Utente 641XXX
Gentili medici,
ho scoperto questo sito circa 10 giorni fa in occasione di un'esperienza poco piacevole della nostra vita(mia e di mio marito)ed ho avuto un cordialissimo riscontro da parte di uno dei vostri medici,che ringrazio nuovamente..
Passando oltre,chiedo nuovamente il parere di chi mi vorrà dare un aiuto per un piccolo-grande problema che mi assilla in questo particolare momento della mia vita...
Il problema riguarda mio figlio più piccino che ha quasi 15 mesi.Non dorme una notte intera(massimo 4 ore consecutive quando sono fortunata)e spesso stà sveglio anche per 3-4 ore di seguito.
Non so se possa servire ma vi dico che il bimbo è il mio 4 figlio.I fratelli,tutti maschietti,hanno 9 anni e mezzo,7 anni e 9 mesi e 6 anni,lo adorano e giocano molto con lui(alle volte ovviamente mi chiedono di tenerlo occupato in altra sede quando preferiscono fare giochi un pò da grandicelli,richiesta per me legittima).Gode di ottima salute,ha avuto due episodi convulsivi quest'inverno,a seguito di un vaccino anti-meningte(pneumococco)di poca rilevanza(fra l'altro ho rifiutato il secondo vaccino)ma poi nulla più.C'è da dire che è molto attivo,a 5 mesi e mezzo gattonava speditamente e camminava aggrappato a mobili o altri supporti alla sua altezza,mangia di tutto dopo uno svezzamento tardivo(verso gli 11 mesi),prima non apriva la bocca davanti a nulla.Va a letto ad orari abbastanza regolari,tra le 20 e le 21 al massimo,al pomeriggio dorme in media un'oretta.Segue sempre i fratellini che fanno i classici giochi da maschietto(pallone,mostri,corse,soldatini ecc.)e da loro e quasi sempre ben accetto.
Spero di avere fornito un quadro sufficientemente completo.
In farmacia mi hanno dato uno sciroppo omeopatico,il QUIETALIA(casa boiron),i cui componenti sono chamomilla vulgaris 9 CH 1,5g;gelsemium 9 CH 1,5 g;hyoscyamus niger 9 CH 1,5 g;kalium bromatum 9 CH 1,5 g;passiflora incarnata 3 DH 1,5 g;stramonium 9 ch 1,5 g;sciroppo semplice q.b.a. 100,0 g .Il tutto descritto precisamente per 100,0 g. di prodotto.
Purtroppo questo sciroppo non ha sortiro gli effetti sperati,solo stà sveglio di notte un pò meno ma si svegia ugualmente sovente.
Il pediatra consiglia delle gocce,mi pare si chiamino neopran o qcs di simile,io non le ho provate ma un'amica che le usa dice siano tipo i sonniferi ed io preferirei non usarli per un bimbo così piccino,anche perchè sono comunque articoli chimici.Preciso che non sarebbe un gran problema se non avessi io per prima necessità di dormire un pò di più.Tra scuola,asilo ed attività varie dei fratelli sono molto presa e dopo la perdita del mio bimbo mi sento molto più stanca...
Le mie domande quindi sono:
C'è un rimedio naturale"standard"per far riposare meglio il mio piccino?
C'è qualche accorgimento particolare(apparte quelli di non fargli mangiare pesante oppure farlo agitare troppo prima della nanna)che posso adoperare?
Io e mio marito pensavamo di portare i bimbi al mare per un paio di week-end,può fare loro bene l'aria di mare,specie al piccolo,per il riposo notturno?
Ovviamente se non ci fosse un rimedio dolce pazienza,i sacrifici da fare sono nulli in confronto alle soddisfazioni,solo che mi sento proprio stanca...magari anzichè il piccino sono io che ho bisogno di supporto ma credo che dormire così poco e male non lo faccia crescere in modo adeguato...
Purtroppo il primo pediatra che usa la medicina alternativa vicino casa mia è a 100 km di distanza e con gli impegni di tutti i giorni è per me un problema riuscire a far collimare tutto,anche perchè avere un appuntamento con lui è un terno al lotto...il pediatra di base(ne abbiamo solo uno in zona)è una brava persona però molto facile a medicine ed antibiotici"per prevenzione"ed io preferisco dare meno medicinali possibili ai bimbi,che per fortuna non ne hanno nemmeno quasi mai avuto necessità.
Chiedo scusa se mi sono dilungata troppo e spero di avere fornito tutte le informazioni necessarie per un quadro completo,forse sono solo un pò stanca e dovrei semplicemente avere un pò più di pazienza ma ultimamente faccio proprio una gran fatica...
Grazie a chi vorrà darmi un prezioso consiglio,grazie davvero...
Chiara
[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
non si sconforti! Certamente ci sono rimedi per l'insonnia dei piccini ma ritengo che, avendo già provato (inutilmente) i vari sintomatici (associati nello sciroppo), lei debba ricorrere al parere di un omeopata pediatra per agire i profondità e non sul sintomo.

Innanzitutto bisognerà drenare il connettivo (specialmente dopo l'episodio reattivo alla vaccinazione) e poi ci sarà la possibilità di trattarlo sia secondo costituzione sia a mezzo di organoterapici.

Posso solo consigliarle un collega Omeopata nella sua zona che potrà egregiamente occuparsi del piccolo in modo naturale. Assolutamente no ai sedativi chimici, specialmente a questa tenera età!

