Utente 286XXX
Salve,
per valori alti di colesterolo(probabilmente familiare) ho assunto per tre mesi un integratore a base di riso rosso e the verde con poche variazioni colesterolo totale 220 LDL 164 e HDL 53,
ora il medico di famiglia mi dice di provare armolipd plus mentre un altro crestor da 10 cosa mi consigliate? Pensate che un diverso tipo di integratore possa essere più efficace oè inutile provare e passare alla statina

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L'integratore alimentare da solo serve a poco, Può essere utile in associazione a misure igieniche come attività fisica aerobica (nuoto, bicicletta, camminata veloce, sci di fondo,,,) per almeno 3-4 ore alla settimana, dieta globale con pochi grassi saturi, ricca di ac. grassi omega 3, calo di peso...

La scelta di tentare ancora con le misure igienico-dietetiche (non solo un po' di integratori!) per altri 2-3 mesi o passare a un ipolipemizzante ( e la scelta dell'ipolipemizzante) dipende anche dal suo rischio cardiovascolare globale (che è influenzato anche dalal familiarità, esisetnza o no di diabete, abitudine al fumo, pressione arteriosa). Quindi va individualizzata dal suo cardiologo.
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio,
non ho nessun fattore di rischio da Lei elencato,
Un paio di anni fà avevo assunto pravastatina da 20 riportando ldl a 140 e il totale a 210, poi ho smesso e ricominciato con integratore, secondo il cardiologo poichè in passato nemmeno la pravastatina da 20 ha riportato i valori di ldl sotto i 130 è inutile tentare con integratori, ma è oppurtuno passare ad una statina + efficace come rosuvastatina da 10 , Lei cosa ne pensa ?
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
La rosuvastatina è sicuramente un ottimo farmaco.
Concordo con il suo cardiologo che gli integratori da soli non possono sostituire il farmaco (lo avevo già scritto); piuttosto -senza altri fattori di rischio- sarebbe sensato tentare una modifica globale dello stile di vita prima di utilizzare un farmaco. Oppure cominci con la statina, ma non sia un alibi: cerchi comunque di modificare lo stile di vita, faccia attività fisica, cali di peso... e se ci riesce tra qualche mese provi a sospendere temporaneamente la statina e veda se serve ancora.