Utente 284XXX
buona sera,ho 60 anni soffro di disfunzione erettile riesco a penetrare ma non a mantenere l'erezione.Sono una persona sana non ho disturbi seri ma solo una leggera Peyronie e dupuytren stadio 0/1. Posso prendere delle pasticche di Levitra orosolubili da 10 mg ?
grazie
fg

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
la prescrizione di un farmaco che è dispensabile solo con ricetta medica è condizionata dalla assunzione di responsabilità da parte del medico che valuta durante una visita i margini tra benefici e svantaggi correlati con l'assunzione del farmaco e ne risponde.
Esula perciò dalle finalità di medicitalia rispondere alla sua domanda.che dovrebbe girare al collega che ha posto la diagnosi di cui ci parla.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Egr.dottore,ciò che dice è corretto,dimentica una cosa che non ho chiesto che mi facesse una diagnosi online,che mi rilasciasse un referto nè di prescrivermi un farmaco.Ho semplicemente posto un quesito e mi aspettavo un suo parere in funzione delle sue esperienze e dal punto di vista medico-farmacologico. Mi sarei aspettato una risposta da lei tipo : una persona sana con deficit erettile può assumere,al bisogno, farmaci, come ad esempio il vardenafil, in presenza di una leggera peyronie. Oppure : asolutamente no perchè c'è una totale incompatibilità tra le due cose...etc.. etc.. Se lei non esprime neanche un parere ,ma che ci sta a fare li allora..?
[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
rilegga la sua domanda:
-Posso prendere delle pasticche di Levitra orosolubili da 10 mg ?-
la sua domanda presuppone che se le rispondo di si equivale ad una prescrizione,che in questa sede è formalmente vietata. vedi scritte in rosso in fondo alla pagina.
se le rispondo di no equivale a dare del somaro al collega che eventualmente gliela ha prescritta.
le ho risposto in pratica, rimandandola al suo curante, "forse" poichè la responsabilità della prescrizione si prende solo se il paziente è stato visto e visitato e si sono potutte valutare tutte le ipotesi tra vantaggi e svantaggi. Cosa che da qui non è possibile.
quanto alla sua ultima cortese domanda gliela rigiro, fare polemica con lei esula dalla mia natura e dal fine della mia presenza qui: io , qui, metto i pedalini alle fette biscottate dopo pettinate le bambole, poi smacchio il leopardo e, nel tempo libero, cerco di acchiappare la mosca che mi ronza dentro la testa dando fastidio all'ultimo neurone .

sempre cordialmente
[#4] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Egr.dott.Giulio Biagiotti,
rilegga la sua prima risposta:
"domanda che dovrebbe girare al collega che ha posto la diagnosi di cui ci parla".

Non volevo una conferma ad una diagnosi fattami dal mio medico curante perché non c'è mai stata neanche la visita !
Mi sono iscritto a questo sito e rivolto a lei per un consulto (consulto, dal lat. consultum «deliberazione», der. di consulĕre «consultare» / «chiedere consiglio a una persona o un collegio di persone per averne un parere, un giudizio, una risposta su determinate questioni: c. il medico. ) è questo lo scopo e il servizio che si pone il sito e la rubrica per la quale presta la sua consulenza. Così almeno,si legge nell’homepage.!
La sua risposta ripeto, doveva basarsi su elementi scientifici di compatibilità,disturbo-farmaco e basta : "un soggetto sano in base agli elementi noti, potrebbe assumere al bisogno, il farmaco.... (principio attivo) in quanto non c'è nessuna controindicazione e alcuna incompatibilità con i disturbi descritti" E poiché ci vuole sempre la prescrizione del medico curante e ovvio che potrò comprare il farmaco dopo aver posto il problema al mio medico,Allora si che avrò una diagnosi e,potrà anche prescrivermi il farmaco.
Ma da lei mi aspettavo solo un PARERE.. e nient'altro !
Mi piacerebbe conoscere tutti i quesiti che le sottopongono e le sue risposte che mi auguro non siano : "rimandandoli ai propri medici curanti "
Sa..dottore,anche noi.. pazienti..lettori, non stiamo qui ad asciugare gli scogli, né a pettinare un riccio o non ci attacchiamo al fumo di candela,cerchiamo di avere un vs aiuto,non foss’altro morale.. perciò non ci si mette in cappa, come lei prudentemente ha fatto con il sottoscritto..! Non si può pretendere di andare in paradiso in carrozza ..!
sempre cordialmente.

grazie comunque
[#5] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Se ci fosse qualche altro medico disposto a dare un proprio parere al mio quesito....
grazie anticipatamente
[#6] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Sue parole: non ho disturbi seri ma solo una leggera Peyronie e dupuytren stadio 0/1.
e:
Non volevo una conferma ad una diagnosi fattami dal mio medico curante perché non c'è mai stata neanche la visita !


