Utente 283XXX
Salve, sono un ragazzo di 23 anni e frequento regolarmente la palestra. Da circa 2 mesi ho una bollicina all'interno del dito anulare della mano sinistra, la quale ora misura circa 3 mm e si è ingradita leggermente rispetto a prima. La bollicina si presenta rialzata, rossastra (come se il sangue si sia accumulato in quella zona) e sembra contenere liquido acquoso trasparente... Non è ruvida e fa male poco solo se la tocco. Secondo voi è una verruca presa in palestra?!?

Grazie...

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giulio Sonego
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Gentile paziente,
ritengo Lei debba sotto porsi ad una visita dermatologica per avere una diagnosi precisa ed un corretto trattamento terapeutico.
La descrizione che Lei fa della lesione, è un po' genetica e può riferirsi a varie cose come un granuloma piogenico, o un granuloma da corpo estraneo o forse anche ad una verruca. Faccia una visita dermatologica e vedrà che risolverà facilmente il problema.
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottore,
lunedi sera sono andato dal medico di base, e secondo lui è una verruca. Il liquido acquoso, a parer suo è stato causato dalla presenza e dallo sfregamento dell'anello.
Mi ha suggerito di applicare per 10 giorni Verunec e se non c'erano miglioramenti, di dover andare dal dermatologo.
L'unico mio dubbio sul fatto che sia una verruca è il fatto che questa bollicina tende ad essere rossa... Ora con l'applicazione di Verunec si è schiarita, e il suo spessore in altezza, si è ridotto.

La cosa che mi tranquillizza al fatto che sia davvero una verruca, è che si trova proprio nel punto dove si ha l'impugnatura della mano in palestra. Non credo si tratti di granuloma piogenico, in quanto non sanguina...

Ora secondo Lei, dato ciò che le ho esposto, potrebbe definitivamente trattarsi di verruca e la cura del Verunec è buona?

Grazie mille per la risposta!
[#3] dopo  
Dr. Giulio Sonego
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Salve, la ringrazio di avermi aggiornato. Devo ricordarLe però, pur sapendo di sembrare impopolare, che non è proprio possibile definire una diagnosi senza visitare, senza esaminare dal vivo la lesione. Continuò a pensare che quindi sia necessaria una visita specialistica.
Le ricordo, a titolo di informazione generale, che da una parte, una verruca volgare, magari sottoposta a traumatismo, può avere un aspetto cromatico rossastro, violaceo o nerastro, così come una lesione granulomatosa, un granuloma piogenico ecc., non necessariamente sanguinano.
Segua intanto le le indicazioni del suo medico di base ( non ho sottolineato per sintesi, che molti medici di base hanno un'ottima competenza dermatologica, almeno sulle patologie più comuni ) per poi, se necessario, ricorrere al dermatologo.
Mi faccia sapere "come va a finire".
Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille Dottore per la sua disponibilità.

Allora stamattina si è staccato il primo strato di pelle morta, sembrava tipo come se mi fossi scottato, e la bolla era ritornata rossa ma tendente quasi a scoppiare ed eliminare il liquido che sembra esserci dentro.

Ho applicato poco fa di nuovo Verunec e questa volta sentivo proprio la pelle bruciare.

Non so se aspettare i dieci giorni e poi andare dal dermatologo oppure andarci subito...
[#5] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Ps. Aggiungo che ora si vedono dei micro puntini rosso-scuro all'interno della bollicina (che a parer mio contiene liquido simile a quello che si forma dopo una scottatura). In effetti potrei addirittura cercare di "scoppiarla" ma questo non lo farò.

Grazie ancora per la cortese attenzione...