Molti cibi contengono sostanze eccitanti come i formaggi, il tonno, le carni lavorate, le patate, il pomodoro, alcune verdure come i cavoli, gli spinaci, la cioccolata ecc quindi la sera è bene dagli il lattuccio caldo con un pò di miele prima di andare a letto piuttosto che mettrlo a letto subito dpo un pasto.

provi anche a cambiare di posizione il letto e se le è possibile orienti il lettino in modo che la testa si trovi in direzione del polo nord magnetico e i piedini al sud. Conrolli che i colori che gli fate indossare siano tenui, che le lenzuolne e il copriletto non abbiano disegni e colori vistosi. Usate monotinta delicate come l'azzurro, il rosa, il violetto. I colori sono frequenze e lunghezze d'onda che influenzano la qualità della percezione.

Infine accertatevi che l'alvo sia regolare e che non abbia parassiti intestinali. Suppongo che il piccolo sia regolarmente controllato e non dvrebbe avere nesun tipo di problema "serio". Mi faccia sapere.

Cordiali saluti
Agnesina Pozzi
[#2] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissima dottoressa Pozzi,
con piacere vedo che mi ha risposto proprio lei,seguo sempre i suoi consulti(anche se sono iscrita a questo sito da poco)che trovo interesssanti ed esaustivi.
Per quel che riguarda il pediatra omeopata purtroppo non saprei proprio a chi rivolgermi,abito in una piccola vallata dove abbiamo un unico pediatra che considera l'omeopatia una bufala.
Che sappia io ce n'è uno che usa ambedue le tecniche mediche(classica ed alternativa)ma è a 100 km di distanza(quasi due ore di strada)e non riesco a spostarmi.
Per quel che riguarda l'alimentazione effettivamente al mio Aessio piace molto il grana,proverò ad evitare di darglielo la sera,come carni sono cotte solitamente alla piastra o comunque senza condimenti pesanti(un filo d'olio e poco sale e limone dove ci va),non gli ho ancora dato le uova,però il pesce si(trota,salmone,platessa ecc.al vapore)che apprezza molto.Mangia bene anche le minestre di cereali,orzo in particolare e di verdura,che comunque propongo massimo due tre volte al mese.Beve solo acqua dal suo bicchierino,niente latte(a dire il vero ci ho provato ma lo rifiuta)in quanto lo allatto ancora prima del sonno e la mattina,a volte anche di pomeriggio e di notte.
Il lettino è già posizionato a verso il nord però non avevo idea che i colori di pigiami o lenzuola potessero influenzare il sonno...sa,mi hanno regalato della biancheria da culla con paperelle,orsetti e quant'altro coloratissimi,proverò ad eliminare anche quella...
Il bimbo si scarica normalmente una volta a giorno,rare volte due,ed è in ottima salute...

Mi scusi per l'ignoranza ma che significa"drenare il collettivo"?

La ringrazio ancora per la sua gentilezza e mi scuso per la lunghezza del post ma spero di averle dato tutte le informazioni necessarie...

Spero di poterle dare buone notizie a breve.

Un abbraccio,Chiara
[#3] dopo  
Dr. Francesco Candeloro
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile sig.ra,

se il problema dell'insonnia si è cominciato a manifestare dopo la vaccinazione per la meningite, provi a dare al bambino thuja 30 ch: un granulo mattina e sera, sciolto in poca acqua, da ssumere tramite biberon o cucchiaino di plastica, cercando di far sostare il più possibile la soluzione a contatto della mucosa della bocca. Faccia così per almeno sette-dieci gg (i granuli disciolti vanno assunti almeno una trentina di minuti dopo eventuali pasti). Se non ha risultati è assolutamente necessario che il bimbo faccia una visita omeopatica: l'omeopatia, infatti, non cura semplicemente il sintomo o la malattia, ma considera questo come l'effetto più evidente dell'alterazione funzionale di tutto l'organismo, che può desumersi solo attraverso una visita accurata ed estesa ai diversi organi e apparati, nonchè, in questo caso, agli anntecedenti familiari, della gravidana, del parto e dei primi mesi di vita. Così facendo si potrà avere una cura personalizzata che arrivi a comprendere, cioè, le cause individuali ed esistenziali del disturbo, solo curando le quali si potrà ottenere una guarigione definitiva e fisiologica, senza cioè apportare al bambino effeti collaterali di nessun tipo.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Sbarigia
20% attività
0% attualità
12% socialità
NEMI (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
d'accordo con il collega omeopata.anche un granulo di cypripedium 5 ch sciolto in poca acqua mezz'ora prima di dormire
[#5] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentili medici,
davvero non so come ringraziarvi per l'attenzione che avete posto al mio piccolo"caso".Effettivamente il mio Alessio si è sempre svegliato in media tre volte per notte,ma senza piangere e dopo avere preso il latte si riaddormentava tranquillamente.Dopo il vaccino,avvenuto in gennaio,questi risvegli si sono tramutati spesso in veglie di due-quattro ore.Preciso anche che il primo episodio convulsivo è avvenuto la notte antecedente al vaccino stesso ed il secondo circa 10 giorni dopo,in concomitanza della tonsillite che si era presentata con modesta febbre.In quel caso il pediatra mi aveva consigliato in via anche preventiva la somministrazione alternata di tachipirina e nureflex,ogni tre ore,anche con poche linee di febbre.La convulsione è avvenuta proprio quella notte(coincidenza???)Leggendo poi il bugiardino di suddetto sciroppo leggo che tra gi effetti indesiderati possono RARAMENTE verificarsi anche le convulsioni!!!
In poche parole il nureflex è stato abbandonato subito,l'antibiotico prescritto per la tonsillite sostituito dalla Gamma echinacea,il piccolo si è ripreso sicchè subito e poi non ha più avuto problemi.
Inizialmente pensavo che queste "veglie" potessere esere anche una"richiesta di attenzioni singolare",visto che comunque ci sono i fratellini ma al mattino siamo a casa da soli e poi anche i fratelli lo riempiono di coccole,così ho abbandonato questa ipotesi.
Ora ho progettato un paio di fine settimana al mare,magari anche solo cambiare ambiente può aiutare!?Da oggi ho provveduto a mettere nel suo lettino solo biancheria di colore tenue ed evitare il formaggio la sera,poi proverò sicuramente anche i rimedi da voi descritti...mi farebbe piacere tenervi informati in merito,e spero davvero di potervi rinnovare i miei sinceri ringraziamenti più in là...ma ne sono certa,ho molta fiducia nelle cure omeopatiche che hanno già risolto parecchi problemini dei miei bimbi...
Un augurio per ogni cosa ed un forte abbraccio...
GRAZIE...
Chiara
[#6] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Come vede Signora latri colleghi sono intervenuti.

