Utente 287XXX
Salve,sono un ragazzo di 31 anni con un problema sessuale che ora vi spiegherò. Io ho perso la verginità all'età di 20 anni e non prima, all'età di 18 anni ebbi l'opportunità di avere il mio primo rapporto con una ragazza bellissima ma purtroppo non funzionò forse per paura, ricordo comunque che questa esperienza mi fece soffrire molto. IL tempo passò e non pensai più all'accaduto, arrivò così il grande momento, capitò e tutto andò liscio o almeno credo , purtroppo però si trattò di una sola esperienza. Più tardi, conobbi una ragazza fantastica, ma quando arrivò il momento magico feci cilecca. Nonostante fossi sicuro che fosse dovuto ad ansia e inesperienza andai a parlarne con il mio medico che mi consigliò di prendere un medicinale per sbloccarmi, così presa questa medicina feci l'amore con questa ragazza e tutto andò ovviamente benissimo. Conquistai così fiducia in me stesso ed ebbi altre 2 relazioni ,la prima di 4 mesi, e la seconda di un'anno,in questo periodo non presi mai il medicinale ed in maniera naturale tutto andò molto bene. Purtroppo finita l'ultima relazione, pensai che il sesso fosse il motivo della rottura pur sapendo che i motivi reali fossero altri. Poco dopo incontrai un'altra ragazza della quale mi innamorai quasi subito. Decisi di prendere nuovamente il medicinale per migliorare le prestazioni perchè stupidamente legavo la fine dell'altra storia al sesso pur rendendomi conto fosse solo il frutto delle mie forti paranoie, e così che per tutta la relazione che durò circa 8 mesi presi il medicinale, mi sentivo in colpa nei suoi confronti per questo. La relazione finì anche con lei e questa fu la conferma ,che come in passato, il sesso non era motivo di rottura. Tre anni fa conobbi per caso una ragazza splendida, mi innamorai ed attualmente lei è mia moglie, all'inizio della nostra relazione il sesso andò ottimamente poi affrontammo un periodo in cui io avevo difficoltà a raggiungere l'orgasmo. Questo periodo passò e tutto andò molto bene i rapporti erano completi e soddisfacenti, ma riuscivamo a fare l'amore solo in una posizione, con lei sopra di me. Qualche mese fa abbiamo provato ad avere un bimbo, 5 volte, ma purtroppo mia moglie non è rimasta incinta, comunque tutto ha continuato ad andare bene. Da circa 3 mesi tutto è però cambiato abbiamo avuto difficoltà nel fare l'amore molto spesso. Ora ho paura di perdere mia moglie pensi che io non la ami abbastanza, ma io la amo da morire, in più sono sempre stato onesto e le ho raccontato tutto del mio passato.
Ho subito un'intervento alla colonna vertebrale qualche anno fa e so che questo può influire, ho considerato anche il fatto che possa essere un calo del desiderio, o calo ormonale, ma non saprei perchè qualche volta ho provato a masturbarmi per capire e tutto funziona bene...
Non so più che pensare, sarà un problema psicologico o fisico?..e perché tutto va bene quando facciamo una sola posizione?...vi prego aiutatemi a capire meglio...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Rossella Radice
24% attività
0% attualità
12% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Caro trentunenne, per darti una riposta piu' esauriente vorrei farti una domanda: quanto conta per te fare l'aore in piu' posizioni? E' importante per te o credi che lo sia per la tua partenr? Hai realmente un calo del desiderio? Grazie RR
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

risponda , se lo desidera alle domande della collega Radice, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questi problemi, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html .

Un cordiale saluto.