Utente 286XXX
Salve a tutti i dottori del sito, volevo innanzi tutto fare i complimenti a tutti coloro che rispondono ai messaggi degli utenti ora veniamo a noi.
L'ultima volta o postato una domanda nella quale accennavo un disturbo erettile e un problema alla prostata (con difficoltà nella minzione).
Ora dottori qualche giorno fa ho fatto una seconda visita dal mio urologo che dopo aver valutato la situazione mi ha praticamente detto che c'è un danno a livello di circolazione del sangue al'interno del pene e mi ha prescritto il cialis e una serie di integratori.
Adesso mi trovo in uno stato confusionale e ansioso soprattutto, ora vi chiedo dottori c'è la possibilità che tutto torni con le dovute cure ala normalità? avete casi di guarigione?
Un altro dubbio che mi assilla e che quando il mio pene e in stato di flaccidità diventa veramente piccolo e mi fa pure male, sopratutto quando faccio attività sportiva che si ruduce e sento questo fastidio/dolore proprio nel pene.
Il tutto secondo voi (so che non è possibile valutarlo tramite internet) è normale oppure e riconducibile al mio disturbo funzionale/erettile?
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dalla sua storia non appare chiaro se la diagnosi è stata fatta solo tramite una semplice visita oppure se sono stai eseguiti esami per confermare la diagnosi fatta. Inoltre alla luce della sua dolorabilità peniena potrebbe essere necessario eseguire un'ecografia peniena in condizioni dinamiche , comunque da confermare dopo una visita specialistica.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Si dottore ha ragione, comunque ho fatto tutti gli esami ecodoppler penieno e risulta nella norma, ormonali nella norma il problema è che da molto ma molto tempo il mio pene non ha piu erezioni al massimo come prima e anche in stato di flaccidità diventa talmente piccolo e in quel momento accuso questo senso di fastidio/dolore nel pene come se fosse "freddo". Io volevo chiedere se ci sono pazienti che ne sono usciti del tutto dalla disfunzione erettile di tipo vascolare (secondo quindi il mio urologo/andrologo).
L'unica cosa che posso aggiungere e che per anni ho fatto uso di erba, alcool e sigarette.
E come se anche in stato di flaccidità il pene non riesce a mantenere il sangue, a volte sembre come se fosse "morto". non so se rendo l'idea.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

esistono delle contraddizioni tra la diagnosi del suo specialista (disfunzione erettile di tipo vascolare) e l'esame ecodoppler che dice di essere nella norma. Se fosse nella norma non avrebbe una disfunzione erettile di tipo vascolare, quindi cosa c'è di sbagliato ?

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Innanzi tutto mille grazie dottor Maretti per avermi risposto, comunque anch'io avevo sinceramente questo dubbio ora le spiego meglio... quando ho fatto l'esame ecodoppler e mi hanno iniettato il farmaco (sinceramente non come si chiama) il mio pene non ha avuto alcuna erezione cioe nel senso che si è gonfiato leggermente me di erezione non neanche l'ombra. A quel punto ho chiesto al medico come mai non era avvenuta l'erezione nonostante l'iniezione del farmaco, la risposta è stata che non tutti hanno l'erezione. Quindi mi sono fidato.
Ora riporto i commenti dell'esame: Esame vascolare arterioso emodinamicamente nei limiti della norma con componente iperadrenergica.
Il liquido iniettato scritto è PGE1 (10 mcg). Nel commento dice valori al limite della norma... non raggiunta la fase 4 emodinamica.
Ora non so se riportando queste frasi si riesce a capire qualcosa (ma ne dubito) per il problema dottore è che prima in erezione avevo "maggiore spinta da sotto i testicoli" quindi c'era il muscolo che non so il nome che mi si gonfiava come ogni pene che va in erezione almeno confrontandomi con persone care.
Ora dottore se il problema non è nel pene cosa sta sotto i testicoli (quindi quel muscolo) che non funziona come prima? Voglio solo che mi venga fatta un po di chiarezza almeno sto un po piu calmo. Grazie in anticipo.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

per semplificare il pene è come un palloncino che si gonfia di sangue e l'esame dinamico serve per valutare come avviene questo "gonfiaggio" a determinati tempi ma da questa postazione, non siamo in grado di giudicare l'esame che ha eseguito, e comunque stiamo al referto da lei citato "valori al limite della norma". Quindi nessun problema vascolare mentre gli ormoni sono stati valutati?

Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Certo dottore gli esami sono tutti nella norma; ok ho inteso la sua spiegazione semplificata, però non ho ancora capito che "valore" assume quel muscolo di cui le ho detto prima che praticamente non si gonfia piu? Posso solo dirle che avevo una prostatite abatterica cronicizzata che probabilmente è ritornata. Adesso le due cose potrebbero essere annesse?
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
non esiste nessun muscolo che si gonfia, la prostatite non dovrebbe incidere e lei ha bisogno di un supporto psicosessuologico.

Cordialità
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
se le indagini effettuate, da quanto leggo, hanno dato esito negativo, le cause del deficit erettivo, sono altre.

Gli stili di vita, alcol, fumo, erba, ec...non sono proprio i migliori alleati della vita sessuale, l'ansia conseguente per avere speriemntato un deficit erettivo, sicutramente appartiene ai fattori che contribuiscono al mantenimento della disfunzione , creando una sorta di apprendimento .

Il pene non è affatto un muscolo ed il suo funzionamento, in termini di erezione, correla con tantissimo altro., oltre che con il "desiderio"

Per ogni disfunzione sessuale, dobbiamo analizzare:
i fattori predisponenti, fattori precipitanti ed i fattori mantenenti , più la “storia del disturbo” , di cui ovviamente essendo online, non ci possiamo occupare .

La vita sessuale, non è disgiunta dalla psiche e dalla vita affettiva1relazionale.

Le allego qualche lettura, per approfondire l'argomento d.e e psiche

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-il-sintomo-va-sempre-tolto-o-talvolta-mantenuto
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-10-cose-da-sapere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologica-dalla-terapia-orale-per-il-deficit-erettivo
http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html