dicevo che la mia frequenza cardiaca sia scesa rispetta a qualche giorno fa.Secondo lei da cosa può essere dovuto? Le premetto che non sono un'atleta
Grazie anticipatamente.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La frequenza cardiaca può aumentare o diminuire senza che questo rappresenti nulla di patologico. Le consiglio di tranquillizzarsi.
saluti