Utente 273XXX
Nel giro di 1 mese e' stata riscontrata a mia moglie attraverso due ecocardio
ed una risonanza magnetica , una cardiopatia dilatativa primitiva con miocardio non compatto ed fe al 20 per cento .

Che speranze ha che si risolva tutto con una terapia farmacologica ?
oppure sara' necessario defribrillatore o infine un trapianto ?

P.S il tutto e' avvenuto all' ottavo mese di gravidanza , ora e' partorita da 15 giorni
e dall'ultimo eco cardio la situazione non e' cambiata fe sempre al 20 per cento


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
La miocardiopatia peripartum è una complicanza rara ma seria. Molto spesso però in parte regredisce anche a distanza di diverse settimane dal parto. La terapia farmacologica aiuta moltissimo e solo nel 20% circa è necessario ricorrere al trapianto. Fatevi seguire ovviamente dal cardiologo e abbiate fiducia.
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
ok Quindi la situazione non e' disastrosa anche se il miocardio non e' compatto ?
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Non posso esprimere un giudizio sicuro in merito. Quello che posso dirvi che per fortuna il ricorso al trapianto cardiaco è una evenienza non frequente, da riservare a quei pazienti che, nonostante la terapia medica, non recuperano la funzione cardiaca.
Spesso la miocardiopatia gravidica tende non solo ad autolimitarsi ma spesso a regredire (anche se non completamente) nel tempo.
La presenza di miocardio non compatto è una predisposizione congenita ad acquisire una cardiopatia peripartum. La signora deve essere seguita con stretto monitoraggio dal cardiologo. Già il prossimo ecocardio vi farà capire se la funzione cardiaca ha recuperato. Siate fiduciosi.
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Purtroppo anche l'ultimo ecocardio fatto venerdi' scorso conferma che l' fe non e' aumentata ma e' fissa al 21 per cento (prima era al 20) a questo punto l'unico
scenario che si apre davanti e' quello del trapianto ? possiamo dire che la terapia a fallito ?
[#5] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
il consiglio è di farsi vedere da un cardiologo possibilmente in un ospedale importante dove ci sia anche la cardiochirurgia. In questo modo la signora potrà essere valutata anche in considerazione di un eventuale trapianto. Ma non è detto che ci siano ora le condizioni per metterla già in lista.
[#6] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Dunque alla fine il 21 02 siamo andati dietro consiglio del cardiologo di fiducia al San Camillo
dove hanno trovato la frizione di eiezione al 25 per cento (quindi leggermente migliorata)
il cardiologo gli ha aumentato il Cardicor e per ora visto che mia moglie e' asintomatica non gli ha prescritto l'inserimento di un defibrillatore,

attualmente abbiamo appuntamento il 19 Aprile e prima di questa data deve fare l'holter , ora sono un po' preoccupato in quanto mia moglia accusa una tosse secca (non so se dovuta agli ace inibitori oppure alla cardiopatia) il punto e capire se l'esame holter potrebbe risultare falsato da questi episodi di tosse...

inoltre un ulteriore piccolo miglioramento dell' fe potrebbe risultare significativo ?
[#7] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
la tosse potrebbe dipendere dall'ace inibitore e non influisce sulla registrazione holter.
Buon segno se la funzione ventricolare, anche se di poco, tende a migliorare.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Alla fine siamo riusciti a fare l' Olter il risultato e' ritmo sinusale a fc media 65 bpm . Non pause patologiche .Normale intervallo di conduzione A-V QTc 435 msec . Rarissima extrasistole sopraventricolare isolata o a coppie . Rarissima extrasistole ventricolare polimorfa, isolata, non precoce . Alterazioni diffuse della fase di ripolarizzazione ventricolare .


In pratica che vuol dire ?
[#9] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Sostanzialmente é un esame compatibile con la ridotta funzione ventricolare. Buon segno che le extrasistoli sono rare.
[#10] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Da Aprile sono seguiti quattro ecg uno a Roma il 30 Aprile e la Fe e' arrivata al 30
Un altro il 19 Maggio a Cosenza e la fe era al 31 , un altro a Roma il 5 Luglio Fe ferma al 31 , ma il bello arriva ieri mia moglie era andata a prenotarsi per l' ecg che avrebbe dovuto fare ad Agosto il cardiologo ha voluto visitarla subito e gli ha trovato la fe al 39 per cento !!!

Ora vorrei capire come e' possibile che dal 5 Lugglio all' 11 la situazione sia migliorata cosi' di colpo ??? e' possibile che la macchina dell' ecg dia i numeri ?