le spiego che significa drenare il connettivo in parole semplici e paragoni e mi scuso se ho usato un termine difficile ossia comprensibile a chi, com eil collega dopo di me, ha indicato Thuya 30ch.
Se noi accendiamo un fuoco (febbre) sotto una pentola piena di acqua in cui ci sono germi, l'acqua deve bollire quel determinato tempo, raffreddarsi quel determinato tempo per permettere ai depositi di scendere al fondo, dopo l'ebollizione, ed essere filtrati per poter utilizzare quell'acqua. Se noi nel momento in cui il bollore comincia a salire, spegniamo il fuoco (con antifebbrili, sciroppi, gocce supposte ecc ecc) interrompiamo un processo naturale e fisiologico e utile che serve ad elaborare le difese (anticorpi) contro i germi. Nei piccoli le febbri devono essere osservate con cautela e rispettate specialmente se i piccoli sono tranquilli, bevono (non mangiano ma è normale), sudano e non hanno altri sintomi associati. Mi dispiace che tanti colleghi, per prevenire prevalentemente il disturbo di essere chiamati a domicilio, imbottiscono di sostanze chimiche e potenzialmente dannose, i piccolini che cominciano ad avere le prime febbri.

Il discorso dei vaccini non voglio affrontarlo in questa sede, ma in corso di vaccinazione vengono immesse tante tossine che si depositano nel connettivo (che è la sostanza in cui sono immerse tutte le nostre cellule, è la nostra "acqua" primaria, tanto che viene definita "sostanza fondamentale").

Prima di ogni vaccinazione obbligatoria si può proteggere i bambini proprio grazie all'Omeopatia.

peccato che sia lontana da un Omeopata perchè per via telematica non c'è cura che può essere efficace. Anche in Omeopatia ci sono piccoli rimedi per conìmbattere in modo innocuo tanti sontomi, ma fare una seria terapia Omeopatica non è uno scherzo e bisogna che l'Omeopata veda il bambino, lo visiti e decida il da farsi dopo opportuna anamnesi anche famigliare e gravidica come diceva il collega.

La saluto cordialmente
Agnesina Pozzi
[#7] dopo  
10161

Cancellato nel 2009


"ha avuto due episodi convulsivi quest'inverno,a seguito di un vaccino anti-meningte(pneumococco)di poca rilevanza
Dopo il vaccino,avvenuto in gennaio,questi risvegli si sono tramutati spesso in veglie di due-quattro ore.Preciso anche che il primo episodio convulsivo è avvenuto la notte antecedente al vaccino stesso ed il secondo circa 10 giorni dopo,in concomitanza della tonsillite che si era presentata con modesta febbre."

Prima di tutto accertare le cause che provocano l’insonnia, cercare la soluzione, senza queste risolverebbe molto poco.

Perché il bambino è stato vaccinato per la meningite?

Lei descrive una convulsione il giorno prima la vaccinazione, ha informato di questo il medico che la ha praticata, ha fatto accertamenti sulle cause che hanno determinato la convulsione quel giorno, a 15 mesi, senza precedenti, questo episodio, merita molta attenzione.
Fino a quindici mesi, il bambino è sempre stato bene, mai avuto problemi?

[#8] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentili medici,chiedo scusa ma mi sono accorta di avere fatto un errore nello scrivere...dottor Moschini,il primo episodio convulsivo è avvenuto la notte SUCCESSIVA a quella del vaccino,non ANTECEDENTE...scusatemi...
Il bimbo è stato vaccinato su consiglio del pediatra,a suo parere avrei dovuto fare anche gli altri due vaccini anti meningite,l'anti morbillo pertosse e parotite e tutta quella schiera di vaccini facoltativi...ovviamente io mi devo affidare alle mani di chi è più esperto di me,non ho nemmeno pensato a documentarmi;è come se,perdonate il paragone,non mi fidassi del muratore che mi costruisce la casa o del panettiere che mi vende il pane...
Ovviamente il responsabile del settore igiene e salute pubblica del mio distreto sanitario è stato avvisato,sia da me che dalla dotoressa del 118 chiamata quella notte...mi è stato detto che i rischi erano minimi in confronto ai benefici e via dicendo...
Il bimbo è fortunatamente sanissimo,mai avuto nulla,nemmeno in concomitanza dello spuntare dei denti o dello svezzamento...se vogliamo escludere un pò di nasino che"cola"con gli sbalzi di temperatura.In questo siamo stati fortunati...
Ho pensato,vi prego correggetemi se sbaglio,di provare con i granuli consigliatimi dai due cari dottori Candeloro e Sbarigia che mi hanno risposto sopra per 10-15 giorni e poi eventualmente portare il bimbo da uno specialista,come già detto per me è davvero un grosso problema spostarmi...
A questo merito,potreste voi consigliarmi se c'è un sito che mi può indirizzare a qualcuno non troppo lontano da casa,nel trentino o nel bellunese?Io proprio non saprei dove rivolgermi...
Dottoressa Pozzi,la ringrazio per la sua spiegazione,infatti concordo anche io con la teoria che la febbre "è utile"e le rare volte che ai miei figli succede evito paracetamolo ed altri,semplicemente aspetto...
Vi farò sapere come reagisce il piccolo all'assunzione dei granuli,nel frattempo vi auguro buona festa...
Ancora un grazie...
Chiara
[#9] dopo  
Dr. Francesco Candeloro
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile sig.ra,

