Utente 287XXX
BUON GIORNO VI SPIEGO LA MIA SITUAZIONE, PASSATI ORMAI I 50 ANNI HO DECISO DI FARE L' ESAME DEL PSA
ESAME CHE PURTROPPO E' RISULTATO POSITIVO. MI SONO RECATO SUBITO DA UN UROLOGO, CHE MI HA ESPLORATO LA PROSTATA, RISULTATA DI DIMENSIONI NORMALI E NON DOLENTE. (COSI RIPORTA NELLA DIAGNOSI.
MI HA CONSIGLIATO DI FARE COMUNQUE UN ESAME DELLO SPERMA, DAL QUALE E' STATA EVIDENZIATA UNA LEUCOCITOSI.PREMETTO CHE NON HO NESSUN DISTURBO
L'UROLOGO MI HA BOLLATO COME PROSTATITE INFIAMMATORIA ASINTOMATICA E NON TUMORE.
QUESTA PROSTATITE PUO DEGENERARE IN QUALCOSA DI PIU BRUTTO?
E SOPRATUTTO (COSA CHE MI PREOCCUPA DI PIU) PUO CREARE PROBLEMI ALL'EREZIONE?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
1) se si tratta di incremento del PSA (è bene riportare il valore) esso va sicuramente monitorizzato nel tempo.
2) Le infiammazioni della prostata non degenerano in tumore

3) Le prostatiti possono eserre causa di accelerazione dei tempi eiaculatori ma non sono causa di alterazioni del meccanismo erettivo.
[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
GRAZIE PER LA RAPITA RISPOSTA,
IN QUESTI GIORNI PRESO UN PO DAL PANICO MI SONO MESSO A NAVIGARE SU INTERNET IN CERCA DI RISPOSTE ED HO TROVATO QUESTO ARTICOLO RELATIVO ALLA CORRELAZIONE TRA PROSTATITE ASINTOMATICA E IMPOTENZA.

https://www.etis.ee/portaal/publicationInfo.aspx?PubVID=11&LanguageVID=1&FullTranslate=false

POI HO TROVATO UN ALTRO ARTICOLO CHE PENSO CHE SIA LA CONTINUAZIONE DELLO STESSO VISTO CHE IL NUMERO DELLE PERSONE OGGETTO DELLO STUDIO E' IL MEDESIMO (132)ED ANCHE GLI AUTORI SONO GLI STESSI.

https://www.etis.ee/portaal/publicationInfo.aspx?PubVID=14&LanguageVID=1&FullTranslate=false

LA DISFUNZIONE ERETTILE DELLA PROSTATITE ASINTOMATICA IN QUESTO STUDIO E' CAUSATA DAI LUTS?

QUESTI STUDI SONO DI RILIEVO CIOE' ATTENDIBILI?
GRAZIE
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Esistono numerosi studi osservazionali in merito a disfunzione erettile e disturbi delle basse vie urinarie. Dal mio punto di vista è solo una casualità, ma soprattuto il subentrare della disfunzione erettile dovrebbe riconoscere come solo fattori influenzanti la alterazione dela qualità di vita associata ai disturbi urinari.
[#4] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
ma in assenza di sintomi clinici non ci può essere una correlazione come riferito in questo studio

https://www.etis.ee/portaal/publicationInfo.aspx?PubVID=11&LanguageVID=1&FullTranslate=false

