Utente 287XXX
Buongiorno cari dottori, a seguito di giorni di forte masturbazione ho notato che in stato flaccido le vene del pene erano gonfie e la pelle non aveva elasticità diventando gommosa disponendosi lungo l'asta tipo a 'fisarmonica' il mio andrologo a diagnosticato una placca sotto coronarica confermata da ecografia peninea , è sono piu di 2 mesi che non ho erezioni spontanee e avverto bruciori e prurito, il mio andrologo mi fa prescritto pomata cortisone antibiotici e vitamina e.. Basta?non vorrei trascurarla e pentirmene in futuro di non aver provato qualcosa di più incisivo ho letto di iniezioni e onde d'urto per arrestare la placca che mi da infezione e mi rende la corona del glande violacea, anche perché ad oggi non vedo risultati.Vi ringrazio per l aiuto e il consulto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

sarebbe necessario sapere se l'ecografia peniena sia stata eseguita in condizioni dinamiche e sapere quale struttura peniena sia stata interessata dal processo fibrotico. Questi elementi sono fondamentali per poter fare una diagnosi e quindi per impostare una terapia.

In attesa di aggiornamenti la saluto cordialmente.

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Dott Maretti , Ringraziandola per la rapida risposta l ecografia peninea e' stata effettuata a pene floscio in quanto secondo il mio andrologo la placca si vedeva bene anche così senza bisogno di erezione la stessa e' situata alla base del glande proprio sotto la corona, vorrei un parere ulteriore sul da farsi in modo da riuscire ad avere nuovamente rapporti in quanto ad oggi non riesco a tenere l erezione per via Dell infezione (il glande è rosso e lucido e pizzica sulla punta) spero di essere stato preciso nelle descrizioni dei sintomi nel caso contrario chieda pure , cosa mi consiglia di fare o chiedere al mio o ad un altro urologo?sicuro di una sua esauriente risposta le porgo cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
la diagnosi di IPP può essere fatto solo con l'ecodoppler dinamico che permette di misurare l'estensione della placca e quindi di potersi confrontare con il dopo terapia.

L'infiammazione esterna non è da imputarsi ad una IPP ma da altra patologia, quindi la cosa migliore sarebbe confrontarsi con un ulteriore specialista.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Gent.mo dottore altre 3 domande la prego di rispondermi Mi devo rivolgere sempre ad un andrologo o altro specialista?... la placca è comparsa da pochi mesi quindi che terapie dovrei chiedere per non perdere tempo prezioso e farla crescere e stabilizzare o è irreversibile?la placca sotto il glande non puó essere causa della mia infiammazione?
[#5] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Salve qualcuno può rispondere hai miei quesiti?grazie...
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
si può rivolgere ad uno specialista che abbia competenze in ambito andrologico, mentre per le altre domande solo facendo una diagnosi è possibile risponderle.

Ancora cordialità
[#7] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Ma la circoncisione può servire per la placca?grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
la circoncisione in questo momento non è necessaria, prima la diagnosi.

Cordialità
[#9] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Il mio dott ha detto che sarebbe utile ma io non capisco il nesso con la placca...Voi che dite ? saluti e grazie
[#10] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
utile per cosa, si rivolga ad uno specialista ed affronti seriamente le sue problematiche.

Ancora cordialità
[#11] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Buona sera... Volevo sapere sempre per l infiammazione che ho i fastidi in erezione sono più di due mesi che non ieculo non 'evacuo' questo puó compromettere qualcosa?danneggiamenti agli spermatozoi alla prostata o altro? Grazie 1000
[#12] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
può solo aumentare il suo stato d'ansia
[#13] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

una placca da IPP è abbastanza infrequente in giovane età ma possibile. La diagnosi di placca da IPP è possibile con la semplice valutazione digitale del medico che abbia esperienza. Una ecografia basale puo mettere in evidenza eventuali calcificazioni. Una EcoCOlorDoppler penieno Dinamico ci da migliori informazioni sull'asssetto circolatorio del pene del paziente ma non è esame fondamentale per "gestire" un quadro di Induratio Penis Plastica ( www.erezione.org)
A mio personale parere la litotrissia, ESWL, non serve assolutamente a niente, solo a spendere un po' di soldi!!
Cari saluti
[#14] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno non sto effettuando onde d'urto ma iniezioni interplacca di isoptin questa cura é efficace?ha contro indicazioni?noto anche in significativo accorciamento nella lunghezza del pene puó essere causa del farmaco isoptin?grazie per i preziosissimi consigli
[#15] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno non sto effettuando onde d'urto ma iniezioni interplacca di isoptin questa cura é efficace?ha contro indicazioni?noto anche in significativo accorciamento nella lunghezza del pene puó essere causa del farmaco isoptin?grazie per i preziosissimi consigli
[#16] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
nell'IPP, malattia ad eziologia sconosciuta esistono in letteratura centinaia di terapie proposte ma sarà lo specialista in base alla sua esperienza, ai dati della letteratura ed alla situazione clinica proporre la terapia più opportuna.

Cordialità
[#17] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
personalmente, dopo centinaia di casi negli anni passati, non ho mai visto risultati convincenti
è una pratica che non utlizzo e non consiglio più
cari saluti