Utente 286XXX
Salve, volevo un informazione su come comportarmi con la mia cellulite. Circa due anni fa non avevo la minima traccia di cellulite. Andavo a camminare ogni giorno per circa un'ora, bevevo 2 litri d'acqua al giorno e facendomi fare anche massaggi(non professionali). Tutto questo per dimagrire perché così mi era stato consigliato. Alla fine nell'arco di un periodo di circa sei mesi o più sono riuscita a dimagrire e ho perso circa 6 kg, da 58 kg sono passata a 52 kg associando alla camminata una dieta ricca di proteine e pochi carboidrati. Dopo di che ho smesso la dieta mantenendo il mio peso circa sui 53 kg ma continuando ad andare a camminare. Ad un certo punto, probabilmente a causa dello stress della scuola e della mia pigrizia ho smesso di andare a camminare, i massaggi e ho iniziato a mangiare schifezze. Arrivata a gennaio febbraio dell'anno scorso ho trovato le mie cosce sia esternamente che internamente ricoperte di cellulite. Un disastro. Quest'estate non ho mai indossato pantaloni sopra al ginocchio dalla vergogna. Odio vedermi così, soprattutto a quest'età. Dopo l'estate ho ripreso a fare qualcosina ma senza costanza (cyclette e trampolino elastico) ma facendo però da settembre nuoto due volte a settimana. Sono arrivata ad oggi ma la cellulite non è andata via. Anzi mi sembra di averne addirittura nelle braccia. Cosa posso fare? Mi stressa davvero. Vorrei tanto eliminarla perché non si vede soltanto comprimendo ma anche ad occhio nudo, e a mio parere è davvero tanta. Può bastare iniziare a fare attività fisica tutti i giorni o devo rivolgermi ad un medico o fare determinati trattamenti, se si qual'è il prezzo? Perché per quest'ultima dovrei aspettare l'estate in modo da finire gli esami. Ed avere più tempo per starci dietro. Spero in un vostro utile consiglio.
Vi ringrazio della mia attenzione,
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, sicuramente lo stile di vita incide moltissimo, ma non sempre è sufficiente. Sentire il parere di uno specialista vale comunque la pena. Le spiegherà tutto bene, le indicherà cosa è più utile nel suo caso specifico (magari cambiare qualche abitudine!). Dopo in tutta serenità potrà avere un quadro più chiaro e decidere, nel caso fosse necessario, se sottoporsi o no ai trattamenti eventualmente proposti. I costi ovviamente dipendono dai differenti casi. Può darsi anche che debba sostenere solo il costo della prima visita se non è necessario alcun trattamento.
cordiali saluti