Utente 287XXX
Gent. dott.
Mi sono sposato nel 2001 e dopo che mia moglie ha avuto un raschiamento a inizio 2002, nel 2003 abbiamo avuto un figlio. Immediatamente abbiamo cercato di avere il secondo ma senza riuscirci. Siamo stati a farci controllare per 8 anni da vari specialisti ed è risultato da ben 3 spemiogrammi che figli non avrei piu potuto averne e siamo anche stati respinti da un centro di fecondazione assistita in quanto il numero degli spermatozoi vitali era troppo esiguo. Poi nel 2011, ho trovato uno specialista che si è accorto confrontando i 3 spermiogrammi (fatti nel 2006, 2009 e 2010), che avevo la prostata ingrossata per un infiammazione che non mi ero accorto di avere e mi ha dato una terapia antibiotica in quanto la prostata comprimeva i condotti seminali impedendo agli spermatozoi di uscire.
Un mese dopo abbiamo concepito 2 gemelli che purtroppo sono morti all'8° mese di gravidanza per una trasfusione fetale. La ginecologa ci ha detto di aspettare un anno prima di riprovarci, anno che si è concluso a novembre 2012. Adesso da 3 mesi ci stiamo riprovando ma non succede niente. E' possibile che questa infiammazione si sia riproposta? Sarebbe sufficiente un'altra terapia di antibiotico per concepire ancora?Tra l'altro non mi dà nessun sintomo a parte l'infertilità.
la ringrazio e rimango in attesa di sua gentile risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
E' necessaria una nuova visita urologica ed eventualmente la ripetizione di una spermiocoltura per capire se esiste tutt'oggi un quadro infettivo/infiammatorio della prostata e quindi stabilire se necessita di nuovo ciclo di terapia.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ma quanti anni ha sua moglie?

Comunque, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che può accompagnare una infertilità di coppia, può leggersi anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html .

Un cordiale saluto.

[#3] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Vi ringrazio per le Vs cortesi risposte. Mia moglie ha 35 anni e ha i dosaggi ormonali nella norma. Anche dalla mia spermiocoltura fatta nel 2011 risultò che era tutto nella norma.
[#4] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Ok! E' comunque necessaria la visita per conferma.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene ora faccia, senza ansie e drammi eccessive, la valutazione andrologica, è dal suo andrologo che poi riceverà le indicazioni terapeutiche mirate su cui eventualmente potremo discutere.

Ancora cordiali saluti.