Utente 286XXX
Gentilissimi,
Ho 33 anni e dall'età di 17 soffro di una lieve e a tratti moderata acne
Ho cominciato con la pillola diane a 18 anni assunta per
1 anno con notevoli risultati poi sospesa per tremendi effetti collaterali e sostituta con gracial per 3 anni.
Acne scomparsa.
Alla sospensione del gracial (22 - 23 anni) ricomparsa di brufoli in maniera
moderata. Ecografia e scoperta di ovaio micropolicistico.
Cominciata una cura omeopatica durata un anno.
Effetti sull'acne molto vaghi ( andava da lieve a moderato)
Ma ecografia successiva ovaio micropolicistico guarito.
Per acne il dermatologo mi prescrisse antibiotico per bocca con zero effetti più diverse Creme.
A 28anni stanca dell'acne che oscillava e aumentava continuamente da lieve a
Moderata (soprattutto zona t e mento con cisti dolorose sotto pelle piccoli brufoletti sotto pelle non infiammati, più arrossamenti dolorosi)
il dermatologo mi prescrive Lucille.
8 mesi dopo l'acne è peggiorata e stabile.
Passiamo a belara. Ancora 8- 9 mesi l'acne peggiorata o comunque stabile.
Cambio dermatologa per causa trasferimento e dopo analisi del sangue specifiche (antitrombina etc...) mi prescrive yasmine. ((Siamo a 2 anni fa)
L'acne scompare dal primo blister, per 2 anni consecutivi. Certo alcuni piccolissimi brufoletti prima e durante il ciclo ma per la prima volta
nella vita ho avuto una pelle stupenda. (Son rimasti un pochino di quei brufoletti piccolini sotto pelle, non infiammati stabili si fronte e lato bocca ma così pochi che li vedevo solo io)
Ora, dopo due anni di assunzione di yasmine, quatto cicli fa, mi è comparsa all'improvviso un' acne da moderata a a severa tutta concentrata tra mento laterale mai avuta prima nella vita.
La cosa incredibile è che dal mento e dalle mandibole in su mantengo ancora una pelle oserei dire di pesca.
Non mi sono rivolta ancora a nessuno perché avendo passato anche un periodo
di forte stress ho ritenuto di attendere. Ma niente.
A volte sembra scomparire ma prima del ciclo e durante, soprattutto questo mese, sono stata malissimo. Addirittura non sono uscita di casa.
Tengo lievemente (ma lievemente) sotto controllo il tutto con la classica crema al benzoil perossido. Ho anche da pochissimo un preparato galenico allo spironolattone.
Ma non lo applico perchè ho timore di peggiorare.
Inoltre questo mese causa viaggio, per la prima volta nella vita ho saltato la settimana di sospensione prendendo due blister di yasmine consecutivi. Sarà una coincidenza ma la situazione è ancora peggiorata.
Nella vita ho provato tutte le terapie topiche esistenti.( tranne il roaccutan, mi son rifiutata.)
E molte pillole.
Quello che mi fa soffrire è che non ho mai letto o sentito di nessuno
a cui compare un' acne da media a molto severa sul mento proprio durante l'assunzione di una pillola
dopo così tanto tempo di assunzione e benefici, tra l'altro. Vorrei sottolineare che la yasmine non mi ha mai dato un singolo effetto collaterale, anzi.
Ho cominciato da una settimana un regime alimentare
ipoglicemico con alimenti "sfiammanti".
Devo essere molto sincera sono enormemente scoraggiata
all'idea di tornare dal dermatologo.
Vorrei solo un parere.Vorrei arrivare all'ennesimo consulto
(Che sia ginecologico o che sia dermatologico) un po' preparata. Vorrei sapere perché non ho mai sentiro parlare di attacchi del genere durante la pillola ( assunta sempre regolarmente)
Vi ringrazio tantissimo per la pazienza
E mi scuso se mi son dilungata ma ci tenevo ad essere dettagliata
Ancora grazie mille in anticipo ,
Vi porgo i più cordiali saluti.
Maria

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazza

In tutta sincerità, se fosse così semplice curare un'acne tardiva femminile ovvero soltanto mediante una pillola anticoncezionale non servirebbe più l'apporto del dermatologo!

invece consideri che l'acne è propriamente una malattia dermatologica che deve essere curata con prodotti topici sistemici e se occorre anche strumentali di carattere dermatologico non perdo assolutamente le speranze e sappia che non è certo l'unica persona che può presentare un'acne durante l'assunzione della pillola anticoncezionale.

Per maggiori ragguagli potrà leggere nel motore di ricerca del nostro sito www.medicitalia.it

oppure le informazioni personali al sito www.acne.roma.it

Le invio molti cari saluti
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dottore,
Innanzi tutto grazie per avermi risposto.
Capisco esattamente cosa intende dire e lo
condivido. La mia perplessità nasce dal fatto
che non ho mai avuto una pelle così rovinata
in tutta la mia vita e mi pare strano che stia accadendo
esattamente durante l'assunzione di una pillola
che per me aveva fatto tanto.
Probabilmente la mia più che una richiesta è la
ricerca di una rassicurazione, poiché tra l'altro
mi rivolgerò prestissimo ad una ginecologa e a
un dermatologo e vorrei sapere cosa aspettarmi.
Perchè capisce bene che non potrei accettattare clindamicine
eritromicine, adalapene, limeciclina, che ho utilizzato per 20 anni senza
risultati.
E mi è venuta una curiosità. Può eventualmente
una pillola ad alto dosaggio provocare quest'acne
a lungo andare? Capita mai che in questi casi
scendere di dosaggio possa giovare alla pelle?
Ultima nota: da quando ho avuto questo problema
Il ciclo mestruale, soprattutto al secondo giorno si presenta
molto molto abbondante.
La ringrazio enormemente e le porgo cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima
Dal mio punto di vista, una pillola estroprogestinica che detiene il ciproterone acetato od un suo derivato antiandrogeno non può peggiorare un'acne Nemmeno per assunzioni prolungate; solo la visita dermatologica riuscirà a comprendere il suo attuale stato; ovviamente sappia che esistono anche terapie alternative a quelle che lei ha citato ma vanno sempre scelte con cura ed in base ad il caso e alla storia del paziente
Molti cari saluti
[#4] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dott. Laino,
mi rassicura sapere che non può essere
il dosaggio della pillola causa di tale situazione
acneica aggravata.
In ogni caso ho prenotato per una visita specialistica
ed oggi mi sento più positiva a riguardo.
So che esistono patologie più gravi,
ma l'acne è una malattia subdola e lascia ferite
profonde nell'animo soprattutto se si è più insicuri
in generale.
tuttavia quello che più mi spiace è di aver avuto
l'illusione di esserne uscita.
È difficile da spiegare e credo che agli occhi di chi
non vi è passato possa sembrare davvero
un atteggiamento superficiale. Ma non è così.
Lei lo sa meglio di me in quanto avrà visto
numerosi casi e altrettante reazioni.
Dottore La ringrazio davvero per la sua cortesia e per la
disponibilità.
Le porgo cordiali saluti e le auguro buon lavoro.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Comprendo molto bene quale sia il disagio psichico sociale a cui una persona acneica è sottoposta: pertanto le ho raccomandato di non perdere assolutamente fiducia nel reperire una giusta cura che cancelli definitivamente questa patologia.
Carissimi saluti