Utente 282XXX
Buonasera,
Premetto che non sono sicura di essere nella sezione adatta e, se del caso, vogliate indirizzarmi in una sezione appropriata.
Sono una ragazza di 20 anni e da 4 sono fidanzata con un ragazzo di 25...
A 1 anno e mezzo dall'inizio della relazione ho iniziato a prendere la pillola (precedentemente utilizzavamo il preservativo) e dopo poco tempo il mio ragazzo ha iniziato ad avere seri problemi di EP (raggiungendo l'orgasmo 1 secondo dopo la penetrazione)...Abbiamo provato veramente tutto.
Prilogy in primis che ha dato risutati scarsissimi se non nulli;
ha fatto esami dello sperma, esami alla prostata e non risulta nulla.
Ha provato ad andare dallo psicologo ma senza alcun risultato.
Talvolta (raramente, si parla di 1 volta su 50) riusciamo ad avere un rapporto normale.
Sono ormai quasi 3 anni che combattiamo questo problema e le difficoltà iniziano a pensare troppo sulla nostra stabiltà di coppia.
La mia domanda è : possibile mai che non si riesca a trovare una soluzione a questo problema? Dobbiamo arrenderci al fatto che per il resto della nostra vita l'intimità sarà praticamente nulla a causa di questo problema? Ma soprattutto, io che ruolo posso avere per aiutare il mio ragazzo? Posso fare qualcosa (anche se ne ho già provate tante ma sono disposta a tutto pur di risolvere questo problema che rischia veramente di dividerci sempre di più)?

Certa della Vostra cortese collaborazione,

Porgo Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

capisco che il suo morale è a terra, ma non si fermi e consigli al suo ragazzo un ulteriore consulto con uno specialista, infatti esistono terapie mediche e psicologiche che nel 60, 70 % dei casi riescono a risolvere tale problematica. Eventualmente si consulti anche con il suo medico che conoscendo il territorio le indicherà lo specialista di riferimento.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Innanzitutto la ringrazio per la tempestiva risposta.
L'ultima proposta è stata la somministrazione di tramandolo... Informandomi qua e là ho scoperto essere una sostanza non molto leggera che viene usata per pazienti con dolori medio-forti. Lei cosa ne pensa ? Può essere efficace per l'EP? Quali le controindicazioni?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Forse ne esistono di migliori, tuttavia al di la del principio attivo tali composti devono essere dati con metodo, ispirandosi ai dati della letteratura scientifica, ma da quanto ci riferisce non sembra essere il suo caso.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Infatti mi è sembrata una prescrizione alquanto affrettata.
Seguiremo i suoi consigli consultando un ulteriore specialista; nel frattempo la ringrazio ancora una volta e, se ci dovessero essere novità, tornerò a scrivere.

A risentirLa

Buona giornata,
Saluti