Suppongo quindi che la diagnosi col nome di due precise patologie con tanto di stadio l'abbia fatta il Pizzicarolo sotto casa insieme al Benzinaro mentre calava il due di coppe con una mano e alzava il bicchiere con l'altra.

Posso prendere delle pasticche di Levitra orosolubili da 10 mg ?
Mica sò due etti di mortadella!

Caro Signore, no, non le può prendere con tranquillità almeno fino a quando non ha una diagnosi fatta da uno col " Pezzaccio de carta" con su scritto: laurea in medicina. Specie se acquistata online, nove su dieci sono anfetamine travestite.Le pasticche, mica la mortadella.

Non confonda la prudenza con la cappa, io, qui, ci sto con nome e cognome.
Detto questo,aspettando la carrozza, vado a mette la muserola al leopardo, non si sa mai.
cordialmente sempre
[#7] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Caro dottore,
forse lei non lo sa ma tanti Pizzicaroli e Benzinari,da lei citati banalmente,ironicamente e con sarcasmo,non hanno una laurea in tasca, eppure espletano il loro mestiere impegnandosi onestamente con serietà ,con dignità e professionalità avendo verso i clienti molto rispetto e senso civico cercando di comprendere le loro esigenze anche se di natura diversa.Pensi che usano con perizia,coltello e pompa erogatrice..a differenza di altre categorie di persone che pur avendo il pezzo di carta non sono in grado di distinguere un fattore di potenza da un contadino di Macerata o altri che credono che il giuramento di IPPOCRATE sia il titolo di un film storico o il nome di una pietanza tipica della ciociaria..!
Le faccio notare che non ho mai detto nè pensato di acquistare farmaci online come lei imprudentemente ha scritto.
Dimenticavo infine,di dirle che un altro medico sull'argomento mi ha risposto: "
sulla base del sul racconto e non di esami strumentali o di una valutazione clinica,non vedo controindicazioni "
E' ciò che mi sarei aspettato da lei..!
Da questo momento interrompo il colloquio, non avendo nient'altro da aggiungere se non esprimere la mia profonda delusione .

sempre cordialmente le auguro una buona giornata

M. Giovannelli
[#8] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Se ci fosse qualche altro medico disposto a dare un proprio parere al mio quesito....
grazie anticipatamente
[#9] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

a 60 anni può essere abbastanza frequente avere una qualche forma di fibrosi cavernosa che possa creare problemi erettili specie della rigidità e del mantenimento.
Nella mia lunga esperienza di assistenza di pazienti con tali caratteristiche non ho mai ritenuto di proibire l'uso di tali farmaci al fine di grantire una erezione adeguata.
Si tratta però di pazienti che mi consultano, mi riferiscono le loro malattie, i farmaci che assumono, mi fanno vedee i pochi o tanti accertamenti effettuati., si fanno visitare.......
dico sempre che alla classica cena qualcuno mi chiede "...dr pozza, potrei prendere una compressa di viagra o levitra" in genere rispondo che tutti prendono aspirina, neonati, bambini, vecchi....certo, la prenda.... ma se poi ha una ulcera gastrica e lo stomaco si perfora.......!...?...?-
morale, sempre una prescriione medica seria o poco seria che sia
cari saluti
[#10] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Egr.dr. Diego Pozza,innanzitutto la ringrazio moltissimo per la sua risposta che ho trovato logica,molto chiara,semplice ma compendiosa. Ho apprezzato la sua disponibilità ma soprattutto la professionalità. Caratteristiche queste che tutti i medici dovrebbero avere,ma a maggior ragione chi dà il proprio contributo come medico e aiuto,non foss'altro morale, su un sito online.
Sicuramente la contatterò privatamente per un suo autorevole parere e una specifica e completa valutazione del mio caso attraverso una visita.
Grazie ancora e le auguro un buon fine settimana.