Utente 285XXX
Buon giorno,
Circa un mese fa sono stato operato per una mielopatia spondilogenetica.
L'operazione è stata lunga, 7 ore, per il quadro un pò complicato.
Tutto è andato per il meglio e piano piano sto tornando come nuovo.
Da circa 15 gg. accuso però un prurito diffuso e fastidioso in tutto il corpo.
Credo sia importante un antefatto; avendo problemi di accesso venoso (non ho vene a causa del mio passato da tossicodipendente e nonostante abbia smesso da 10 anni non ho vene superficiali) l'anestesista non riuscendo a trovare vene (per il prelievo pre operatorio hanno usato una piccola vena nella mano che si è rotta poco dopo) mi ha sedato inizialmente con due intramuscolo di ketamina per poi mettermi una centrale (la posizione da tenere per mettere la centrale mi era impossibile da tenere da sveglio a causa dei forti dolori legati alla patologia per cui sono stato operato).
Poi mi ha detto al mio risveglio che mi ha tenuto addormentato con più farmaci dato che la ketamina " copre " un lasso relativamente breve ma ovviamente non me li ha riferiti, la mia era solamente una curiosità dato che gli anestetici mi hanno sempre affascinato.
Dopo circa 10 giorni dall'intervento e tutt'ora ho prurito in tutto il corpo e considerando che non sto prendendo farmaci di nessun tipo non può nemmeno essere un'orticaria da farmaco.
Può essere l'anestesia e nello specifico la ketamina a dare questi problemi?
Essendo un ex tossicodipendente posso dire che uno degli effetti dell'eroina era il prurito ma finito l'effetto finito il prurito.
Oppure ci può essere qualche altro problema slegato dal mio intervento?
Esiste letteratura in proposito.
Il mio medico di base molto fokloristicamente mi ha detto "grattati che poi ti passa l'importante era il tuo collo" , ma a me da molto fastidio ed ho già provato talco e varie creme ma nulla il prurito non demorde ed il dopo doccia è tremendo.
Attendo vostre notizie e vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno gentile utente, i farmaci anestetici che le sono stati somministrati, specie se diversi ed insieme, teoricamente potevano dare una qualche reazione ma non a distanza di tempo e dopo un intervallo di assoluto benessere; inoltre lei non ci dice se la cute è intatta o presenta alterazioni. Un disturbo allergico, se di ciò si tratta, comunque non si lega sempre e solo alla assunzione di farmaci, ma potrebbe essere dovuto anche per esempio ai saponi ( anche quelli usati per lavare la biancheria), o ad un problema dermatologico.
Spero di essere stata esauriente, cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
Per prima cosa, dopo i saluti che di rito impone una buonaceducazione, la ringrazio per la risposta.
È stata veramente esaudiente per cui con questa comunicazione le volevo solamente dire che non ho nessuna alterazione cutanea.
Dopo la sua risposta onestamente sono molto più sereno ed ottimista sul mio iter post operatorio.
Grazie di cuore.