Utente 270XXX
"In effetti, pero', la cura con i farmaci generici non sempre da' i risultati auspicabili e, per questo, sarebbe meglio passare ai farmaci originali."

Leggendo diversi consulti in questo apprezzatissimo spazio, mi ha molto colpito quello che ho messo tra le virgolette, subito qui sopra all'inizio di questo post.

La domanda a cui prego di dare risposta congrua è la seguente:
"come mai la moltitudine dei medici insistono nel sovrapporre in quanto a principi attivi ed effetti terapeutici, i farmaci generici a quelli originali ed invece "qualcuno", asserisce che è molto meglio usare soltanto i farmaci cosiddetti "originali" per curarsi!?"

Io uso farmaci generici,ma francamente ora ammetto di essere un pò confuso!

Grazie a chiunque vorrà rispondere!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
si tratta semplicemente di variazioni di biodisponibilità del farmaco,ossia le concentrazioni ematiche raggiunte da un determinato preparato, consideri che oltre al principio attivo nelle preparazioni ci sono anche gli eccipienti che non sono una cosa da poco nell'influenzare la farmacocinetica (assorbimento,distribuzione,..) addirittura le differenze di biodisponibilità per un farmaco generico si possono notare anche fra generici prodotti da industrie diverse
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Ringraziando molto per la risposta,

ahimè temo che la mia domanda sia rimasta inevasa, probabilmente perchè non formulata in maniera chiara!

Cerco di rimediare: " Se una corrente di pensiero (la più nutrita) asserisce che il farmaco generico è perfettamente uguale all'originale , mentre Lei parla di variazione di biodisponibilità del farmaco generico stesso, in soldoni, per tutti quei pazienti che usano i predetti "generici", ci sono o meno, variazioni nell'effetto terapeutico "sperato", "promesso" e "dichiarato" rispetto all'uso di un farmaco appartenente agli "originali"?!

Ed inoltre come si fa a sapere delle diverse biodisponibilità, che credo di aver capito, alla fine possono fare la differenza sull'effetto terapeutico?!

A questo punto, non crede sarebbe meglio e più opportuno che l' AIFA , informasse univocamente i "consumatori - pazienti"- di queste ,come dire, differenze, soprattutto se esse possono ,in un certo senso, essere responsabili di uno pseudo -insuccesso o meglio non completo effetto terapeutico, dei farmaci generici rispetto ai farmaci originali?!

Saluti cordiali!
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
le differenze in teoria non ci dovrebbero essere ma in realtà ci sono e si vedono 8basti pensare a certi farmaci salvavita);l'idea di utilizzare i generici sarebbe giusta per il risparmio che comporta sia alla società che al paziente stesso se i generici fossero veramente uguali al branded e soprattutto se fossero effettuate ispezioni dalle istituzioni sulle norme di fabbricazione e sulle composizioni dei generici, senz'altro verranno fatte queste ispezionima allora non capisco,personalmente ,perchè in clinica ci sono queste differenze nei pazienti non ultimo un'utorevole rivista medica d'oltreoceano (new england Journal of Medicine) riportave serie dfferenze fra il generico ed il branded in merito ad un farmaco antidepressivo
[#4] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo,

che dire allora:

" rimango letteralmente trasecolato, stante il fatto che uso prettamente farmaci generici, debbo dire anche sotto la spinta propulsiva di vari medici, i quali mai hanno minimamente eccepito, quello che ora molto meravigliato scopro!"

E ribadisco ancora che, una volta acclarato il fatto che, anche in farmacia si limitano ad affermare la sostanziale e pressochè assoluta similitudine dei farmaci generici agli originali, inducendoli fattivamente ad acquistare, ritengo che una informazione più corretta e più congrua nell'interesse dei "consumatori - pazienti" andrebbe certamente ed urgentemente esperita dagli organi preposti e competenti in materia!

Grazie e cordiali saluti!