le consiglio di far assumere un solo rimedio alla volta al bambino piuttosto che due contemporaneamente, cosa che farebbe se seguisse oltre ai mei consigli quello del collega che lei cita nella sua. A volte, infatti, i rimedi possono tra loro antidotarsi, inoltre la somministraione di un rimedio alla volta, che agisce sempre stimolando l'intero organismo, inteso come unità psicofisica, ci permette di verificare proprio le modificazioni indotte sullo stesso organismo e di sapere con certezza come proseguire, e cioè sempre con lo stesso rimedio, con un altro oppure con un differente dosaggio del primo rimedio. Qualora la somministrazione di un rimedio non producesse alcun miglioramento, e comunque alcuna modificazione, allora passi pure a provarne un altro. Per avere riferimenti su omeopati della sua zona, le consiglio di contattare il dr. R. Gava, tramite il sito della salus infirmorum.

Cordiali saluti.
[#10] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentili dottori,
grazie per i preziosi consigli...li seguirò con cura e poi vi farò sapere certamente e grazie a lei dott.Candeloro per le indicazioni su dove trovare un esperto in caso di malriuscita(ma sono fiduciosa..)
Ancora grazie
Chiara
[#11] dopo  
10161

Cancellato nel 2009

"primo episodio convulsivo è avvenuto la notte SUCCESSIVA a quella del vaccino avrei dovuto fare anche gli altri due vaccini anti meningite,l'anti morbillo pertosse e parotite e tutta quella schiera di vaccini facoltativi..."
E’ evidente le convulsioni sono state provocate dal vaccino, quello di cui poteva temere con l’agente selvaggio, in maniera molto remotissima, la ha provocata il contenuto del vaccino, che ha provocato una lieve infiammazione delle meningi; il ambino non dorme perché ha mal di testa.
Fortunatamente, non ha proseguito nelle vaccinazioni.
Sarebbe opportuna una risonanza magnetica, cerebrale e spinale, con mezzo di contrasto, per escludere ogni eventuale lesione provocata dal batterio vaccinico.
L’omeopatia non esclude la diagnosi, ed anzi, costituisce la base per la prescrizione del farmaco, oltre ai sintomi caratteristici e peculiari; basilari sono gli accertamenti diagnostici.
Il costituente del vaccino va successivamente rintracciato, conoscendo in quale punto si è annidato, sfruttando non solo la risonanza, ma anche con l’elettroagopuntura secondo Voli, che ha la possibilità di condurre il ragionamento clinico diagnostico e verificarne la presenza, stabilire la terapia più idonea per la sua radicazione e seguirne la eliminazione.


[#12] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Dalle sue parole, gentile signora,

"Gode di ottima salute,ha avuto due episodi convulsivi quest'inverno,a seguito di un vaccino anti-meningte(pneumococco)di poca rilevanza(fra l'altro ho rifiutato il secondo vaccino)ma poi nulla più.C'è da dire che è molto attivo,a 5 mesi e mezzo gattonava speditamente e camminava aggrappato a mobili o altri supporti alla sua altezza,mangia di tutto dopo uno svezzamento tardivo(verso gli 11 mesi),prima non apriva la bocca davanti a nulla.Va a letto ad orari abbastanza regolari,tra le 20 e le 21 al massimo,al pomeriggio dorme in media un'oretta.Segue sempre i fratellini che fanno i classici giochi da maschietto(pallone,mostri,corse,soldatini ecc.)e da loro e quasi sempre ben accetto",

non vedo motivazioni sufficienti a sottoporre il piccolo ad esami invasivi. La cosa più saggia da fare è una prudente e serena osservazione con controlli periodici dal suo pediatra.

PS se il bambino avesse mal di testa...piangerebbe! Ci sono colleghi molto più apprensivi di tanti genitori; e questo certe volte potrebbe essere "addirittura" meglio della sottovalutazione.Ma non è questo il caso di una sottovalutazione/sottostima del problema lamentato...

Cordiali saluti
Agnesina Pozzi

[#13] dopo  
Dr. Francesco Candeloro
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Concordo con l'ultimo parere della collega Pozzi ed esorto ancora una volta a seguire, almeno per una settimana, la terapia con Thuja. La richiesta di esami diagnistici è bagaglio della medicina, cui l'omeopatia si affianca, completando la diagnosi che diviene così diagnosi di rimedio specifico per quel paziente e possibilmente diverso da tutti gli altri pazienti che hanno la sua stessa malattia. E' proprio la capacità dunque di individualizzare il rimedio, e di non prescriverlo semplicemente sul nome della malattia che ci permette sempre, tanto in acuto che in cronico, di curare effettivamente le cuase dei disturbi piuttosto che i semplici sintomi (azione palliativa, se non soppressiva, di qualsiasi sotanza farmacologica).

