Utente 282XXX
Salve,voglio descrivere un evento accaduto circa 8 anni fa.l'assistente alla poltrona del mio dentista,vedendo il dente incisivo,laterale destro,rotto( nell'angolo sinistro, per una caduta fatta da bambina)mi disse "ora ti faccio una cosa non preoccuparti"conoscendola da anni e conoscendo il mio dentista ero tranquilla ,finchè non mi ha detto che stava limando il dente rotto perchè antiestetico .In quel momento rimasi stupita e arrabbiata perchè a me quel dente piaceva propio così e non ho avuto il tempo ne la prontezza di fermarla,non dissi nulla credendo che fosse cosa da poco anche se non avrebbe dovuto fare un intervento di questo tipo,ne perchè aveva le competenze,ne perchè avrei trovato giovamento.Successivamente accadde di nuovo,una seconda e terza volta..io in quel periodo seppur giovane avevo diversi problemi.. e non ebbi la volontà e la forza di dirle che cosa stava facendo..anche perchè interveniva all'improvviso e in modo inaspettato averei dovuto fermarla mentre stava già operando la seghettatura del mio dente.l'ultima di queste volte tornando a casa,notai l'evidente ritocco del mio incisivo,fin a quel momento "era confinato a un certo limite".
Inutile dire quanto mi arrabbiai la volta successiva le dissi che non mi piaceva cosa aveva fatto al dente,e lei si giustificò dicendo che il mio dente"era storto e presentava diverse punte.."nel tempo ne ho parlato col mio dentista cercando di essere diplomatica e senza usare un tono accusatorio,gli ho detto che in seguito all'accorciamento dell'incisivo laterale operato dalla sua assistente il mio dente si è spostato in avanti(ed io ho tutti i denti perfettamente dritti).
Ora mi trovo con il dente che spunta fuori in ogni foto e quando mangio è praticamente inusato perchè corto ,oltre ad essere sensibile più degli altri a contatto con cibi dolci o a temperature basse.Il mio medico ha spiegato questa modificazione della posizione dell'incisivo a una pressione costante che i denti esercitano nella bocca.Un'altra domanda che ho posto è stata se il mio dente è destinato a morire, e lui me ne ha dato conferma .
Mi ha sconsigliato la ricostruzione e consigliato una macchinetta per risistemare il dente ,un apparecchio per far rientrare solo quel dente,e il tutto a spese mie..
-Vorrei chiedere a voi medici ,dato che ormai sono 8 anni che mi arrabbio ogni qual volta mi fa male il dente o vedo che spunta in una foto come elemento a sè dalla mia bocca,cosa posso dire al mio medico per farmi sistemare il danno senza entrare in polemica ?dato che già una volta gli ho parlato senza fare particolari accuse, non si è reso responsabile nemmeno per conto della sua assistente!
Io credo che questo dente si sia spostato perchè essendo più corto ha meno forza nel sopportare la pressione dei denti ,e di conseguenza esce fuori.anche perchè non so spiegarmi perchè l'altro incisivo sia a posto..
mi scuso per la confusione ma le cose che vorrei dire sono molte e la rabbia per l'accaduto non aiuta.
Salu

