Utente 201XXX
Buongiorno, egregio staff di Medicitalia.
Ho 27 anni ed una valvulopatia congenita (valvola mitrale) per la quale sono stato operato a tre mesi di coartazione aortica ed a 5 anni per l’impianto di un anello di Carpentier. Eseguo periodici controlli, recentemente ho fatto un test da sforzo, il cui referto diceva:
“Test da sforzo quasi massimale interrotto ad alto carico di lavoro (175 W) in assenza di angor e significative alterazioni ECG. Si segnala moderato incremento pressorio da sforzo.”.
Riporto inoltre l’esito dell’ultima visita di controllo (10/2012):
Visita Cardiologica: Buone condizioni cliniche ed emodinamiche, eupnoico, cute rosea, moderato sovrappeso, asintomatico per sforzi lievi-moderati.
EOC: toni validi, ritmici, soffio sisto-diastolico 2/6 L apicale; polsi arteriosi femorali presenti e validi; feagtao a 1 cm dall’arcata costale. PA 125/74 mmHg; Sat O2 100%
ECG: RS a FC 75 bpm; AE intermedio, PR ai limiti (0,20”), lieve ritardo della conduzione intraventricolare dx, ripolarizzazione nei limiti.
Ecocardiogramma: Esame fortemente limitato dalla scadente qualità acustica.
Atrio sinistro non dilatato.
Lieve insufficienza valvolare mitralica e lieve stenosi (Gmax 5,8 mmHg).
Normale funzione dei restanti apparati valvolari AV e VA.
Normale cinesi bi ventricolare globale con dissinergia settale.
Normali indici cardiaci.
Arco aortico non ostruito.
Restante anatomia cardiaca non valutabile.
Assente versamento pericardico.

Per la prima volta quest’anno mi è stato prescritto un ECG Holter 24 h e, dal momento che non vedrò il cardiologo prima di Giugno (se tutto va bene), vorrei per favore che qualcuno dei presenti mi aiutasse a capire il referto.
Eccone il testo:
“Ritmo sinusale con presenza di 176 extrasistoli ventricolari isolate e 250 extrasistoli atriali isolate e ripetitive anche in brevi runs di pochi secondi. Conclusioni: Extrasistolia atriale ripetitiva e ventricolare isolata”.

Com’è la situazione? Mi riferisco soprattutto all’esito dell’ECG Holter, di cui davvero non ho capito nulla.
Aggiungo solo un’ultima nota personale. Nel complesso mi sento assolutamente bene, però ho notato da un po’ di tempo che, nell’arco della giornata, avverto sporadici episodi di palpitazioni.
Ringrazio anticipatamente coloro che vorranno aiutarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei presenta solo delle extrasistoli non preoccupanti che si inseriscono nel contesto generale della sua situazione cardiaca che appare decisamente sotto controllo. Stia tranquillo.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno.
La ringrazio per la gentile e pronta risposta, dottor Rillo.
La mia richiesta era motivata dal fatto di non poter sentire il cardiologo a breve e poi, soprattutto, perché sul referto si parlava di ben 176 extrasistoli ventricolari isolate e 250 extrasistoli atriali isolate e ripetitive nell'arco di 24 ore.
Da profano mi sembravano numeri piuttosto alti. Volevo segnalare inoltre che queste extrasistole si verificano puntualmente dopo i pasti. C'è qualcosa che posso fare per attenuare o meglio ancora
eliminare questo fastidioso sintomo?
Complimenti per l'ottimo servizio svolto da questo sito.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il numero di extrasistoli che riporta è una goccia in mezzo al mare (tenga presenta che in media i nostri battiti normali sono più di 100000 nelle 24 h, pertanto calcoli pure la percentuale delle extrasistoli sul totale dei battiti). Per ridurre la possibilità di comparsa può limitare l'uso di caffe, di sostanze gasate, lo stress psicofisico, l'uso di cioccolata.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Benissimo, sono rinfrancato.
La ringrazio molto per i suoi interventi, è stato gentilissimo.
Buona giornata.