Utente 286XXX
Mi chiamo Paolo, ho 22 anni e mi sto "arrendendo" all'idea di dover ricorrere a un intervento di eliminazione del frenulo.
Ho sempre avuto un problema di sensibilità al glande, un fastidio che si produceva sfiorandolo o nel mettere un preservativo addosso. Ciononostante, ho avuto dei rapporti sessuali soddisfacenti in passato, per cui ho pensato che non fosse nessun tipo di problema da considerare patologico. A questo però devo aggiungere un “sospetto” frenulo breve, in quanto sono sempre riuscito a scoprire completamente il glande, però spesso lo sentivo tirare, e non so a cosa sia dovuto, ma ultimamente la situazione è peggiorata. Non ho idea di cosa sia successo o se sia solo un fattore psicologico, ma ultimamente con un’erezione completa è quasi impossibile scoprire il glande per via del frenulo (il prepuzio sembra abbastanza elastico, è proprio il frenulo che sembra diventato ancora più breve di prima). Nell’ultimo periodo ho anche avuto una vita sessuale molto insoddisfacente, con fatica nelle penetrazioni e spesso con eiaculazioni precoci. Questo ha anche alimentato nuove ansie da prestazione, e sono certo che con la frenulotomia posso senz’altro giovare del risultato, ma ho alcuni dubbi a riguardo.
Innanzitutto, so che l’intervento in sé dovrebbe essere una sciocchezza di qualche minuto, ma l’anestesia è somministrata localmente via siringa, e temo che sia troppo troppo doloroso per la mia sensibilità. Secondo, nel mio lavoro ho bisogno di muovermi abbastanza, fare scale, essere veloce. Può questo intervento limitare la mia abilità?
Terzo, il pene non in erezione è piuttosto piccolo, mentre in erezione ha dimensioni normali, e temo che questa notevole differenza di volume possa darmi problemi per esempio la mattina con un naturale alzabandiera e tirare più del previsto i punti.
So che è un intervento che normalmente sarebbe una sciocchezza, ma penso di essere un soggetto con qualche particolarità di troppo e che possa causarmi davvero tanti problemi ora.
Grazie per l’attenzione,
un saluto

Paolo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,con tutte queste paranoie,nonchè con un trascorso favorevole,credo che sia consigliabile uno specialista reale e non il web.Cordialità
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Ammetto di essere paranoico spesso, ma volevo avere qualche dritta prima di una visita reale. Premettendo che i trascorsi favorevoli sono in numero minore di quelli negativi, mi chiedevo se potesse dilungarsi sulla risoluzione di qualcuno dei miei quesiti (anche se solo in via ipotetica, e sapendo di dover prendere la risposta con le pinze, essendo una risposta generale e non per forza applicabile al mio caso specifico).
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non esiste un modello esportabile a tutti circa la sensibilità post intervento.La frenulotomia è un ontervento banale che,in genere,non lascia reliquati nè fisici nè psicologici.Cordialità.