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
la situazione è delicata ma non tragica; calma.
non posso nè avallare nè confutare le sue ipotesi (perchè di questo si tratta) sullo spostamento del dente quindi starò sulle generali.
Le consiglio di parlare chiaro col suo dentista e vedere cosa risponde.
poi rivalutare il da farsi
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
e riguardo la sensibilità del dente,propio ora ho mangiato della cioccolata e avverto sempre sensibilità..cosa può dirmi sullo stato del dente una volta che è stato limato con un trapano.
precisamente l'incisivo laterale è stato modificato dal suo punto di rottura in su .. ha una forma innaturale diagonale..
[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
A prescindere dal fatto che il limare il dente le possa aver causato un danno o meno, tenga presente, gentile utente, che dal punto di vista normativo una assistente di studio odontoiatrico (a meno che non sia laureata in igiene dentale) non è legittimata:
1- nè a fare l'igiene orale professionale (detartrasi o ablazione tartaro che dir si voglia),
2- nè a far alcunchè di cruento o incruento nel cavo orale dei pazienti del dentista per il quale lavora (comprese impronte, sigillature, cementazione di provvisori, sbiancamenti, fluoroprofilassi ecc. ecc.)
Il reato è l'esercizio abusivo della professione odontoiatrica, perseguibile su querela.
Naturalmente è necessario avere delle prove di quel che si dice altrimenti si incorre nel rischio di dover rispondere di un altro reato...la calunnia.
Faccia le sue debite considerazioni e nel caso agisca di conseguenza.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
come prove bastal'arrotondamento di altri due denti.. questo è accaduto due o tre anni prima,quell'assistente avrà problemi psicologici reali.Ora non si permette più perchè l'ho ripresa mentre voleva togliermi le punte dei denti diceva che erano appuntiti... :/ come può immaginare non ho foto gli unici che sanno la verità sono io ,l'assistente e il medico,e forse il tecnico che ha assistito al mio dialogo con l'assistente.
Credo che loro mentirebbero essendo di parte..
La ringrazio cmq della sua valutazione!
[#5] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Ovviamente sarebbe la sua parola contro la loro.
Praticamente non ha prove, i denti potrebbe averglieli arrotondati chiunque.
Francamente non credo possa far niente...se non cambiare dentista.
[#6] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
in verità potrei registrare la conversazione tra me e il dentista,cosa che è già avvenuta ,dove il dentista non nega l'accaduto pur facendo passare per normale la situazione.
Non credo di esserne capace na tantomeno ho intenzione di fare cause,ne parlerò col medico e in seguito cercherò di affidarmi a un nuovo dentista..
Saluti
[#7] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
ripeto, ne parli chiaramente col dentista in persona; a seconda della posizione che assume rivaluterà il da farsi.
[#8] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Non so se è lecito registrare una conversazione ad insaputa di uno degli interlocutori e se eventualmente tale registrazione possa esser usata come prova.
Segua il consiglio del dott. Aversa e se non si ritiene soddisfatta dalle risposte del suo dentista si consulti con un legale prima di prendere iniziative personali.

Saluti
[#9] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
vi ringrazio! :)
[#10] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno,ho parlato col mio dentista che ha sostenuto che il dente si è spostato all'infuori perchè il canino a cui è affiancato è in posizione rientrata rispetto a quello sul lato opposto.
Io ho riferito al dentista il mio pensiero,sulla dinamica "del dente viaggiatore" :D il quale essendo stato accorciato probabilmente ha meno superficie laterale per opporsi alla pressione costante della bocca.
CMQ, ha parlato di 2 classe e mi ha proposto una mascherina trasparente per far rientrare al suo posto il dente.Ieri ho ricevuto la macherina e questa volta "il dentista" ha provveduto non col trapano ma con una sorta di limetta in metallo a smussare il dente per permettergli di poter rientrare. Da premettere che porto già il bite perchè ho la mandibola a destra che fa clik, ed esteticamente ho la mandibola spostata verso un lato.
Ieri ,quando ho tolto la mascherina, a pranzo e a cena,ho notato rigidità nell'articolazione della mandibola.In particolare l'altro lato ha iniziato a fare "clik".Oggi andrò dal mio dentista a parlarne. nel frattempo vorrei un vostro confronto se possibile.
E ovvio che lui mi vede e voi no,ma per me al di là dei limiti ,reputo utile avere altri confronti.
Aspetto un vostro parere e vi ringrazio ancora dei consigli ricevuti
Saluti
[#11] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

è buona norma non iniziare nessuno spostamento ortodontico degli elementi dentari in presenza di disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare o in presenza di bruxismo, se non dopo aver risolto questi problemi.

Il rischio può essere quello di un aggravamento della patologia esistente e di un peggioramento della sintomatologia.

Il dubbio, nel suo caso, è che lo "spostamento" dell'incisivo possa anche essere attribuibile ad un iniziale problema parodontale (piorrea) che si diagnostica correttamente con una visita clinica accurata, un sondaggio parodontale da eseguirsi su sei punti su ciascun dente ed eventualmente delle Rx endorali.

Legga qui http://www.studiodecarli.com/1/parodontologia_379976.html

Cordialmente
[#12] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Salve dott. DE CARLI in realtà il dente più che da spostare è da fare rientrare. Al momento è al suo posto ma è posizionato in avanti . Ho tutti i denti dritti e solo questo vaga indipendente dal resto dei denti.Mia madre da giovane ha avuto la piorrea ed io ho diverse carie al collo dei denti. ho chiesto al medico di verificare se ho o meno la parodontite e lui mi ha detto di no perchè il ferro non entra neanche parzialmente nella gengiva . Al momento mi ha modificato un pò la mascherina ,ma il dolore all'articolazione si è ripresentato seppure di meno.. . Non vorrei aggravarmi più di quanto lo sia già e per questo a volte la metto ed altre volte no,cercando di capire se mi causa o meno fastidi.domani dovrei andare dal dentista per riportare la mascherina e rferirgli le sensazione appena descritte. il mio medico ha detto che non si creano altri problemi alla mandibola,e il dolore all'articolazione è da imputarsi al non esserne abituata.
Grazie per l'attenzione.
Saluti!
[#13] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012