cosa dice la medicina attualmente in merito?
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Ripeto la prostatite specie se asintomatica non può creare disturbi erettili.
[#6] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
GRAZIE PER LA RISPOSTA, ULTIMA DOMANDA LEI ERA A CONOSCENZA DI QUESTO ATICOLO RIGUARDO ALLA RELAZIONE TRA PROSTATITE ASINTOMATICA E DISFUNZIONE ERETTIEASSOCIATIONS BETWEEN ASYMPTOMATIC PROSTATITIS AND
ERECTILE DYSFUNCTION IN AGEING MALE
K. Ausmees1,∗, M. Zarkovski 2, G. Timberg 3, P. Korrovits 1, M. Punab1
1 Andrology Centre, Tartu University Hospital, Estonia, 2 Clinic of Surgery, Tartu University Hospital,
Estonia, 3 West-Tallinn Central Hospital, Tallinn, Estonia
E-mail address: kristo.ausmees@kliinikum.ee (K. Ausmees).
Backround: Asymptomatic inflammation as new category of prostatitis is often found
during evaluation of other reproductive and sexual disorders. The aim of this study was
to determine the associations between asymptomatic prostatitis and erectile dysfunction
(ED) in ageing male.
Methods: A total of 132 men (mean age 58.9±6.7 years) undergoing health screening
were investigated for prostate-specific symptoms and sexual function, white blood cells
(WBC) in expressed prostatic secretion (EPS) and post-prostatic massage urine specimen,
total prostate volume, urinary flow rate and for certain organ-specific, hormonal and
biochemical markers. Men with clinical symptoms of prostatitis were excluded. Subjects
were divided into 3 groups: men without leukocytes in EPS (<0.2 x 106 WBC/mL,
group 1), men with moderate (0.2—1 x 106 WBC/mL, group 2) and significant (>1 x 106
WBC/mL, group 3) counts of white blood cells in EPS.
Results: We found statistical difference in International Index of Erectile Function-5
(IIEF-5) score for all investigated groups (p = 0.048). The prevalence of erectile dysfunction
(IIEF-5 score<22) was 72.7%, 73.8% and 85.4% for group 1, 2 and 3, respectively.
The IIEF-5 score showed a positive correlation with maximum flow rate (r = 0.331,
p = <0.001) and a negative correlation with WBC count in EPS (r = -0.24, p = 0.006) and
PSA level in serum (r = -0.225, p = 0.01).
Conclusion: Our preliminary results suggest that asymptomatic prostatitis may be one
of the risk factors for ED and other sexual disorders.
However, the future research should directly define the relationships between
(asymptomatic) prostatitis and erectile dysfunction as well as examine the effect of
treatment in ageing male with prostatitis and sexual problems.
doi:10.1016/j.jomh.2009.08.080
83
E DEL SEGUENTE
Prevalence of asymptomatic inflammatory prostatitis in
ageing male with lower urinary tract symptoms
K. Ausmees1 *, M. Z´ arkovski2, G. Timberg3, P. Korrovits1,
M. Punab1. 1Tartu University Hospital, Andrology Centre, Tartu,
Estonia; 2Tartu University Hospital, Clinic of Surgery, Tartu,
Estonia; 3West-Tallinn Central Hospital, Clinic of Surgery, Tartu,
Estonia
Introduction and Objectives: Asymptomatic inflammation as
new category of prostatitis is often found during evaluation of
other reproductive and prostate disorders. The aim of this study
was to determine the prevalence of asymptomatic prostatitis in
ageing male with lower urinary tract symptoms (LUTS).
Material and Methods: A total of 132 men (mean age 58.9±6.7
years) with LUTS (mean I-PSS 10.4±6.4) were investigated for
white blood count (WBC) in expressed prostatic secretion (EPS)
and post-prostatic massage urine specimen. Subjects with any
clinical symptoms of inflammation were excluded. Total prostate
volume, urinary flow rate and certain organ-specific, hormonal
and biochemical markers were measured as well. Subjectswere divided into 2 groups: men without leukocytes and with
moderate WBC count in EPS (<1×106 WBC/mL, group 1) and
men with significant (>1×106 WBC/mL, group 2) counts of white
blood cells in EPS.
Results: The prevalence of asymptomatic inflammatory
prostatitis according to WHO guidelines (greater than 1×106
WBC/mL) was 29.5% (n = 39). When we used a lower threshold
(greater than 0.2×106 WBC/mL) the prevalence was 61.4%
(n = 81). There was statistically significant difference in PSA
level (p = 0.004) and I-PSS irritative subscore (p = 0.048) for
investigated groups. The WBC in EPS showed a positive
correlation with PSA in serum (r = 0.331, p &#8804; 0.001) and I-PSS
irritative subscore (r = 0.215, p = 0.014) for all investigated men.
Conclusions: Our preliminary results suggest that NIH
category IV prostatitis is quite prevalent in ageing male with
LUTS and may be a risk factor for prostate pathologies