Cordiali saluti
[#14] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimi dottori,
davvero non so come ringraziarvi per la gentilezza e la prontezza con la quale siete intervenuti in mio aiuto...
Credo anche io che Alessio non abbia mal di testa anche perchè quando si sveglia non piange,solo un attimo mentre apre gli occhi,il punto sono proprio quelle veglie di cui vi parlavo che sono intervenute dopo il vaccino a preoccuparmi(ormai sono tre mesi);anche prima si svegliava sovente ma bastava accarezzarlo un pò o anche semplicemente fargi sentire la mia voce,a limite dargli un pochino di latte e si riaddormentava.Ho pensato(vi prego correggetemi se sbaglio)di provare con i granuli di thuja per 7-10 giorni come consigliatomi da Dott.Candeloro e vedere come va,poi se non funzionasse altri 7-10 giorni con Cypripedium,seguendo le indicazioni del Dottor Sbarigia.Eventualmente non dovesse andare a buona fine contatterò un'omeopata della zona,anche se non ha la specializzazione in pediatria,magari mi potrà consigliare qualcuno di sua conoscenza anche se purtroppo,come già detto,non ci sono di questi specialisti nei dintorni...Credo che se sarà il caso mi indirizzerà verso degli esami specifici,dopo avere visto il piccolo,come diceva il Dott.Moschini(anche se spero vivamente non si renda necessario!).
Stamattina ho iniziato con il primo granulo,purtroppo mi è impossibile tenere il liquido a contatto con la mucosa della bocca,non saprei come fare...
Vi informo quant'altro,mi rivolgo in special modo alla Dottoressa Pozzi,che dalla terza sera che ho tolto al piccolo il formaggio grana ed i pomodori(tolti anche dalla mia dieta serale,si sa mai passino nel latte)ed ho messo solo colori tenui sia addosso al bimbo che come biancheria da letto,le veglie si sono accorciate,prima duravano anche 4 ore,adesso massimo una...So che è presto per cantar vittoria ma come già detto,ho molta fiducia sia nella medicina alternativa che in voi che vi adoperate con così tanta gentilezza ad aiutare noi "profani"della materia in questione.
Se me lo concedete vi terrò informati,non avete idea di che grande favore mi state facendo...purtroppo,come già detto,il mio pediatra(l'unico nel raggio di 30 km!!!)è una brava persona ma se gli parlo di omeopatia mi"ride dietro",rispetto la sua opinione che per fortuna non collima con la mia...
Ancora un abbraccio forte a tutti voi,sperando di portarvi novità positive.
Chiara
[#15] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cara Signora
mi fa davvero piacere ciò che scrive, ma mi dispiace che il suo pediatra "le rida dietro" a sentirla parlare di omeopatia. Anch'io ero scettica, diffidente,e soprattutto ignorante.

Poi un giorno, ad un congresso di Pediatria, ho esposto ad un collega un problema che mi assillava da mesi e che vari colleghi interpellati non erano riusciti nè a diagnosticare, nè a curare; in quell'occasione sono stata curata (io, adulta, scettica, diffidente e quindi non soggetta all'effetto placebo) egregiamente e rapidamente da un collega Pediatra Omeopata e, non solo HO SMESSO DI RIDEREA dell'Omeopatia ma ho sentito l'esigenza di conoscerla e studiarla.

Cosa che vivamente consiglierei a quest'altro collega ridens...

