Utente 286XXX
la prossima sttimana mi devo operare per ernia paraombelicale, 8 x 15 mm. cortesemente, dopo la settimana di riposo assoluto, soffrendo di stitichezza, concausa del problema, facendo sport quali Box e pesistica, quanto dovrò attendere prima di iniziare ad allenarmi, ricevere colpi, effettuare sforzi diretti e non dall'addome? aliemntazione idrica peri primi 15-20 giorni?

Grazie per consulto medico specialistico.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
premesso che le indicazioni che ci richiede Le saranno fornite con maggiore appropriatezza dal Chirurgo che La opererà, è opportuna una astensione dalle attività che descrive per almeno tre mesi, anche se la definitiva opportunità di dedicarsi a queste attività sportive andrebbe seriamente valutata.
Una alimentazione normale potrà al contrario essere ripresa nel giro di quattro-cinque giorni, alla ripresa di una normale canalizzazione.
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dottore. Veda, le mie precedenti esperienze in ambito medito, come paziente, hanno dimostrato che, molti professionisti abbiano dato anche 4 differenti opinioni e riscontri per la medesina patologia. Ora, se fosse per alcuni di loro, non camminerei nemmeno. non voglio parlare di miracoli, ma credo in molti suoi colleghi come il contrario. Sono anche un subacqueo tecnico, mi immergo ad oltre 125 mt di profondità, per alcuni medici avrei dovuto appendere le pinne e nuotare in piscina.Avrei altri casi per altre patologie, ma non mi dilungo. Ecco perchè mi sono rivolto a questo forum dove, per numero di professionisti registrati, si possa ricevere dei seri e convincenti riscontri che, evidentemente chi mi opererà Non è stato ingrado fornirmi.di fatto, la situazione attual e rispetto la retina in addome, migliora e\o peggiora la mia vita? mi limita o è indifferente? pensare che sia emersa conseguentemente ad un anomalo ed inaspettata stitichezza anzichè un esagerato sforzo in attività sportive mi lascia perplesso.

grazie
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
quando nell'ambito della Medicina ci si avvicina a valutazioni di carattere prognostico, è molto facile che accada ciò che lamenta.
Non ci troviamo purtroppo di fronte a fenomeni meccanici dalle reazioni certe, prevedibili e riproducibili; ogni previsione in termini di certezza è quindi del tutto aleatoria e soggettiva; essa non può che basarsi su parametri di valutazione quali la PROBABILITA' statistica, basata sull'esperienza generale, o l'esperienza personale, fortemente influenzata dalla unicità e specificità del proprio campione di casistica.
E' in definitiva possibile che anche tra i Consulenti di questo sito possa trovare pareri discordanti e pronti ad essere smentiti dalla sua personalissima e irripetibile condizione.
E' proprio questo che rende difficili, al di là di quello che comunemente si ritiene, i nostri atti diagnostici e terapeutici.
Mi creda, è di gran lunga più semplice prevedere tempi di immersione, profondità, atmosfere e tempi di recupero, avendo la possibilità di basarsi su parametri certi, verificabili, misurabili e prevedibili.

Per quanto attiene il caso di cui ci stiamo occupando:
- l'introduzione di metodiche di riparazione erniaria con impianto di reti sintetiche ha fortemente ridotto, ma non azzerata, l'incidenza delle recidive.
- la presenza della rete è ininfluente sulla Sua qualità di vita.
- sforzi fisici e stitichezza sono concause che agiscono sinergicamente e con meccanismo simile sulla base di un terreno predisposto.
- l'eccesso ponderale rappresenta un importante fattore predisponente.
[#4] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
.. Eccomi qua!
Intervento effettuato ... da Ernia Paraombelicale in Ernia Epigastrica. Intervento effettuato in estremis da Primario ed Aiuto..l' ho chiesto alla resp. del reparto di controllare in cartella. Il chirurgo che m' ha visitato, prescritto l'intervento è passato a tracciarmi l'addome, l'ho intravisto in sala operatoria ma non mi ha Operato. Poi s'è presentato per le dimissioni e m 'ha detto tutto bene vada a casa, per problemi digestivi usi dei lassativi e\o stimolanti, mangi pure di tutto!! Il mio Medico di base m'ha consigliato la fascia addominale, il Chirurgo Non mi aveva detto nulla. Alla visita per controllo e rimozione punti 7 gg dopo, il Chirurgo m'ha confermato di portarla per 20-25 gg.. solo su mia richiesta, non parla !!
Verso fine mese mi vorrebbe rivedere, dico, meglio andare a cercare il Primario che m'ha operato? Normale vi sia un avvicendamento simile? Sono felice per le condizioni cliniche, mi fa un pò male ridere,sforzare per evaquare o stiracchiarmi, da 9 gg mangio passati di verdure poichè Non Riesco a Scaricare ed ho paura di rompre i punti interni. Mi hanno dato 20 gg di riposo, il mio medico di base me ne ha confermati 15 ! Non so che fare, come fidarsi dell' insolita situazione? Ho ancora i "punti Strip" dice li potrò togliere domani al massimo lunedì, quindi 10 gg post intervento va bene? Cosa mi consigliate?
[#5] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Ribadendo i concetti esposti nel recedente post, ritengo che un ulteriore "avvicendamento" di opinioni, per di più a distanza, avrebbe il solo effetto di disorientarLa ulteriormente. Si attenga pertanto alle prescrizioni dell'equipe che l'ha operato.