Utente 566XXX
Gentilissimi dottori siamo una coppia che da 7 mesi cerca un secondo figlio. Il primo è arrivato molto velocemente ossia dopo un solo tentativo, il secondo invece proprio non vuole arrivare. In questo anno è mezzo mio marito non ha avuto alcuna malattia che possa aver compromesso l'efficienza dei suoi spermatozoi però quello che io ho notato che il suo organo è come dire meno reattivo e " consistente" di prima. Ha 37 anni e fa un lavoro che lo costringe a stare seduto alla guida per tutto il giorno. Io ora non so se può essere collegato a questo in quanto io ho fatto tutti i controlli ed è risultato tutto nella norma , lui non si sottopone a nessuna visita ancora è vorrei capire se è il caso di intervenire già oppure attendere. Inoltre volevo chiederei se ci fossero degli integratori naturali che possono migliorare la situazione . Io non voglio aspettare l anno a fare i controlli per poi scoprire che magari c'era qualcosa da poter risolvere subito. Vi ringrazio davvero in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

per prima cosa sarebbe necessario un esame del liquido seminale di suo marito, da eseguirsi in un centro dedicato a problematiche riproduttive e subito dopo procedere per un consulto andrologico presso lo specialista per valutare se esistono patologie in grado di interferire sulla sua fertilità e quindi per impostare una terapia.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 566XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dott.ssa
sono incinta finalmente. Abbiamo capito insieme al mio ginecologo che il problema era l ovulazione. ...dopo un mese con clomid sono subito rimasta incinta. C' è solo un piccolo particolare. ..ieri alla prima visita ( 5settimane+3) il ginecologo ha rilevato 3 camere gestazionali con tun puntino all interno di ognuno...lui però ha tenuto a precisare che non é certo chr ne sopravvivano tutte e tre come é possibile di si...mi diceva che si possono riassorbire da sole una o piu di una. ..ora voglio chiedere: quante probabilità ci sono che sopravvivano tutte e tre e inoltre quali accorgimenti devo attuare se la gravidanza trigemellare andasse avanti? Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ha sbagliato sezione, infatti qui siamo nell'ambito andrologico, rivolga la sua domanda ai colleghi ginecologi.

Ancora cordialità