Utente 189XXX
Buongiorno, vi scrivo il referto della visita cardiologica effettuata il 6 febbraio del 2012:
esame obiettivo: toni validi ritmici, soffio sistolico 2/6, campi polmonari liberi, non edemi declivi, pa 130/80.

Elettrocardiogramma: ritmo sinusale FC87/MIN, recuperi ventricolari nei limiti della norma.
Ecocardiografia color- doppler
Descrizione esame: radice aortica di normali dimensioni (30 mm). Valvola aortica con cuspidi normali. reperti doppler normali. Atrio sx normali dimensioni (32mm). Valvola mitrale con lembi normali e normale apertura; anulus normale. reperti doppler: minimo jet da rigurgito. Ventricolo sx di normali Dimensioni (dtd45 mm, dts 29mm), con spessori parietali normali (siv 7 mm pw 7mm). funzione ventricolare sx normale. EF: 65%. Cinesi parietale normale; WMSI: 1. sezioni dx: ventricolo di normali dimensioni con normale cinesi e funzione sistolica conservata, atrio di normali dimensioni . valvola tricuspide : normali reperti doppler. Giunzione epipericardica nella norma.
Vorrei per cortesia una vostra interpretazione, e vorrei sapere se posso stare tranquilla o se sono a rischio infarto comunque. Aggiungo che fumo 3 sigarette al giorno.
Ho bisogno di questi chiarimenti perchè di recente è deceduto un mio conoscente per infarto senza il minimo preaaviso. E' utile fare gli esami che ho fatto io per prevenire o comunque i problemi di cuore sono imprevedibili e possono succedere in ogni caso. grazie, ho davvero bisogno di capire.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non capisco io il motivo per il quale pone a noi queste domande e non ai colleghi che le hanno fatto le indagini che riporta.... in ogni caso dai risultati non emerge nulla a carico della struttura e funzione del cuore, ma per escludere un problema di ischemia coronarica (quello che, eventualmente presente, è potenzialmente responsabile dell'infarto) occorre eseguire indagini differenti, che però vanno eseguite se ce ne è l'indicazione e questa può porla solo uno specialista cardiologo (dopo ad esempio la visita che lei ha effettuato e non noi a distanza e per via telematica).
Cordialità