Utente 286XXX
Buongiorno!
Nel 1975, quindi a 22 anni, a causa di un incidente automobilistico con urto frontale dal lato del passeggero, subii la frattura del condilo mandibolare dx con lievissima otorragia, tanto che, al PS nel quale venni immediatamente portata, non se ne accorsero...
Me ne resi conto io stessa qualche giorno dopo ed andai da un chirurgo di fiducia il quale mi rimosse anche alcune schegge di vetro da una ferita sulla fronte e mi disse che, per il condilo, non c'era nulla da fare se non seguire una dieta semiliquida per qualche giorno e nulla fecero!!

Ora, a distanza di 48 anni....il condilo è estremamente dolente, quasi esclusivamente durante al masticazione anche di un cibo morbido...
Nel frattempo ho sistemato la masticazione portando un apparecchio interno per due anni e tuttora uso un byte almeno ogni 2/3 giorni per tutta la notte.
Apparentemente non sembro avere problemi di masticazionem e vado regolarmente dal dentista per controlli e igiene.

A chi consigliate di rivolgermi per avere un parere sul problema al condilo, dentista o chirurgo maxillo facciale?
Se avessi un'importante artrosi, come temo, quale sarebbe la soluzione migliore per poter masticare senza dolore?
Abito a Corbetta, provincia di Milano,
Vi ringrazio per l'attenzione e saluto
maria colonna

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
16% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile utente per una giusta valutazione Le consiglio di farsi visitare da un esperto in Gnatologia,ovviamente l'evento traumatico verificatosi nel 1975 ha una grossa importanza,ma non escluderei l'instaurarsi di altre condizioni come quella occlusale responsabile dei disturbi da Lei lamentati.