SECONDO LEI SI TRATTA DELLO STESSO STUDIO ?
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
In letteratura medica spesso si trovano articoli confondenti che non devono essere motivo di preoccupazione da parte dei lettori. Ad oggi non esiste nessuna correlazione certa fra prostatite e DE specie negli uomini adulti considerato anche che le prostatiti sono molto più frequenti in età giovanile.Cosa differente è DE + invecchiamento.
[#8] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
grazie per la risposta scusi se sono paranoico ma questa cosa mi lascia dei dubbi.
volevo porle un ultima domanda, poi non la disturberò' più .
i due articoli che ho inserito precedentemente, fatti dallo stesso autore nel settembre 2009 ( così diceva la fonte dalla quali li ho reperiti),
si tratta di due articoli comunque distinti, secondo lei, visto che il numero delle persone esaminate e' in entrambi gli studi 132, e lo scostamento di eta' in entrambi gli studi e' di 58.9±6.7, si presume sia le stesse persone oggetto d entrambi i test?
per cui le persone prese in considerazione riguardo al deficit erettile nella prostatite asintomatica comunque soffrivano di luts?
La cosa che mi spaventa e' il fatto di avere un domani problemi di erezione senza sintomi apparenti.
sarei immensamente contento se potesse darmi una risposta il più dettagliata possibile.
grazie ancora e mi scusi per il disturbo.
[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Per poter giudicare nel dettaglio le conclusioni di uno studio è necessario leggere l'articolo per intero e non limitarsi al semplice abstract. Da quel che posso giudicare indipendentemente dal fatto che si tratti o meno dello stesso campione di pazienti esso ha compreso un numero di pazienti troppo esiguo per trarre delle conclusioni relamente attendibili sulla tipologia di popolazione presa in considerazione.
[#10] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
grazie per la disponibilità solo che navigando su internet ho trovato un altro articolo riguardo alla prostatite

o incollo per farglielo leggere integralmente
Correlation between NIH category IV
prostatitis and erectile dysfunction
Çapar E., Ergün O., Oksay T., Arma&#287;an A., Ko&#351;ar A.
Suleyman Demirel University Medical Faculty, Dept. of Urology, Isparta, Turkey
Introduction & Objectives: In this study we evaluated the correlation between
prostatitis severity and erectile dysfunction frequency in patients with NIH category
IV prostatitis.
Material & Methods: Our study includes twenty four patients with NIH category IV
prostatitis, who had lower urinary tract symptoms and were diagnosed with medical
history, physical examination, urine examination, expressed prostatic secretion,
prostate biopsies under transrectal ultrasonography guidance. All patients filled up
NIH-CPSI (National Institute of the Health Chronic Prostatitis Symptom Index) and
IIEF-5 (International Index of Erectile Function-5).
Results: The patients had mean age of 54.25±11.34; mean PSA of 16.57±20.1,
mean prostate volume of 40.38±29.4, mean NIH-CPSI of 17.45±7.37, mean
IIEF-5 of 18.83±6.9. %62.5 (15/24) of patients had erectile dysfunction (Table
1). There wasn’t statistically significance between IIEF-5 and PSA or prostate
volumes (p=0.68, p=0.24). There was no statistically significance and correlation
between IIEF-5 and age (p=0.77, r=0.101). There was statistically significant
correlation between IIEF-5 and NIH-CPSI (p=0.022, r=0.34). NIH-CPSI subunits
(micturition, pain and quality of life) and IIEF-5 was compared. Respectively, there
was statistically significance between IIEF-5 and NIH-CPSI micturition symptoms
but there wasn’t any between IIEF-5 and NIH-CPSI pain, quality of life symptoms
(p=0.0345, p=0.87, p=0.568).
Age 54.25±11.34
PSA 16.57±20.1
Prostate volume 40.38±29.4
NIH-CPSI 17.45±7.37
IIEF-5 18.83±6.9
Erectile dysfunction %62.5 (15/24)
Conclusions: There is correlation between prostatitis severity and erectile
dysfunction frequency in patients with NIH category IV prostatitis. Especially
patients, who have more micturition symptoms, have more erectile dysfunction.
Correlation between erectile dysfunction frequency and NIH category IV prostatitis
is due to organic etiology and need more investigations
fontehttp://seem2010.uroweb.org/fileadmin/user_upload/seem2010/Abstractbook.pdf

volevo chiederle che differenza c'e' tra sintomi di prostatite e luts?
come fa una prostatite asintomatica ad avere anche i luts ( se e' asintomatica non dovrebbe avere sintomi)
e in fine, esistono studi che invece dimostrano che la prostatite asintomatica non crea deficit erettile?
scusi se la tormento ma la cosa mi crea molta confusione
[#11] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) Per LUTS si intende Lower Urinary Tract Symptoms ovvero disutrbi delle basse vie urinarie che possono anche essere correlati ad una prostatite ma non solo

2) La prostatite asintomatica non è associata a LUTS ed in genere si parla di pregressa prostatite asintomatica