Le ribadisco che è bene non fare nessuna terapia ortodontica in presenza di problemi all'ATM o di bruxismo senza aver PRIMA risolto questi due importanti aspetti.
[#14] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio ancora per il suo consulto, verificherò questa possibilità. colgo in oltre l'occasione per chiedere un altra informazione, che fra l'altro mi hanno smentito,ma essendo stato un parente medico ortopedico a consigliarmi ,chiedo a lei cosa ne pensa e cosa sà al riguardo.Il mio dentista mi ha chiesto 22 mila euro per l'operazione alla mandibola,(in privato) mentre mio zio ha consigliato di andare in svizzera,poichè è un intervento complesso e delicato,e lì sono maggiormente specializzati in questo tipo di interventi.Per ora non ho pianificato nessun intervento,e non soò se sia positivo andare avanti con questa disfunzione,in particolare penso a questo quando sento la mandibola "scrosciare " e non fare clik, sarà impressione ma ho questa sensazione,come se le ossa si stessero grattuggiando :/.
Saluti
[#15] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Non è possibile risponderle correttamente senza una visita clinica che è indispensabile per porre una diagnosi corretta, ma tre cose possiamo riassumerle:

- la chirurgia in un paziente con una disfunzione temporo mandibolare va considerata sempre con molta attenzione e solo dopo aver attuato altre terapie non invasive (per esempio, un bite costruito ed adattato correttamente e NON "mascherine" ortodontiche, esercizi di stretching mandibolare, biofeedback, ecc.). Quindi la chirurgia va considerata l'ultima spiaggia e solo in un numero molto ristretto di casi

- se anche ammesso e non concesso avesse bisogno di un intervento di chirurgia, non è necessario rivolgersi all'estero perchè anche in Italia può trovare ottimi professionisti

- ritengo che prima di effettuare passi irreversibili sia utile che lei si rivolga ad un dentista che si occupa di gnatologia ed esperto in problemi dell'ATM
[#16] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
questo mio intervento ha il solo scopo di confermare e rafforzare il precedente del collega De Carli.
Effettuiamo interventi di Chirurgia Ortognatica da anni con successo ma SOLO dopo approfondito studio e in casi non trattabili con altri sistemi non chirurgici.
Fra l'altro, se c'è una patologia malocclusiva chiara e di trattamento chirurgico, i reparti di Chirurgia maxillo facciale possono trattare chirurgicamente questi casi GRATUITAMENTE; non è necessario andare in Svizzera o spendere capitali; il SSN è più efficiente di quanto la popolazione media immagini ed i media facciano credere.
[#17] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio per le preziose informazioni,spero di potermi ancora confrontare con le voi in futuro.
Buona Giornata!
[#18] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ma mi raccomando, PRIMA di fare qualsiasi cosa, i dolori devono SPARIRE con una opportuna terapia gnatologica.
[#19] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Salve dott. formentelli ,qualsiasi cosa in che senso,mascherina,bite,intervento? il bite lo porto già da un anno,la mascherina l'ho sospesa,e l'intervento dovrò farlo valutare.. -cosa intende per terapia gnatologica?
grazie per l'informazione.
[#20] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Intendo chirurgia o ortodonzia.
L'allineatore trasparente (mascherina) è un tipo di portodonzia.

Il bite è il principale tipo di terapia gnatologica.
Gli altri tipi (stretching mandibolare, biofeedback, molaggio selettivo, eliminazione dei precontatti occlusali, plantari o altro) dipende dalla diagnosi.

Dal suo racconto ho l'impressione che siamo ancora al palo, senza una DIAGNOSI convincente, suffragata da elementi oggettivi.

Si consulti con uno gnatologo.
www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui
[#21] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta , avrei un'altra domanda , ieri durante il tirocinio in ospedale , (studio infermieristica 1 anno) ho sollevato insieme ad un'altra persona un paziente, e oggi mi ritrovo con un forte dolore al collo e alle spalle tanto da non riuscire a stare in piedi. Questo dolore è da imputare allo sforzo o allo sforzo unito al problema presistente di ATM? Stamattina ho preso per il forte dolore 1000mg di tachipirina , che ho assunto anche alle 6 e forse riprenderò alle 10 (ogni 4 ore) .Al momento ho ancora forti dolori e sono preoccupata perchè lunedì non riuscirei a sostenere questo dolore durante il tirocinio, al momento sono domiciliata e quindi sprovvista di medico,mi consigliate di consultare la guardaia medica o la tachipirina mi aiuterà nell'eliminare il dolore.
Grazie ancora per l'attenzione!