Utente 286XXX
Egregi dottori, vi scrivo per un consulto riguardante diverse terapie per l'acne a base di antibiotici che avevo seguito tra il 2008 e il 2010. La dermatologa da cui mi ero rivolta mi aveva prescritto zitromax per 3 mesi. Io l'avevo assunto per il tempo previsto ma dopo 2 settimane dopo che avevo smesso l'acne mi era tornata per cui, erroneamente, io avevo ripreso la cura per altri 3 mesi senza il consultare la dermatologa. Successivamente ho avuto altri periodi in cui mi tornava l'acne e ogni volta insistevo perché la mia dottoressa mi prescrivesse altri antibiotici. Risultato : per 3 anni ho continuato ad assumere a cicli diversi antibiotici. Ora l'acne, a parte qualche brufolo ogni tanto, non è più un problema. Ma dal 2010 sono cominciati a comparire altri sintomi che apparentemente non sembrerebbero associati alle terapie a base di antibiotici : inizialmente era secchezza oculare, gonfiore delle palpebre superiori, disagi leggeri agli occhi che però si sono aggravati con il tempo. Ho consultato un oculista che mi ha prescritto dei cortisoni. Netto miglioramento ma appena ho smesso tutti i sintomi sono ricomparsi. Successivamente sono diventata intollerante ai cosmetici (appena mi mettevo la matita gli occhi diventavano due palloncini) quindi ora sto usando meno cosmetici e tutti rigorosamente controllati per ridurre al minimo le allergie. Ma gonfiore oculare e stanchezza persistono. Prendo artelac rebalance collirio 2 volte al giorno.
Da un anno perdo molto facilmente peso che difficilmente riesco a riprendere.
Negli ultimi 2 mesi inoltre mi si chiude anche il naso, soprattutto durante la notte, assenza di muco, che mi impedisce di dormire.
Per completare il quadro cito l'intolleranza ai latticini che sembra essere comparsa da una settimana (me ne sono accorta per il fastidio alla gola e alla leggera asma che comparivano ogni volta che bevevo latte o assumevo il Meritene, integratore che contiene polvere di latte)
Ora mi chiedo se tutti questi sintomi non siano dovuti a una disfunzione del mio sistema immunitario a sua volta causato dall'abuso di antibiotici. Ho paura di aver sviluppato molte allergie oltre a quella al polline che ho da sempre.
Quali test posso fare? Devo rivolgermi a uno specialista? O sono tutte mie paranoie?
Ringrazio anticipatamente qualunque dottore voglia d'armi un suo parere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
gli antibiotici non c'entrano.
Ma senz'altro è giunto il momento di una rivalutazione allergologica con una approfondita anamnesi e i relativi test (prick/CAP e patch, a giudicare da quello che ha reiferito).
Saluti,