Cordialmente
Agnesina Pozzi
[#16] dopo  
Dr. Giorgio Sbarigia
20% attività
0% attualità
12% socialità
NEMI (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
vedo con piacere che questa discussione che all'inizio...e' animata e stimolante e pure molto seria complimenti a tutti.
brava la signora e i medici.
si seguire le indicazionico n tuia ottimo rimedio omeopatico e cipripedium e vedra' che ne usciremo fuori...soprattutto tranquilla tutto si aggiusta ...ma mai nopron e' micidiale!!!!buon primo maggio
[#17] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
La gioia che provo per aver capito che ci sono ancora persone come voi tutti,egregi dottori,che aiutano con gentilezza e professionalità,la posso esprimere racchiudendola tutta in un unica parola GRAZIE!!!
E' proprio grazie a voi che la medicina ci fa ben sperare,sia tradizionale che alternativa,in questi periodi in cui si sente parlare molto di malasanità.
Vi chiedo scusa per questo piccolo sfogo,ma credetemi,per una madre i figli sono tutta la vita ed ogni piccolo problema risolto è un traguardo che fa bene al cuore...
Peccato che siete così lontani altrimenti avrei trovato l'occasione per stringervi la mano di persona...
Accettate un abbraccio virtuale da me e dal piccolo,che ha già cominciato a riposare un pò meglio...
Buon Primo maggio a tutti voi
Chiara
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
ognuno è libero di curarsi come crede e per questo non intervengo nella discussione con i colleghi.
Intervengo solo per dirLe che la prescrizione di una RMN encefalo e midollo non è assolutamente nè indicata nè necessaria, e poi con il contrasto...figuriamoci
Non so cosa il collega pensa di vedere con tale esame, forse non ha mai visto una RMN e la immagina come la sfera di cristallo che usano maghi, indovini ,pseudomedici, guaritori e compagnia bella.
Al più sarebbe indicato un esame Elettroencefalografico che potrebbe, dico potrebbe, rilevare qualche focus epilettogeno, ma non mi pare ci siano problemi di epilessia.
Signora, un medico per far diagnosi ha certamente bisogno di esami di laboratorio e di esami strumentali, ma deve anche conoscere la clinica e la patologia per capire eventualmente quali esami richiedere.
Poi ognuno è libero di fare le scelte che crede...
Porti il Suo bambino da un Neurologo e lasci perdere il RESTO...
Auguroni
[#19] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dott.Migliaccio,
la ringrazio per il suo consiglio,sa,vedo già dei miglioramenti nel sonno del piccolo,anche se solo da una settimana ho iniziato a seguire i consigli dei suoi colleghi.Certo,sono dei piccoli"traguardi",tipo le veglie più corte e meno risvegli notturni,ma sono consapevole che l'omeopatia ha dei tempi un pò più lunghi della medicina tradizionale,che fra l'altro io rispetto moltissimo ma non condivido se non in casi di situazioni gravi.Credo che già nella vita quotidiana tutti noi veniamo a contatto con agenti inquinanti a sufficienza,perciò se dei problemini si possono risolvere in modo naturale,ben venga!Certo,non sono una sprovveduta,guai se in patologie serie non ci fossero gli antibiotici o gli altri medicinali,salvano la vita a molte persone ma,come detto, fortunatamente a parte questo problema del sonno,tutti 4 i miei bimbi sono sani(e questo,mi creda,per una mamma è il dono più grande).
Mi capirà,spero,se giunta alla fine di questo mio post le ribadisco la mia idea di consultare un omeopata prima di un neurologo,anche se sono convinta che non si renderà necessario disturbare né l'uno né l'altro,proprio per i miglioramenti che inizio a vedere.
Grazie ancora per il suo interessamento e per i consigli.
Chiara
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Si, signora Chiara, va bene,ma io mi fiderei poco di un medico che mi prescrive un esame e non sa a cosa serve. Potrebbe prescrivermi una terapia senza sapere che malattia sta curando.
Al Suo bimbo hanno diagnosticato una meningite..non so se Lei si rende conto ...
Cordialmente
[#21] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Certo,su questo le do piena ragione,
infatti come ho detto non lo porterò a fare esami invasivi ammenochè,ovviamente,non si renda proprio necessario(ma non sarà così).
Quello che mi tranquillizza molto è anche il fatto che il bimbo stà bene,la mattina non è stanco,riposa il pomeriggio,ride,gioca e fa i capricci come tutti i bimbi della sua età...proprio per questo non mi sembrava il caso di portarlo a fare analisi approfondite.Che la prima convulsione fosse dovuta proprio alla reazione al vaccino me lo ha confermato anche il medico del 118 che lo ha monitorato quella notte,e dopo il secondo episodio,10 giorni dopo,(ricondotto dallo stesso medico sempre al vaccino)non ha più avuto nulla.
Se non fossi in un periodo particolare della mia vita probabilmente avrei lasciato che la situazione si "normalizzasse" da sola,proprio perchè Alessio stà comunque bene,per questo chiedevo se c'era la possibilità di avere un consiglio"standard"su questo caso.
Se ha notato,i medici che mi hanno gentilmente risposto e consigliato sui granuli o sull'alimentazione,non hanno fatto diagnosi,cosa che fra l'altro io non cercavo,il dottor Moschini(che aveva consigliato la RMN) su una cosa aveva ragione,le prime convulsioni sono state generate dal vaccino e sono certa che quel suo suggerimento fosse frutto della sua esperienza medica e mirato a darmi un parere professionale;da qui a fare l'esame al piccolo ne passa di acqua...
Il fatto di non essere un medico mi porta a VALUTARE tutti i consigli che voi tanto gentilmente mi elargite,ed in tutte le vostre risposte ho trovato un valido aiuto,anche solo l' interessamento dimostratomi è per me grande cosa...
Il fatto poi che le cose si stiano piano piano sistemando,mi da conferma della professionalità e dell'amore che tutti voi mettete nella professione che esercitate...
Ancora grazie
Chiara
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Contenta Lei, contenti tutti!
Auguroni per i Suoi bambini
[#23] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
riprendo le parole del collega Migliaccio per dirLe che si,deve proprio essere contenta di aver intrapreso un percorso terapeutico sano, privo di effetti collaterali e che già presenta risultati degni di merito.
Ci perdoni se le nostre indicazioni possono talvolta apparire discordanti, i nostri sforzi sono sempre e comunque volti ad offrire le migliori indicazioni a voi Utenti: Lei si è saggiamente accorta che il giusto è nel mezzo e continui pure con determinazione in tal senso.


Un caro saluto.
[#24] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimi medici,
vi scrivo per aggiornarvi sulla stuazione del sonno di Alessio..
solo il fatto che a quest'ora sono al pc anzichè avere i piccolo in braccio è una gran cosa...Oggi è l'ottavo giorno che gli do la Thuja e devo dire che sono assai sorpresa...credevo che i rimedi omeopatici fossero più lenti...
Durante questo breve periodo il mio piccolo ha passato ben tre notti senza veglie,svegliandosi si ma poi riaddormentarsi dopo pochissimo...il mio sistema nervoso ringrazia!!!
Credo che continuerò ancora per un pò di giorni.
Avrei però ancora un paio di domande da porvi:
-Provo lo stesso anche con l'altro rimedio oppure non è necessario?
-Avrei pensato poi se magari non sarebbe il caso di allungare di un pò,magari per un'altra settimana,la somministrazione di granuletti per"rafforzare"la cura?Sapete,non intendendomi chiedo...
Una cosa poi che ho scordato di scrivervi l'altra volta...un ringraziamento a tutti i medici che mi hanno incoraggiata,in special modo i dottoi Sbarigia ed ultimamaente Ferro Leone,(senza nulla togliere alla gentilezza e competenza degli altri).Una semplice parola buona per una mamma alle volte è una panacea...
Ancora grazie...
Baci
Chiara
[#25] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
gentile Signora
la mia modesta opinione in merito è che non bisogna mai forzare niente, specialmente con l'Omeopatia, il cui effetto, una volta cominciato, continua. Si attenga alla prescrizione del collega e non aggiunga altro. Alcuni rimedi profondi, poi, sono talmente efficaci, se e quando prescritti con criterio di similitudine, che basta una, dico una sola dose per rasentare la meraviglia terapeutica.

