Utente 239XXX
Salve e grazie in anticipo per l'attenzione

Da un anno ho scoperto di avere un varicocele al testicolo sinistro,a causa di un fastidio che avvertivo nella zona,ho fatto l'ecografia che ha confermato la presenza di una dilatazione di 2 3 grado.
Ho fatto due visite urologiche da due diversi specialisti.Il primo mi ha detto che di norma il varicocele non crea dolore,e che il mio è allo stadio solo iniziale,mi ha prescritto una terapia di anti-infiammatori per escludere infiammazioni e uno spermiogramma,e mi ha lasciato intendere che se questo era di esito positivo non era necessaria l'operazione.

Ho fatto lo spermiogramma ed è stato un disastro,probabilmente a causa di un'astinenza non mantenuta a tutti gli effetti e di un colpo ricevuto al testicolo qualche giorno prima(ho pensato io)

Ne ho fatto un secondo è questo è stato molto positivo.

In seguito ho consultato un altro urologo che invece mi ha detto che il varicocele è abbastanza grande e mi ha consigliato l'intervento,nonostante lo spermiogramma abbia avuto esito positivo.Per l'intervento inoltre mi ha sconsigliato quello mini-invasivo attraverso catetere angio-plastico perchè a suo avviso c'è più probabilità di insuccesso,spingendomi a fare l'intervento chirurgico.

Io non avendo problemi di fertilità almeno per ora,se mi devo operare,perché comunque il fastidio è ancora presente,soprattutto dopo l'erezione,preferirei l'intervento mini-invasivo,che faccio solo a causa del "dolore" che avverto,perché se è tutto apposto a livello di fertilità preferirei non toccare nulla.Purtroppo però questo fastidio quotidiano,sta diventando pesante.

Chiedo un consiglio,sul fare o meno l'intervento e delucidazioni riguardanti l'efficacia dell'intervento microinvasivo.Grazie


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la presenza di sintomatologia dolorosa,anche se non rilevante,la giovane età ed i risultati controversi dello spermiogramma,che non ci trasmette,sono probanti per una correzione del varicocele,sulle cui modalità conta l'esperienza dell'andrologo di riferimento.Quanto alle probabilità di miglioramento della spermatogenesi,non conosciamo i risultati relativi all'esame obiettivo (volume testicolare) nè quelli dei dosaggi ormonali,per cui non è possibile esprimersi.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Raffaele Prudenzano
44% attività
8% attualità
20% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile Utente è doveroso fare chiarezza su alcuni punti
1) il varicocele è quasi sempre oligosintomatico percui il dolore (o il fastidio) è dovuto ad altre causa da indagare assieme al suo Urologo
2) con un spermiogramma normale in genere, per il momento, non dovrebbe essere corretto
3) la via mini-invasiva (Scleroembolizzazione Retrograda) è da preferire per la ridottissima invasività a fronte di risultati assolutamente pari alla chirurgia open
4) l'intervento "radiologico" dovrebbe essere eseguito solo in centri Qualificati e Certificati
Per ogni delucidazione
http://www.medicitalia.it/minforma/radiologia-interventistica/536-scleroembolizzazione-retrograda-varicocele-cos.html