Utente 226XXX
Buongiorno gentili dottori, sono una ragazza incinta all'ottavo mese e mi rivologo a voi piuttosto preoccupata per un episodio spiacevole occorso due giorni fa. Ero in un bagno pubblico piuttosto sporco (tanto da presentare, mi scuso per i dettagli, oltrechè tracce di urina sull'asse anche feci all'interno del water), ma era l'unico disponibile, in più ovviamente io non sono solita appoggiarmi al bordo del water. Mai però avrei immaginato che mentre ero chinata, si può dire??, a fare pipì lo sciacquone elettrico si è attivato da solo: io mi sono ovviamente ritratta ma non prima di essere "investita da un getto d'acqua sulle gambe e parti intime": essendo tra l'altro uno sciacquone molto energico ha portato con sè il materiale presente anche sull'asse del water. Ora io, già ipocondriaca di mio, non ho assolutamente idea di quali malattie si possano contrarre con questa modalità piuttosto assurda, e sono preoccupatissima soprattutto di poter trasmettere qualche infezione al bimbo che sta per nascere. Tra due settimane farò il tampone vaginale pre-parto, ma suppongo che questo non possa dire granchè. Vi ringrazio se vorrete aiutarmi

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Signora,
starei davvero tranquillo, è evenienza di fantamedicina il fatto di poter contrarre patologie con la dinamica che ha descritto. Ammesso che vi sia stato qualche patogeno nell'acqua che la ha investita,m non è elemento sufficiente per poter contrarre una malattia. I patogeni devono essere in alto numero, la cosiddetta carica infettante minima, e la cute o le mucose devono avere delle soluzioni di continuità. Tutte evenienze ripeto piuttosto difficili da ammettere stando al suo racconto. Riferisca l'accaduto al ginecologo, avrà un occhio di riguardo in più, ma le sconsiglio di rovinare un momento così bello ed importante della sua vita per questa cosa.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio tanto, so di poter apparire eccessiva, ma la mia fobia forse ipocondriaca è che oltre alle tracce organiche di urina e feci potesse esservi la presenza di sangue mestruale o comunque secrezioni vaginali (tutte ipotesi ovviamente!), ed essendo io igienista (quasi maniacale!) per natura un episodio del genere mi ha un po' destabilizzata: supponendo poi che fossero residui recenti, della persona prima di me, il tempo non sarebbe stato sufficiente a "uccidere" gli eventuali germi... Aggiungendo che le mie nozioni medico-scientifiche sono pressochè nulle ero molto preoccupata di aver preso, che so, una rarissima sifilide o altro! probabilmente le mie congetture fanno sorridere, ma ho preferito chiedere ad un esperto anche solo per una rassicurazione psicologica... Ancora grazie