3) E' possibile sapere il suo valore di PSA come già richiesto?. Se attualmente ha un deficit erettile consulti un esperto andrologo per capirne l'origine che sicuramente non è correlabile ad una prostatite asintoamtica.
[#12] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta , il psa e' 6,2
Mi scusi se sono paranoico , lei dice che la prostatite asintomatica non crea deficit erettile , ma ci sono studi che confermano questo?
Negli articoli che o riportato si parla di un legame tra prostatite asintomatica e deficit erettile , solo che non ho capito se questo legame esiste solo in presenza di luts. Lei Cosa ne pensa ? Sono affidabili questi articoli ?
Grazie ancora
[#13] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) Non ci sono studi attendibili nè in un senso che nell'altro: è tutto da verificare su di una più ampia casistica
2) Dal mio punto di vista non esiste "la prostatite asintomatica". Può esserci una contemporaneità di LUTS da prostatite SINTOMATICA e DE ma difficile stabilire il meccanismo che le possa accomunare.
Per verificare la atendibilità di un articolo è necessario leggerlo nella sua completezza (non è sufficiente un semplice abstract come quello da lei riportato) e verificare una serie di parametri fuorvianti (numerosità del campione, età dei pazienti, patologie concomitanti, farmaci assunti, BMI ecc.) che possono comportare una incongruenza fra quanto osservato e la realtà.
[#14] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Dimenticavo, In questa fase è bene monitorizzare il PSA ed avere un filo diretto con il suo urologo con il quale potrà anche discutere e risolvere eventuali problemi di disfunzioni erettile
[#15] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta
Mi congratulo per la sua competenza e disponibilità in merito.
Sono rare le persone disponibili come lei . Mi scuso per l ossessione ma purtroppo mi sono preso dal panico navigando su internet, e non essendo medico non
Riesco a distinguere le informazioni con obbiettivita'. In merito a questa prostatite devo secondo lei curarla o visto che non da disturbi lasciarla stare ?
[#16] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
In alcuni casi quando ci si trova di fronte ad un unico segno (PSA elevato) senza sintomi associati si ipotizza una infiammazione alla prostata la si cura come tale. Successivamente si ripete il PSA che in alcuni casi si normalizza ed in altri rimane alterato. In quest'ultimo caso si procede con ulteriori esami di approfondimento.
[#17] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la disponibilità
ma volevo chiederle riguardo alla prostatite asintomatica, leggendo i post ho trovato una risposta alquanto allarmante la relazione tra prostatite asintomatica e deficit erettile http://www.medicitalia.it/consulti/Andrologia/327401/Al-dr-pescatori
riporto la risposta
PUO ESSERE UNA PROSTATITE ASINTOMATICA SENZA LUTS CAUSA DI DEFICIT ERETTILE?O DEVE ESSERE ACCOMPAGNATA DAI LUTS?" E' più frequente con i LUTS, ma non si può escludere l'evenienza anche in assenza;

può in assenza di sintomi provocare deficit?
[#18] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Come avrà notato non esite univocità nell'ambito di un tema così delicato, ma è normale che sia così in quanto le sfaccettature del problema e quindi le variabili da confrontare di ogni singolo paziente sono innumerevoli. Questo sta a significare che le conclusioni che ciascun medico può trarre in questo ambito spesso derivano dal confronto fra quello che si legge in letteratura medica con la pratica quotidiana. Quindi se lei chiede una mia opinione strettamente personale (che è normale che possa non essere condivisa da altri colleghi), basata sopratutto dall'esperienza sul campo le confermo che non ho notato nessuna stretta correlazione fra "SEGNI di prostatite asintomatica" e DE. Cosa differente è la prostatite sintomatica che potrebbe avere qualche nesso.
[#19] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
mi scusi ma esiste uno studio medico che dimostri un associazione tra prostatite asintomatica e deficit erettile in assenza di luts?
[#20] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Che io sappia no! Ma anche se ci fosse non perderei il mio tempo a leggerlo considerati i numerosi argomenti di maggiore rilevanza uro-andrologici che quotidianamente devo vagliare.
[#21] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
buon giorno oggi ho fatto la visita con l'andrologo che mi ha confermato che la prostatite asintomatica non e' causa di deficit erettile, può esserci come diceva lei una relazione solo in presenza di luts, ed ha espresso un giudizio molto negativo nei confronti della risposta che l'altro andrologo di cui ho riportato il link ha dato.
non capisco come mai alcuni andrologi sostengano il contrario.
comunque la ringrazio per la disponibilità'
e mi complimento per la sua professionalità e competenza, confermata anche dall' andrologo che mi ha visitato.
[#22] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego! Ma ripeto ad oggi su questo argomento nessuno può affermare al 100% di essere dalla parte del giusto.