Utente 287XXX
Salve ho fatto il test delle allergie sul sangue, il risultato è ige totali 59,20, nel dettaglio ho delle voci che ho difficoltà a decifrare, in particolare ho:
PARIETARIA OFFICINALIS valore 0,70, dopo c'è una *A
Esito: II.

PARIETARIA JUDAICA valore 0,60, dopo c'è una *A
Esito : I
Classe: I

Vorrei capire se tale risultato denota una allergia che devo curare , tenendo presente che qualche anno addietro un allergologo mi ha fatto fare il vaccino e periodicamente un ciclo di zaditen per qualche mese.
Preciso che da diversi anni ho difficolta respiratorie nasali che una decina di anni fà mi hanno portato ad operarmi ai turbinati .
Il medico che ha consultato queste analisi non mi ha prescritto niente dicendomi che non c'è niente di particolare.
un vostro parere

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marcello Cilia
20% attività
0% attualità
8% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Il titolo delle IgE totali è nella norma (generalmente si considera normale un titolo che a seconda del laboratorio sia al di sotto di 100-200 UI/ml). Tipicamente in passato era quasi automatico definire "Atopico" (cioè predisposto a patologie allergiche) il paziente con valori di IgE > 100 UI/ml e non allergico chi ha valori inferiori. Oggi si da minore rilevanza al PRIST (dosaggio delle IgE totali) perchè, può capitare che soggetti polisensibili con sintomatologia importante abbiano titoli di IgE normali come può succedere invece che soggetti totalmente asintomatici con nessuna sensibilità rilevata con eventuali Skin-Prick-Test o dal dosaggio delle IgE specifiche abbiano titoli di IgE totali elevati. Non si può quindi ritenere criterio unico di valutazione un PRIST.
Le IgE specifiche che lei riporta sono appena al di sopra del valore soglia generalmente considerato normale <0,35 , il che al massimo suggerirebbe una condizione di lieve sensibilizzazione nei confronti del polline di parietaria.
Con una sensibilità così modesta Lei potrebbe anche essere asintomatico, quindi come sempre è più importante una correlazione tra sensibilizzazione e anamnesi (la storia clinica) e verificare se c'è concordanza tra l'esposizione all'allergene e la comparsa dei sintomi e la stagionalità del problema. Se manca anche il meccanismo di causa/effetto verosimilmente la sua è una forma vasomotoria aspecifica e la bassa sensibilità comparsa per parietaria è un riscontro accidentale poco significativo.