L'unica cosa che mi rammarica è che molti colleghi non conoscono questa mirabile arte medica e la denigrano; invece bisognerebbe tutti applicarsi per capire davvero come (a volte "miracolosamente"..) agisce, perchè gli strumenti che oggi abbiamo non bastano e non le rendono giustizia. Personalmente la rispetto talmente tanto da averne quasi un sacro "timore"...

Cordiali saluti
Agnesina Pozzi
[#26] dopo  
Dr. Giorgio Sbarigia
20% attività
0% attualità
12% socialità
NEMI (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
grazie a lei cara signora,sono contento per il suo bambino e per lei.c'e' stata un'animata discussione su questo caso e vedere che le cose si siano messe per il meglio e' la piu' grande ricompensa per chi con amore da consigli con fede e coscenza.auguri di buon proseguimento
[#27] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
grazie a lei per aver riposto fiducia nell'esperienza "non convenzionale"!
Le indicazioni per proseguire la terapia sono certo le verranno dal collega Candeloro che tanto sapientemente ha indicato da subito la strada giusta da seguire.
Saluti.
[#28] dopo  
Dr. Francesco Candeloro
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile sig.ra,

in effetti è bene che non prosegua oltre il tempo indicatole inizialmente per la cura con thuja, tanto più se il sonno appare tornato quello che lei desiderava. Solo in caso in cui il bambino dovesse tornare ad avere problemi si ripeterà il rimedio, con le stesse modalità e diluizione, oppure variando quest'ultima se non dovesse risultare più efficace. Ma in questa evenienza è comunque meglio risentirci. Ringrazio i colleghi per le parole avute per me e per l'omeopatia in particolare, capace di dimostrare tutta la sua efficacia quando la si riesce a comprender in profondità e tramite essa a comprendere e ad apprezzare la complessità umana, che è la vera sacralità da rispettare sempre e comunque.

Cordiali saluti.
[#29] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Carissimi...
vi disturbo ancora una volta per un aggiornamento.Ho seguito la cura per otto giorni e da altrettanto l'ho smessa...Bè,Alessio non ha MAI più avuto episodi di veglia...mi sembra incredibile dopo tre mesi!!!
Scrivo queste poche righe perchè davvero,senza di voi e senza la medicina alternativa non so se avrei risolto così in fretta e senza turbare troppo l'equilibrio fisiologico del bimbo...
Un'altra piccola domandina.In caso di diarrea posso dargli dei fermenti lattici tipo enterogermina o c'è qualcosa di più indicato?
Grazie,ancora grazie,vi sono debitrice...
Vostra Chiara
P.S.Mi dispiace solamente di aver in qualche modo causato dei problemi tra alcuni di voi,non era mia intenzione e me ne scuso!!!
[#30] dopo  
Dr. Francesco Candeloro
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile sig.ra,

certo che può utilizzare enterogermina per eventuali episodi diarroici del bambino, in quantità dimezzata, però, rispetto a quella degli adulti, quindi non più di una fialetta al dì. Spiace personalmente anche a me aver visto tante controversie tra colleghi che non fanno bene alla nostra professione, la quale deve sempre e solo basarsi, per qualsiasi ulteriore ricerca clinica, sull'evidenza dei fatti, e dimenticare ogni interesse personale a favore sempre e solo di quello dei pazienti. Solo così torneremo ad avere e a respirare quel clima di sereno rispetto, anche nelle situazioni più difficili, che sono certo ciascuno di noi operatori della sanità si merita tutte le volte che il suo operato, allopatico od omeopatico che sia, sia sinceremente messo al servizio della comunità.

Cordiali saluti.
[#31] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Qui s'inserisce il pediatra, (con tutto il rispetto per il collega Candeloro che ha dato comunque il consiglio giusto) dicendole che esiste il fermenturto pediatrico (bisogna fare il nome per forza perchè è indicato/dosato per i piccolissimi, anche se non è un nome felice..). se ne danno tre fialette il primo giorno (mattina, mezzogiorno e sera), due il secondo giorno (mattina e sera) e poi si continua con uno al dì per le restanti.
nei piccoli le diarree sono di tipo alimentare o si prsentano con l'eruzione dentaria o in seguito a stress o vaccinazioni. Non sono assolutamente indicati antibiotici, a meno che non si tratti di serie infezioni. Le diarree dei piccolini sono autolimitanti e passano dopo uno-due giorni se trattate come si deve. Sono di solito diarree fermentantive, dall'odore acido, e chiare (color ocra/ giallo scuro).

Consigli di massima: NO al latte/latticini, formaggini, tortine pronte, in genere, cioccolata, salumi, tonno, creme, biscotti, succhi, cibi conservati ed elaborati. Spesso bastano due tre giorni di corretta alimentazione e tutto passa, senza spendere soldi per fermenti. Al massimo si scioglie una bustina di integratore per la diarrea (con potassio e magnesio) nell'acqua che beve se proprio la diarrea è profusa.

Cosa dargli? Indicata l'astensione da ogni liquido per almeno 6-8 ore se c'è anche vomito. Poi piccoli sorsi di The deteinato con gocce di limone, piccoli pasti di mela cruda grattugiata con una fetta biscottata integrale sbriciolata; poi pian piano, patate lesse (magari con delle minuscole fettine di cipolla cruda, (ottimo disinfettante), riso, succo di carota cruda; si ad un pò di sale e no assolutamente allo zucchero.
riso condito con poco olio e pochissimo parmigiano un giorno;
poi aggiungere piano piano petto di pollo al vapore o griglia o merluzzo/sogliola al vapore /griglia con limone. Fine diarrea!

