Utente 286XXX
Gentili dottori sono due anni che soffro di disfunzione erettile cioè ora mi spiego meglio l'erezione avviene ma in maniera molto difficoltosa. Ho gia fatto una visita andrologica con i rispettivi esami ormonali, ecodopler ma tutto rientra nella norma.
L'unico problema e che ho una prostatite abatterica cronicizzata che mi sta dando non pochi problemi: dolore durante la minzione, eiaculazione. Quest'ultima tra l'altro è cambiata cioè il getto è diminuito e a quanto pare anche la quantita del liquido.
Dopo l'eiaculazione il pene diventa subito flaccido ed e quasi impossibile avere un secondo rapporto, tra l'altro quando eiaculo non sento più il piacere come prima.
Durante l'erezione tra l'altro noto che il pene nella zona centrale in corrispondenza dell'uretra o del suo canale non si gonfia piu come prima.
Ho anche un problema a iniziare la minzione, cioè mi devo praticamente sforzare.
Adesso volevo chiedervi quale può essere il vostro parere date queste informazioni anche perchè questo problema che lo sto portando avanti da troppo tempo mi sta rendendo troppo ansioso.Grazie per il consulto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,prima di tornare a considerare il disagio sessuale legato alla disfunzione erettile,mi preoccuperei di ottimizzare il quadro prostatico che,da quanto ci trasmette,appare sofferente.In un secondo momento riaggiornerei la diagnosi sessuale,non sottovalutando anche l'aspetto psicosessuologico.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Izzo che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Ok dottori grazie per aver risposto però il problema è che a quanto ho capito non c'è una vera e propria cura per la prostata cioè si utilizzano integratori che dovrebbero alleviare il problema ma se non viene tolto il problema alla fonte si torna a capo giusto o sto sbagliando dottori?
Poi ho notato un'altra cosa che quando urino il pene in stato di flaccidità tende a ritirarsi moltissimo e di li partono i dolori all'interno dell'uretra, sotto i testicoli e una sensazione di fastidio freddo.
Tutto coincide secondo la vostra esperienza a un'infiammazione della prostata o vi fa pensare ad altro?
Un'altra informazione che posso darvi e che prima facevo una vita molto intensa lavoro, studio, uscivo con amici e bevevo parecchio, fumavo erba e riposavo poco queste cose possono aver inciso sulla prostata?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

a tutti i suoi quesiti si può rispondere con un sintetico e preciso Sì!

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/383-prostata-aumenta-volume-ipertrofia-prostatica-benigna.html,

http://www.medicitalia.it/salute/prostata.

Un cordiale saluto.


[#5] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Ok dottori l'ultima domanda ho fatto esami ormonali anche della prostata e risultano normali, ho fatto un'uroflussometria e risulta leggermente ostruita lasciando nella vescica solo una piccola parte di urine che secondo il dottore non è dannosa; ho fatto una spermio-cultura ed e risultata negativa, ora gentilmente dottori poi non vi disturbo piu che altro esame si puo fare per avere una situazione piu dettagliata del problema o almeno della sua fonte.
Vi ringrazio dottori anche per gli articoli consigliati.
Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se il problema lamentato è un disturbo dell'erezione e questo dovesse perdurare bisogna risentire il suo andrologo e con lui valutare attentamente le eventuali indagini diagnostiche mirate a capire il suo problema.

A questo proposito si rilegga gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili sempre agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184/quando-l-erezione-e-d ,

http://www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/1234/Nuove-terapie-emerge .

Un cordiale saluto.