Sono contentissima che il piccolo finalmente dorma!
Cordiali saluti

Agnesina Pozzi
[#32] dopo  
Dr. Giorgio Sbarigia
20% attività
0% attualità
12% socialità
NEMI (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
sono contententissimo anche io.buon proseguimentoe...sogni d'oro anche a lei.
[#33] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Fa piacere anche a me che il Suo bimbo trascorra una notte tranquilla, ma non è più epilettico?
[#34] dopo  
Dr. Francesco Candeloro
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentili colleghi,

accetto sempre con piacere consigli e approfondimenti da colleghi che sono più esperti di me nella materia di specifica competenza: personalmente curo molto più frequentemente gi adulti dei bambini e di quelli molto piccoli in particolare, negli adulti ricorro spesso al fermenturto per episodi diarroici che considero comunque autolimitanti. Non sapevo dell'esistenza di una formulazione pediatrica, e quindi ringrazio la collega per essere intervenuta a completamento della mia.

Cordiali saluti
[#35] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera amici miei(concedetemelo!),
Alessio ha la varicella,credo sia questo il problema che ha portato alla sua diarrea...in fin dei conti me lo aspettavo perchè 10 giorni fa l'ha presa Denis(il mio bimbo di 6 anni)ed in questi giorni anche Emanuele(di 8)...fortuna che Nicola(di 10)l'ha già fatta.Ora vi ho presentato anche la mia famigliola :-)
Ieri ed oggi gli ho dato l'entrogermina,solo una fialetta come consigliatomi da dott.Candeloro,non sapevo nè il farmacista mi ha detto di un rimedio specifico per piccolissimi..Comunque oggi ha avuto solo due scariche semiliquide.Domani certo provvederò ad andare ad acquistare il rimedio consigliatomi dalla dottoressa Pozzi,magari si risolve tutto ugualmente ma averlo in casa non fa certo male.Per quanto riguarda la dieta,eliminerò i latticini(lo avevo già fatto la sera).Di solito mangia uno jogurt per merenda,credevo non fosse un problema vista la presenza di fermenti lattici.Come insaccati invece gli do solo prosciutto cotto,senza polifosfati e lattosio,del quale è moto ghiotto.Per il resto non cucino mai cibi elaborati o troppo conditi,le carni solitamente grigliate ed il pesce nell'antiaderente senza condimenti.Cucino spesso anche il riso(biologico),però lesso proprio non gli piace;ad ogni modo non faccio il soffritto,metto solo un pò di brodo in cottura dopo averlo leggermente tostato e del parmigiano nel piatto.Per quanto riguarda le bevande,martedì ha bevuto un succo all'albicocca rubacchiato dai brick dei fratellini,forse è stato proprio quello,assieme al virus,a scatenare la diarrea di questi giorni?Ora chiede solo acqua oppure"tetta"...il mio latte gli può far aumentare le scariche?(di solito glielo do solo la notte ed al mattino ma in questo periodo lo richiede anche durante il giorno).Dottoressa lei mi scrive di non dargli liquidi per un pò di tempo ma in caso di vomito giusto?(che non ha assolutamente).Per il resto stà bene,è il solito terremoto,un pò di febbriciattola che non curo con nulla,gli passerà;non ha nemmeno prurito(per l'altro fratello uso borotalco liquido al mentolo su consiglio del farmacista).
Il problema della diarrea è che gli è venuto il sederino rosso l'altro ieri,ma oggi gli era già quasi completamente guarito,lo ho lavato con dell'acqua e malva e vedevo di cambiarlo ogni ora,applicando della pomata all'ossido di zinco alternativamente alla calendula...
Che dite,mi stò comportando in modo adeguato?Tengo molto al vostro parere...

Gentile dottor Migliaccio,Alessio non è mai stato epilettico!!!Ha avuto due episodi convulsivi a gennaio ma nulla più,mi scusi se nei miei scritti le ho fatto capire il contrario...la ringrazio per la condivisione della mia gioia relativa alla risoluzione del problema del sonno ed unisco al ringraziamento anche il dott.Sbarigia.
Come al solito sono stata prolissa ma non mi riesce proprio riassumere le cose...
Vi ringrazio e vi abbraccio
Chiara
[#36] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Cara signora,
non sono stato io a pensare all'epilessia, sia ben chiaro! Nessun medico capace e preparato avrebbe potuto sospettarla e ogni medico preparato conosce la differenza tra episodi convulsivi e malattia epilettica e ogni medico preparato sa che indagini diagnostiche prescrivere in un caso o nell'altro.
Questo per Sua opportuna conoscenza.

[#37] dopo  
Utente 641XXX

Iscritto dal 2008
Le chiedo scusa dottor Migliaccio,ho solo temuto di essermi espressa male,per questo ho fatto quella precisazione,dopo la sua domanda(ma forse solo ora mi sono resa conto che non era riferita ad un mio scritto)...Ho letto parecchi suoi consulti e mai mi permetterei di mettere in dubbio la sua professionalità piuttostochè la sua serietà,preparazione e cortesia.Il fatto che io possa prediligere metodi di cura diversi da quelli tradizionali non preclude che nutra per lei una grande stima e la creda capace e preparato.
Mi creda,in nessun modo vorrei averla offesa,ho solamente(credo)interpretato male una sua frase.Spero non me ne voglia!
Mi dispiace...